Contenuto sponsorizzato

L'Antica trattoria Tre Garofani pronta a conquistare il padovano: ''Ricerchiamo le innovazioni, ma faremo strangolapreti all'ortica per seguire la tradizione"

Reduci dal catering in occasione del Tour of the Alps e pronti per l'Adunata, Niko Marzari e Giovanna Linardi, poi andranno a Montagnana per la kermesse "Prosciutto Veneto Dop". Niko Marzari: "Nonostante la vocazione alla cucina rivisitata quando proponiamo piatti legati alla tradizione seguiamo l'antica ricetta"

Di Luca Andreazza - 08 maggio 2018 - 17:10

TRENTO. "Abbiamo subito accettato questa proposta dal comitato organizzatore, vogliamo metterci alla prova e siamo sempre alla ricerca delle sfide: non è nostra intenzione restare adagiati sulle nostre capacità", così Niko Marzari, titolare dell'Antica trattoria ai Tre Garofani, reduce dal catering in occasione del Tour of the Alps e pronto a sbarcare a Montagnana di Padova per proporre strangolapreti alla trentina nella kermesse "Prosciutto Veneto Dop" dal prossimo 16 al 27 maggio.

 

Un programma che si articola tra degustazioni di prosciutto, ma anche formaggi, birre artigianali, dolci della tradizione locale e vini, ma anche piatti di altre regioni. E la scelta è ricaduta sul ristorante di via Mazzini, unica realtà nostrana selezionata.

 

"La nostra proposta di piatti a base di tradizione rivisitata - dice il titolare - ci colloca al vertice in questo settore. Il pane è fatto in casa e l'impegno in cucina è quello di curare tutto nei minimi particolari e nel segno della qualità. In provincia di Padova siamo operativi per 500 persone contro i 25 coperti canonici di Trento, un bel banco di prova".

 

La proposta è quella degli strangolapreti alla trentina. "Nonostante la vocazione alla cucina rivisitata - evidenzia Marzari - quando proponiamo piatti strettamente legati alla tradizione seguiamo l'antica ricetta per essere filologicamente corretti. In questo caso prevediamo, infatti, l'uso dell'ortica, erba che raccogliamo a Cimone, tra le zone meno inquinate del Trentino perché racchiusa tra due ali di monti alle pendici del Bondone".

 

Antica trattoria Tre Garofani

Un Tre Garofani finito tra le pagine della rivista tedesca Geosaison diverse volte, ma anche nel mirino di Alessandro Borghese per "4 ristoranti" e "Cuochi d'Italia", inviti in questo caso sempre declinati. "Non ci interessa metterci in competizione con altre realtà locali - spiega Marzari - la nostra dimensione è quella della trattoria a conduzione famigliare".

L'Antica trattoria affonda le proprie radici nella Locanda del Gusto dal 1275, mentre dal 2000 il locale viene gestito con grande impegno e passione da Niko Marzari e dalla moglie Giovanna Linardi, deus ex machina dei ricercati piatti. "E' l'artista del ristorante - commenta il titolare - sempre alla ricerca di menù e piatti. Un vero motore dell'attività".

 

E se Marzari è sempre stato nell'ambito della ristorazione, per Linardi si può parlare di un lavoro iniziato, quasi, per caso e paragonata da Geosaison a Mozart. "Dopo aver aperto - aggiunge il titolare - ero alla ricerca di un cuoco. Mia moglie era maestra alle elementari, ma a casa ha sempre cucinato bene. In quel periodo ha affinato idee e tecniche sotto i consigli di un importante chef con esperienza in grandi ristoranti stellati come il Miramonti di Brescia, l'Antica osteria ponte di Lugagnago e Balzi Rossi di Ventimiglia".

 

Ma prima di questa avventura fuori confine, ecco l'Adunata degli alpini. "Siamo forti dell'esperienza durante i Mercatini di Natale - conclude Marzari - quindi proponiamo un menù bistrot a pranzo e gourmet a cena, ma più aderente alla tradizione. Questo quanto richiede il mercato in questi appuntamenti, ma la qualità resta alta perché garantiamo l'utilizzo e la ricerca dei migliori prodotti del territorio".

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato