Contenuto sponsorizzato

"Racconti dal Carcere", l'incontro con Armando Punzo per aprire uno spiraglio nella fortezza

L'evento si terrà al Museo Diocesano Tridentino giovedì 26 gennaio. L'iniziativa all'interno della mostra "Fratelli e sorelle"

Di Raffaele Dalledonne - "Ivo de Carneri" - 25 gennaio 2017 - 16:31

 

TRENTO. Nell'ambito della mostra "Fratelli e sorelle" ospitata dal Museo Diocesano Tridentino si svolgerà (giovedì 26 gennaio, 20.30) un incontro speciale: "Racconti dal Carcere", alla presenza del drammaturgo e regista teatrale italiano Armando Punzo, direttore artistico del Teatro di San Pietro di Volterra e del festival Volterra Teatro

 

Punzo è un artista napoletano noto per l'attività teatrale svolta con i detenuti nel carcere di Volterra, dove nel 1988 ha fondato la Compagnia della Fortezza, uno dei primi progetti di teatro in carcere in Italia.

 

Il direttore artistico presenterà l’attività attraverso la sua voce e la proiezione di frammenti dei video degli spettacoli storici, testimonierà l'ansia di libertà e il fuoco creativo che hanno dato avvio a un'esperienza artistica che ha completamente modificato, riformato, rinnovato, la struttura di un organismo vivente e in piena attività come il carcere. Inoltre è il promotore di un progetto artistico fondato sul coraggio di andare oltre ciò che è comunemente ritenuto possibile: trasformare la materia vile in oro, trasformare la materia umana e gli spazi, trasformare il dolore in bellezza da condividere.

 

La Compagnia della Fortezza, da lui diretta, è la prima e più longeva esperienza di lavoro artistico in un istituto penitenziario, è composta attualmente da circa 70 detenuti-attori che quotidianamente dal 2003 lavorano su testi, drammaturgie, arti e mestieri del teatro, ricevendo innumerevoli e prestigiosi riconoscimenti e premi.

 

L’ospite parlerà di paura, coraggio, utopia e libertà da una prospettiva tutta particolare, quella del carcere. Poi illustrerà i maggiori temi filosofici e sociali che riguardano l'uomo contemporaneo. L’ingresso sarà libero e gratuito fino ad esaurimento posti disponibili per quanto riguarda "Racconti dal Carcere". 

 

La mostra Fratelli e sorelle assieme a Racconti dal Carcere ha l’obiettivo di aprire uno spiraglio su di una realtà spesso distante dall'esperienza quotidiana, l'esposizione invita i visitatori a riflettere su un tema tanto attuale quanto complesso.

Le opere che comporranno la mostra saranno le incisioni di Giovanni Battista Piranesi e di altri artisti contemporanei, passando poi attraverso le immagini di fotografi, registi e pittori contemporanei. Così, con l'arte, la cultura e la filosofia  il visitatore sarà gradualmente introdotto in quel mondo 'a parte' rappresentato dal carcere.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 30 settembre 2022
Telegiornale
30 set 2022 - ore 22:49
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
01 ottobre - 19:46
La manifestazione si è svolta in piazza Mazzini a sostegno delle donne iraniane, contro la morte della 22enne curda Mahsa Amini. [...]
Politica
01 ottobre - 18:45
Dopo il brutto risultato della Lega anche in Trentino, più che doppiata da Fratelli d'Italia, si sono aperte delle crepe nella maggioranza di [...]
Società
01 ottobre - 17:30
Si va dalle certezze, come il San Leonardo e si arriva alle novità ''a partire da Revì che si trova in compagnia con diverse cantine da [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato