Contenuto sponsorizzato

Giovani e lavoro, al via le iscrizioni ai percorsi di formazione e tirocinio della Provincia

Nell’ambito del Piano di attuazione per l'occupazione giovanile della Provincia di Trento è attivo il nuovo 'Percorso A' dell’Agenzia del lavoro, che prevede percorsi di orientamento specialistico, formazione e tirocinio

Pubblicato il - 31 gennaio 2018 - 12:52

TRENTO. E' attivo il nuovo 'Percorso A' dell'Agenzia del lavoro, un piano della Provincia che prevede percorsi di orientamento specialistico, formazione e tirocinio. Questi servizi puntano a sostenere il percorso verso il mondo del lavoro dei giovani trentini per metterli nella condizione di soddisfare le loro aspirazioni professionali, così come quella di raggiungere una sicurezza economica.

L’adesione ai percorsi è iniziata a gennaio e la proposta è articolata in 60 ore di formazione teorica e un'esperienza di tirocinio fino a 6 mesi, che può essere effettuato anche all'estero (Qui info e iscrizioni).

 

La Garanzia giovani della Provincia di Trento è un’iniziativa per sostenere i giovani di età compresa tra 15 e 29 anni che non sono occupati e non frequentano un percorso formativo o tirocinio per l’inserimento nel mercato del lavoro.

 

Il 'Percorso A' è strutturato in 'Orientamento specialistico, formazione, tirocinio anche all’estero' con la finalità di attivare e riattivare i giovani, che saranno accompagnati attraverso un processo orientativo verso una fase di professionalizzazione e di contatto con il mondo del lavoro.

 

Questo progetto si articola in tre fasi. La prima è quella dell'analisi di bisogni, formulazione e definizione degli obiettivi da raggiungere, quindi la ricostruzione della storia personale con particolare approfondimento di quella personale e lavorativa del giovane e poi la messa a punto di un progetto personale che si fonda sulla valorizzazione delle risorse personali (caratteristiche, competenze, interessi, valori) in una prospettiva di ricostruzione del pregresso e di valutazione delle risorse di contesto.

 

L’azione, che intende fornire competenze informatiche, di base e trasversali in preparazione al tirocinio, è articolata in moduli e organizzata in dieci giornate di durata complessiva di 60 ore.

 

L’obiettivo è quello di sviluppare i seguenti contenuti essenziali tra modulo base di sicurezza sui posti di lavoro (8 ore), i metodi e gli strumenti per la ricerca attiva del lavoro, diritto del lavoro (8 ore), informatica  (20 ore), competenze trasversali (20 ore) e preparazione al tirocinio (4 ore).

 

La durata del tirocinio può variare a secondo della profilazione del partecipante, da un minimo due mesi fino a 6 mesi, e potrà essere svolto anche interamente all’estero nel caso in cui il giovane disponga di una conoscenza linguistica adeguata. Per il periodo di tirocinio è prevista l’erogazione di un’indennità di partecipazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 18:38

Sono stati analizzati 4.323 tamponi, 297 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 6,87%. Ci sono 460 pazienti nei normali reparti ospedalieri di cui 43 in terapia intensiva

26 novembre - 17:12

Con una crisi in atto, intere regioni che sono state in lockdown, il virus ancora molto presente e i decessi in aumento ha senso spingere per attivare il comparto della montagna che, giocoforza come qualsiasi ambito turistico, vive dell'assembramento altrimenti può anche non aprire, o non è meglio spingere compatti per ristori all'altezza delle perdite che ci saranno, prima di tutto per ristoratori, albergatori, artigiani e tutto il mondo della montagna prima che gli impianti che comunque dal pubblico hanno sempre avuto rassicurazioni 

26 novembre - 16:34

Una anziana di 82 anni è stata investita nella serata di mercoledì 25 novembre lungo la strada che dalla frazione di San Costantino porta a Fiè allo Sciliar. L'investitore, alla guida di un'automobile nera, si è dato alla fuga, non prestando soccorso alla malcapitata. La donna è stata portata in elicottero all'ospedale San Maurizio di Bolzano, dove le è stata constatata la rottura del femore

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato