Contenuto sponsorizzato

E' morto Dario Fo, premio Nobel e giullare irriverente con il potere

Aveva 90 anni, con la moglie Franca Rame ha rivoluzionato il mondo del teatro italiano

Pubblicato il - 13 ottobre 2016 - 09:10

E' morto il premio Noble Dario Fo, il "giullare" del Mistero Buffo, da sempre irriverente con il potere. Se ne va oggi proprio nel giorno in cui a Stoccolma si assegna il nuovo Nobel per la Letteratura, Dario Fo aveva ricevuto il prestigioso premio nel 1997. Drammaturgo, attore, regista, scrittore, autore, illustratore, pittore, scenografo, attivista italiano e molto altro. Con la moglie Franca Rame, per oltre 50 anni, ha rivoluzionato il mondo artistico italiano.

 

Dario Fo era legato in qualche modo anche al Trentino, prima attraverso il rapporto con il locale Circolo La Comune e poi grazie al rapporto fra lui e l’operatore culturale trentino Fausto Bonfanti. Il suo spettacolo “Johan Padan a la Descoverta de le Americhe” debutto proprio a Trento quando, alla notizia dell’incendio doloso che distrusse il Teatro Petruzzelli di Bari, il Maestro scelse proprio Trento per il debutto del suo nuovo spettacolo. Decisione che già nella notte della tragedia comunico direttamente a Fausto Bonfanti, il quale, avvolto dallo stupore, rimase onorato vedendo come il rapporto che da anni lo legava al Maestro Fo fosse arrivato al punto tale da scegliere una piccola città di provincia come Trento per un debutto di simile portata e prestigio. (Fonte).

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 gennaio - 05:01

Antonio Ferro ha spiegato che una persona dopo aver ricevuto la prima dose ha registrato delle "parestesie" poi rientrate. Il direttore: "I benefici della vaccinazione sono senz'altro più importanti e rilevanti rispetto alle controindicazioni"

18 gennaio - 19:13

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 14 decessi di cui 9 in ospedale

18 gennaio - 17:39

Le Stelle alpine prendono in considerazione l'ultima analisi di Bassi, il quale ha esaminato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss. La lettera del segretario politico del Patt: "Il governo della Provincia è in qualche modo responsabile del ritardo nella comunicazione dei dati a Roma? E se così non fosse cosa intende fare, presidente Fugatti, per correre ai ripari e ripristinare la verità?"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato