Contenuto sponsorizzato

Al via il Concorso musicale internazionale. Oltre 240 audizioni con 600 ragazzi e c'è anche una masterclass

Inizia l'intenso programma del Concorso musicale internazionale città di Belluno. Un evento culturale molto atteso e partecipato, anche un'occasione di promozione turistica

Di Antonio Gheno - 07 aprile 2024 - 19:16

BELLUNO. Al via la sesta edizione del Concorso musicale internazionale città di Belluno che quest’anno vedrà oltre 240 audizioni con 600 ragazzi coinvolti, 9 diversi ambiti di concorso e il capoluogo diventare capitale della musica per quasi tutto il mese di aprile; una grande progressione e una vittoria già in partenza se si pensa che nell’edizione del 2018 si era partiti con 3 giornate di audizioni, un bacino nazionale e meno ambiti di concorso.

 

A detta della presidente di Gocce di Sole aps, Manuela Selvestrel, questa crescita esponenziale è frutto del lavoro e della collaborazione di tante persone che credono nel progetto e si prendono anche ferie dal lavoro per una settimana per dare una mano alla realizzazione di questa importante iniziativa che anche quest’anno vedrà la partecipazione di allievi di scuole di musica di tutta Italia e una maggiore partecipazione delle scuole medie della provincia di Belluno oltre ad alcune fuori regione. Per quanto riguarda il canto lirico, come già riscontrato, a farla da padrone sono concorrenti provenienti dall’estero principalmente da Paesi quali Russia, Ucraina, Albania, Grecia.

 

Tutto questo porterà, come gli scorsi anni, un gran numero di persone in città che la animeranno in ogni angolo con il canto, la musica ma anche che saranno desiderose nei momenti liberi di scoprire il nostro territorio e perciò il concorso sarà anche un'occasione di promozione turistica e un volano per Belluno e dintorni.

 

Il concorso verrà poi intervallato da una serie di concerti pubblici, quindi aperti a tutti, che faranno si che l’iniziativa non risulti solo ad uso dei partecipanti ma possa essere anche un’opportunità per i cittadini bellunesi di ascoltare musica di livello approfittando di musicisti e cantanti provenienti un po’ da varie parti d’Italia e d'Europa: si è cominciato infatti domenica 7 aprile alle 18 al teatro Buzzati con la Cerimonia di inaugurazione che vedrà la partecipazione dei vincitori dell’edizione 2023 tra i quali Margherita Spicci e Maximilian Cotov premio assoluto che oggi ha 10 anni per continuare il 13 aprile alle 20.30 sempre al Buzzati con la finale e il concerto di canto moderno, il 21 aprile alle 18 a palazzo Bembo la finale con concerto dei cori scolastici, il 27 aprile alle 21 al Buzzati la finale con concerto di canto lirico e per chiudere il 28 aprile alle 17 sempre al teatro il concerto di chiusura con le premiazioni dei vincitori del 2024.


Nelle ultime due serate ci sarà come ospite Valentina Irlando una ragazza pugliese diciassettenne che studia al liceo musicale di Bari, ed è affetta da una rara malattia muscolare, che sogna di laurearsi al conservatorio e fare una carriera musicale dimostrando che “spesso i limiti sono dentro di noi, siamo noi a crearceli. I limiti, così come le paure, generano solo dei rimpianti e io non ho tempo per i rimpianti” ha affermato.

 

Soddisfatto Stefano Sala di Banca Prealpi, tra i sostenitori del concorso, che ha evidenziato come questo metta insieme tante cose come la musica, la cultura, i ragazzi, il volontariato e renda Belluno un perno che unifica, almeno per questo mese, il mondo all’insegna della musica. “Tutto ciò mi fa dire di essere contento di aver voluto anche quest’anno la nostra collaborazione ed il nostro sostegno a questa iniziativa”.

 

Coinvolti nel progetto anche la Fondazione Teatri delle Dolomiti che offrirà ai ragazzi una masterclass con Gabriele Comeglio arrangiatore tra i vari di Mina, Ornella Vanoni, Franco Battiato, Ron e che si svolgerà il 14 aprile a palazzo Fulcis e il gruppo Inner wheel Belluno che darà delle borse di studio, create attraverso raccolte fondi, realizzando il metodo dei service sociali e culturali che contraddistinguono questo tipo di realtà che ha visto presente la presidente e la segretaria Katia Balbinot che ha riportato di essere rimasta davvero colpita dei concerti del concorso del 2023 ma delusa dalla poca partecipazione dei bellunesi che hanno lasciato la platea semivuota perdendosi di fatto delle grandi opportunità musicali.

 

Secondo il presidente di Fondazione Teatri si tratta di una questione culturale e mentale che fa si che il nome famoso attiri una sorta di processione a teatro più per la celebrità che per altri motivi e che esperimenti fatti nelle metro di grandi città con artisti famosi camuffati da artisti di strada hanno dimostrato che la gente, non riconoscendoli, non dava loro neanche una moneta, situazione ben diversa da quando sono in veste ufficiale in tour.

 

Ha continuato poi l’assessore alle manifestazioni e turismo Paolo Luciani che ha spinto sul fatto che, investendo risorse e tempo sulle nuove generazioni, si investe di fatto già sul presente e non sul futuro invitando i bellunesi ad essere parte attiva di questo importante evento per la città che ha una ricaduta positiva per tutti. Appello a cui ha fatto eco anche l’assessore alla cultura Raffaele Addamiano che ha invitato tutti a diffondere più possibile la notizia di questo evento vedendo anche quanta passione e cuore mettono gli organizzatori tra i quali Cristina Prest, responsabile di giuria, che ha garantito che il cuore e l’umanità si vedono anche nei giurati che, nonostante il calibro notevole, cercano di fare delle fragilità dei ragazzi i loro punti di forza interagendo con loro a fine esibizione. "Che dire bellunesi, fatevi vedere tutti a teatro perché i generi musicali verranno toccati un po’ tutti perciò vi sarà anche il vostro preferito e, se non c’è, provate una volta a sperimentare qualcosa di nuovo, sarà una bella esperienza".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 maggio - 17:33
I centri vaccinali di Arco, Mezzolombardo, Pergine Valsugana e Trento sono rimasti aperti per l'intera mattinata e sono stati moltissimi i [...]
Cronaca
18 maggio - 16:26
Sistemato in una cella singola, per due giorni resterà a Roma, mentre ad inizio settimana sarà trasferito in Veneto. In un primo momento si era [...]
Cronaca
18 maggio - 17:20
E' successo nelle scorse ore nel Bellunese, fortunatamente non ci sono state persone coinvolte. Sul posto è intervenuta la squadra dei vigili [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato