Contenuto sponsorizzato

"Fare bene e sapersi raccontare, prendendo spunto dai francesi": arriva il Festival della Crescita

Il 13 e il 14 marzo si parlerà di crescita, cooperazione, economia civile e sostenibilità. Tra realtà virtuose, trentine e non, si parlerà anche di come sapersi raccontare con Melinda e Mezzacorona ambasciatrici della crescita

Di Cinzia Patruno - 08 marzo 2018 - 20:20

TRENTO. Mettere in risalto le eccellenze del territorio, partendo da un'Italia che deve iniziare a riconoscersi e a porre al centro ciò che sa già fare. Questi sono solo alcuni degli obiettivi del Festival della Crescita, che toccherà anche Trento e Rovereto nelle giornate del 13 e 14 marzo 2018. Uno spunto di riflessione e una sfida per i trentini: tanto bravi nel fare, quanto poco abili nel raccontarlo.

 

Un Paese europeo che ci supera nettamente nel raccontare le proprie risorse? "La Francia", ci spiega Francesco Morace, ideatore e promotore del festival, nonché presidente di Future Concept Lab, uno dei centri di ricerca più avanzati specializzati in marketing e tendenze di consumo.

 

La crescita felice e il caso virtuoso del Trentino. Il 13 marzo, a Rovereto, il festival sarà ospitato dal Mart per una giornata dedicata alle scuole all’insegna di 'Crescita e nuove professioni': incontri e performance, anche in collegamento con percorsi di alternanza scuola-lavoro, in collaborazione con Iprase (Qui il programma). Il 14 marzo a Trento, la Sala della Cooperazione farà da cornice a un’intera giornata di incontri collegati da un comune filo conduttore, 'Cooperazione ed economia civile'. La giornata, realizzata in collaborazione con Cooperazione Trentina, ha il patrocinio della Fondazione Umberto Veronesi (Qui il programma).

Un piccolo festival ma di altissima qualità e che intende stimolare la riflessione sul tema della crescita, partendo dall'ambito dell'economia e da quello della cooperazione.

 

"Si discuterà di cooperazione e economia civile – spiega il direttore della filiale di Trento della Banca d'Italia Pier Luigi Ruggiero -. Soprattutto, ci è piaciuto il connubio con l'economia civile: la Banca d'Italia non esercita solo le funzioni istituzionali ma è presente sul territorio per l'esame di tutte le biodiversità che, messe insieme, tendono alla ricerca del progresso civile".

 

Parteciperanno, in veste di 'ambasciatori della crescita', due eccellenze trentine nell'ambito della cooperazione e, in particolare, della sostenibilità: il Gruppo Mezzacorona e Melinda. "Siamo stati tra i primi in Italia – spiega Luca Rigotti, presidente di Mezzacorona -, a presentare un bilancio di sostenibilità. Il nostro modello di sviluppo non è fine a se stesso, ma comprende lo sviluppo sociale, la tutela dell’ambiente, la sinergia con il turismo, la salute e la qualità della vita".

 

Non alla prima esperienza con il Festival della Crescita Melinda, che aveva partecipato alla primissima edizione a Milano, presentando il primo lotto proveniente dalle sue 'grotte sotterranee', l'innovativo sistema di conservazione del gruppo ortofrutticolo della val di Non. "La felice intuizione delle celle ipogee – racconta il responsabile marketing Andrea Fedrizzi - ci ha permesso di rappresentare bene la nostra missione, che è quella della crescita sostenibile".

Sono dodici i punti del manifesto del Festival della Crescita, illustrati da Morace. Molti hanno a che fare con la sperimentazione, fondamentale per affrontare la crescita. "Sperimentare: anche nel mondo cooperativo ve ne è la necessità. E imparare ad accettare gli errori che derivano dal coraggio che nasce dalla sperimentazione".

 

Il Festival della Crescita è un progetto curato e realizzato da Future Concept Lab, con l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra i protagonisti della crescita e dello sviluppo: cittadini, istituzioni, imprese, creativi, studenti e professionisti. Seminando educazione e raccogliendo innovazione, per una crescita felice e possibile del 'Sistema Italia'.

 

Lanciato nell’ottobre 2015 a Milano in occasione dell’Expo, nel 2016 e nel 2017 il Festival della Crescita ha disegnato una mappa della crescita, con una presenza articolata sul territorio italiano, realizzando in due anni ventuno tappe in diciassette città.

 

L’edizione 2018 del Festival, consolidando la sua vocazione di 'progetto in crescita', rilancia la diffusione in molte regioni italiane, da febbraio a ottobre, mettendo a fuoco progetti di innovazione a livello nazionale e locale, e creando connessioni tra cittadini e imprese, istituzioni e realtà che lavorano sul territorio.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco è dovuto partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

06 luglio - 16:28

In fase Covid-19 l'uomo era stato trasferito ai domiciliari nella casa di lui e lei e questo aveva scioccato la famiglia di Eleonora che da quasi un anno chiede giustizia per la barbara uccisione della giovane donna. Negli scorsi giorni la perizia ha confermato che l'uomo è capace di intendere e volere e ora rischia l'ergastolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato