Contenuto sponsorizzato

Riaprono gli archivi provinciale negli "Incontri del giovedì". Un modo per avvicinare le persone al patrimonio culturale trentino

Nell'ambito di una rassegna già avviata da anni, l'Archivio provinciale trentino aprirà giovedì 20 febbraio le sue porte per una serie di appuntamenti aperti a curiosi e studiosi. Si comincia con Nicola Fontana e Francesca Brunet con l'evento dal titolo "Archivi militari tra Ottocento e Novecento"

Pubblicato il - 16 febbraio 2020 - 16:13

TRENTO. Avvicinare la gente comune agli archivi storici è cosa buona e giusta. Questi luoghi all'apparenza polverosi e angusti sono invece degli scrigni pieni di tesori, in cui una buona guida può mostrare a chiunque voglia i segreti e le gemme preziose nascoste tra i chilometri e chilometri di carteggi custoditi.

 

Nell'ambito di un progetto che ogni anno apre le porte dell'archivio, l'Archivio provinciale di Trento ha annunciato per giovedì 20 febbraio la riapertura della rassegna “Incontri del giovedì”, con cui, attraverso un ricco programma di approfondimenti, il pubblico potrà accedere al patrimonio culturale del territorio trentino.

 

Per il primo appuntamento, fissato appunto per il giovedì 20 febbraio 2020 alle ore 17 nell'Archivio provinciale di via Maestri del Lavoro a Trento, Nicola Fontana del Museo storico italiano della guerra di Rovereto e Francesca Brunet della Libera Università di Bolzano approfondiranno il volume “Archivi militari fra Ottocento e Novecento. Ricognizioni e acquisizioni”. L'opera in questione aggiunge infatti un nuovo e interessante tassello nel mosaico della conoscenza archivistica e storica del Trentino, raccogliendo gli atti di un convegno organizzato durante le celebrazioni del centenario della Grande Guerra.

 

Il volume evidenzia quanto strategico sia il lavoro di salvaguardia, descrizione e valorizzazione delle fonti documentarie per favorire lo sviluppo della ricerca e mettere a disposizione della comunità scientifica strumenti indispensabili per la conoscenza dell'ubicazione e della composizione delle fonti archivistiche.

 

La serie di incontri è dedicata invece a un pubblico variegato, che unisce studiosi e curiosi, interessati alle più svariate discipline e alla conoscenza e valorizzazione delle testimonianze dell'identità e della civiltà trentine. Nel loro complesso, le dieci conferenze testimonieranno la perdurante vitalità di un organismo come l'Ufficio beni archivistici, librari e Archivio provinciale della Soprintendenza per i beni culturali di Trento. Un organismo che, anche di recente, ha potuto ampliare notevolmente le proprie raccolte di documenti storici, realizzare pubblicazioni scientifiche e occasioni espositive, patrocinare convegni di livello nazionale e mostrarsi all'altezza della grande sfida digitale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 04:01

Lo studio esclusivo condotto da 4 università (fra cui Trento) e dal Policlinico San Matteo di Pavia mostra cosa accadrà se le misure dell’ultimo Dpcm non dovessero frenare i contagi: “La crescita esponenziale dei positivi trascinerà con sé quella delle terapie intensive e dei decessi, le strutture sanitarie saranno messe in ginocchio

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 36.437 nuovi casi e 244 decessi. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato