Contenuto sponsorizzato

Conbipel sbarca in centro storico a Trento e cerca personale. In dicembre aprirà il nuovo punto vendita

La nota catena di abbigliamento prenderà il posto di Esprit in via del Simonino

Pubblicato il - 30 novembre 2018 - 11:09

TRENTO. Conbipel sbarca a Trento. Dopo il punto vendita già presente all'interno del Top Center nella giornata di ieri sono comparse le insegne delle catena di negozi di abbigliamento molto conosciuta in Italia e non solo.

 

In via del Simonino dove fino a qualche settimana fa c'era Esprit ora in vetrina è stato esposto il cartello con la scritta: “Conbipel, stiamo aprendo per voi il nostro store per esprimere italianità, modernità e accessibilità”.

 

L'apertura è prevista per il mese di dicembre anche per riuscire a intercettare i tanti visitatori che in queste settimane arrivano a Trento per visitare i mercatini.

 

Soltanto in Italia Conbipel conta circa 160 punti vendita e 10 all’estero. Il marchio è nato in provincia di Asti nel 1958 ed è stato poi venduto nel 2007 alla Oaktree Capital Management di Los Angeles.

 

In occasione dell'apertura del nuovo punto vendita, l'azienda sta cercando uno store manager da inserire a tempo indeterminato.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.20 del 08 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 16:56

Tra i dati sempre più drammatici del Paese, Bolzano e Trento restano i luoghi dove le donne hanno più figli (rispettivamente 1,74 e 1,49). I maschi trentini sono quelli del nord che hanno figli più tardi (35,8 anni). I nomi più diffusi in Italia tra i neonati sono Francesco e Sofia, in Trentino e Alto Adige cambiano

09 dicembre - 18:33

Soddisfazione all'Apt per il grande afflusso di turisti e visitatori tra le 92 casette del Mercatino e le 400 bancarelle della Fiera di Santa Lucia

09 dicembre - 05:01

Giovedì sera Jacob è rimasto vittima di un atto di razzismo mentre si trovava in piazza Cesare Battisti per bere un brulè con gli amici. Saputo quello che era successo l'assessore comunale Roberto Stanchina e la direttrice dell'Apt Elda Verones, si sono immediatamente messi in contatto con il ragazzo chiedendogli scusa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato