Contenuto sponsorizzato

Porte aperte: teatro sempre più Sociale

Domani, domenica 20,  per tutta la giornata festa con visite guidate e mostra sui diritti allestita dagli studenti del liceo artistico di Fano. Alle 20,30 lo spettacolo gratuito "Il muro" che racconta le storie di sofferenza e voglia di libertà a 30 anni dalla caduta della barriera a Berlino. Un evento che ha cambiato quella storia tragica ma che non ha impedito altri simboli di oppressione in tutto il mondo. I biglietti saranno ritirabili dalle 10

Pubblicato il - 19 ottobre 2019 - 11:38

 TRENTO.  In occasione della Festa del Teatro, domani. domenica 20 ottobre il Centro Servizi Culturali S. Chiara apre le porte del Teatro Sociale al pubblico. Un piacevole momento di aggregazione, condivisione e scoperta, ormai diventato nelle ultime stagioni un appuntamento fisso per la cittadinanza. A partire dal mattino sarà così possibile conoscere più da vicino la magia del teatro attraverso le visite guidate, e scoprire tutte le novità della programmazione 2019/2020 del Centro S. Chiara, per concludere la “festa” con lo spettacolo “IL MURO – DIE MAUER” (ore 20.30, ingresso gratuito).

  Dalle ore 10.00 del mattino la platea del Teatro Sociale sarà liberamente accessibile al pubblico che, fino alle ore 16.00 potrà farsi coinvolgere dalla bellezza e dalla magia di un luogo tanto suggestivo. Nell’occasione sarà inoltre possibile visitare la mostra, collegata allo spettacolo serale, “Oltre i confini: come superare i muri”, a cura di Docenti senza frontiere, con il contributo del Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani e con la collaborazione del Liceo Artistico “Apolloni” di Fano (PU).

  Alle ore 11.00 prenderà invece il via la prima di tre visite guidate gratuite (le due successive partiranno alle ore 15.00 e alle ore 17.30) che animeranno gli spazi del Teatro Sociale. Grandi e piccoli avranno così occasione di scoprire da vicino tutti i segreti che si nascondono dietro e dentro il teatro, lasciandosi affascinare dalla magia del luogo. Per prendervi parte è necessaria la prenotazione al numero 800013952.

  Il compito di concludere la giornata spetterà infine allo spettacolo “IL MURO – DIE MAUER” (alle ore 20.30). Realizzato da Marco Cortesi e Mara Moschini, e proposto in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini e l’Associazione Docenti Senza Frontiere onlus, lo spettacolo intende stimolare riflessioni, partendo dalla storia del Muro di Berlino, di cui quest’anno ricorrono i trent’anni dalla caduta: una delle barriere più invalicabili e letali che l’essere umano abbia mai conosciuto, in grado di tenere divisa una città per 28 anni e provocare la morte di centinaia di persone. Attraverso reali testimonianze frutto di un’inchiesta giornalistica sul campo, lo spettacolo porterà in scena indimenticabili storie vere di determinazione, coraggio e fede nel nome della libertà e del rispetto dei diritti umani.

 

 Una storia, quella del Muro di Berlino, che parla di violenza e dittature, ma allo stesso tempo del destino di migliaia di persone che decisero di scavalcare una barriera ingiusta e ignobile per conquistare il diritto di essere semplicemente “liberi”.

 

 Un momento di festa e spettacolo, ma anche di pensiero. «Ascolterete quattro storie vere raccolte dalla bocca stessa di chi le ha vissute: la storia di chi pagò con la vita, di chi tentò l’impossibile, di chi non si arrese mai… E di chi alla fine riuscì a cambiare il Mondo. – spiegano gli autori dello spettacolo - Persone come me e voi, che di fronte alla domanda: “Warum – perché l’hai fatto?”, ci hanno dato la risposta più assurda che mai ci saremmo aspettati. “Perché?! Für einen Traum – per un sogno».

 Sul palco, a raccontare le quattro storie ci saranno Marco Cortesi e Mara Moschini, due giovani interpreti del teatro civile italiano dotati di «grande capacità evocativa – come ha scritto Il Resto del Carlino – Un teatro, quello firmato Cortesi-Moschini, che è narrazione, visione, cinema, documentario e inchiesta».
        Lo spettacolo è patrocinato dal prestigioso Progetto Europeo ATRIUM del Consiglio d’Europa che si propone di valorizzare il “patrimonio scomodo” del continente europeo con particolare attenzione alla memoria delle vicende più importanti della Storia Moderna e Contemporaneo.

  L’ingresso allo spettacolo è gratuito, con il ritiro del biglietto omaggio (fino ad esaurimento) presso la cassa del Teatro Sociale a partire dalle ore 10.00 di domenica 20 ottobre 2019.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.53 del 30 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 giugno - 11:47

Mentre in questi giorni si è assistito a qualcosa di farsesco con i gilet arancioni scesi in piazza per dire che il coronavirus non esiste, che vogliono la lira e dicono no al 5G, con le proteste, separate dai primi, di Casa Pound e altri gruppi di estrema destra, domani si annunciano altre manifestazioni (con Lega e Fratelli d'Italia). Salvini oggi polemizza perché non gli viene concesso di deporre una corona all'Altare della Patria ma l'anno scorso, quando poteva farlo perché era istituzione, non aveva partecipato

01 giugno - 06:01

Il lockdown non ha fermato i giovani e il loro impegno per il futuro: i pensieri dei ragazzi e il loro lavoro con gli insegnanti è continuato e c’è stata la possibilità di portare a conclusione progetti cominciati prima della chiusura delle scuole. Ecco la lettera con le proposte della seconda media. La prof: ''Aspetteremo la risposta, poiché speriamo di venire presi in considerazione e, quando la riceveremo la condivideremo anche con i vostri lettori''

01 giugno - 10:21

Questo pomeriggio è previsto un incontro in videoconferenza tra associazioni e istituzioni per cercare di mettere in campo delle soluzioni. Intanto, però, già ieri in tanti sono finiti in strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato