Contenuto sponsorizzato

Ferrovia della Valsugana, già persi 11 capotreno e 5 macchinisti. La Cgil: ''Ad oggi personale sottodimensionato''

Il tutto quando, in realtà, il contratto di servizio stipulato tra Trenitalia e Provincia per il servizio di linea Trento-Bassano preveda un aumento delle tratte per Trentino trasporti

Pubblicato il - 09 agosto 2018 - 11:52

TRENTO. Negli ultimi mesi hanno lasciato Trentino trasporti 11 capotreno e 5 macchinisti. A comunicarlo è la Filt Cgil tramite il suo segretario Stefano Montani che evidenzia, a questo punto, molte preoccupazioni anche sulla ''sopravvivenza'' della tratta Trento-Bassano in capo all'azienda trentina.

 

''E' ormai cronica - spiga - la carenza del personale viaggiante. Il tutto dopo che questo è stato formato e ha conseguito i relativi titoli abilitativi con tempi e costi a carico della Pat''. La ragione? Molto semplice: il contratto. I dipendenti di Trentino trasporti hanno un contratto da Autoferrotranvieri molto meno vantaggioso del contratto collettivo nazionale applicato da Trenitalia o Italo ed è così che appena trovano occasioni in altre compagnie non possono che accettare, trasferendosi. 

 

Il tutto quando, in realtà, il contratto di servizio stipulato tra Trenitalia e Provincia per il servizio di linea della Valsugana dal luglio 2016 al giugno 2024 prevede un progressivo subentro nelle linee di Trentino trasporti e un conseguente arretramento di Trenitalia. Quindi il personale dovrebbe aumentare e non diminuire.

 

"Ad oggi il personale di Trentino trasporti operativo sulla linea della Valsugana è sottodimensionato - spiega ancora Montani - e servono ulteriori rinforzi con tempi lunghi per quanto riguarda la formazione. Come Filt Cgil abbiamo chiesto un incontro con l'assessore Gilmozzi che dopo le ferie convocherà le organizzazioni sindacali per analizzare la situazione e mettere in atto quanto possibile per scongiurare ulteriori defezioni di organico''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 febbraio - 19:20

La situazione si complica in Val di Cembra dove i contagi continuano a salire, soprattutto a Palù dove il 14 è coinciso con la ricorrenza del patrono. Si contano 79 nuovi casi a Trento e poi seguono Pergine, Arco, Lavis, Rovereto e Levico Terme 

28 febbraio - 20:11

Nel Comune di Giovo il rapporto contagi/residenti ha raggiunto il 3,3%, il sindaco non esclude l’entrata in vigore di misure più restrittive: Ci sono intere famiglie coinvolte, dove sia i genitori che i figli sono risultati positivi, forse ci sono un po’ meno anziani rispetto alle altre fasce d’età”

28 febbraio - 15:55

Il rapporto è doppio rispetto al livello medio nazionale e anche oggi si registrano 329 nuovi casi di cui 80 tra giovani in età scolare. In un giorno messe in quarantena ben 18 classi (venerdì erano 35 ieri 53)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato