Contenuto sponsorizzato

Trentinalatte acquisita da Latte Arborea: ''Massima attenzione per i 130 lavoratori''. E in Val di Sole si salvano 62 posti di lavoro

La società trentina era stata rilevata nel nel 2014 dalla holding finanziaria tedesca Livia. E a Ossanna firmato un accordo per il rilancio di Fucine Film Solutions grazie a Trentino Sviluppo e Eriplast

Di Donatello Baldo e Giuseppe Fin - 27 febbraio 2018 - 06:01

TRENTO. Buone notizie per il mondo del lavoro trentino che oggi possono contare su due notizie positive, il salvataggio di 62 posti di lavoro in Val di Sole e il rilancio della Trentinalatte che, acquisita dal Gruppo Arborea, potrà garantire migliori prospettive che in passato. 

 

E' stato firmato oggi, infatti, il contratto quadro che fissa tempi e modi per il passaggio di proprietà di Fucine Film Solutions. L’impresa con sede ad Ossana, in Val di Sole, attiva da oltre quarant’anni nel settore delle pellicole per alimenti, aveva fermato macchine e produzione qualche settimana fa a causa di una forte difficoltà finanziaria.

 

Le alternative che si ponevano erano la chiusura 'secca', con conseguenze pesanti anche per i 62 dipendenti, o un intervento per garantire la continuità produttiva e occupazionale. Mancava però un imprenditore interessato a subentrare e a rilanciarla.

 

Trentino Sviluppo, in questa fase, ha fatto proprio questo: ha cercato un soggetto che da un punto di vista squisitamente industriale ne cogliesse le potenzialità. E lo ha trovato: si tratta di Eriplast, azienda di Bassano del Grappa, che da oggi subentra nella maggioranza delle quote dell’impresa.

 

Per la Provincia la si tratterebbe "non solo di un'azienda solida sotto il profilo imprenditoriale, ma che opera in un settore complementare a quello di Fucine Film Solutions". Trentino Sviluppo sosterrà a sua volta l'operazione di ricapitalizzazione e completerà l’acquisto della parte immobiliare dello stabilimento di Ossana. 

 

L'investimento della Provincia autonoma di Trento, tramite la sua società di sistema, è pari a 3,5 milioni di euro, mentre l’imprenditore privato acquirente investirà 6 milioni di euro. Tutti salvi gli attuali 62 posti di lavoro, con la prospettiva di un incremento occupazionale fino a 75 unità lavorative per la fine del 2020.
 

Trentino Sviluppo acquisisce la porzione di stabilimento non ancora di proprietà per un valore di 2.100 mila euro e liberato dall’onere di dover investire sui 'muri', Eriplast potrà quindi concentrarsi sugli investimenti produttivi e tecnologici.

 

Il piano di rilancio prevede infatti l’acquisto di una linea di produzione di PET per consolidare il mercato alimentare (2,5 milioni di euro già nel 2018) e di una nuova “spalmatrice” per accedere al mercato del medicale (2 milioni di euro nel 2019). Nel frattempo, in queste stesse ore, sta ripartendo la produzione.

 

Rilevante anche il ruolo dei Comuni dell’Alta Val di Sole: acquisendo da Trentino Sviluppo l’immobile di Fucine denominato “ex Mabe”, per destinarlo ad attività pubblica e di protezione civile, garantiranno a Trentino Sviluppo una parte della liquidità necessaria per chiudere l’operazione.

 

Buone notizie, come dicevamo, anche per Treninalatte, l'azienda di Roveré della Luna che da tre anni vedeva i 130 lavoratori con un contratto di solidarietà. Latte Arborea ha raggiunto un accordo con la holding tedesca di investimento Livia per l’acquisizione del 100% delle quote.

 

Timido però l'ottimismo dei sindacati: "Da anni si lavorava alla vendita della società, auspichiamo che da questo passaggio arrivino le indispensabili scelte di investimento e rilancio dell'azienda. Per quanto ci riguarda la nostra attenzione è ottenere tutte le garanzie possibili per la tutela dei livelli occupazionali”.

 

La società detentrice dei brand ‘Trentina’ e ‘Collina Felice’, specializzata nella produzione di yogurt per il mercato italiano, che oggi conta un fatturato di circa 24 milioni di euro, passa dunque sotto il controllo di Latte Arborea.

 

"Con la cessione del 100% delle quote societarie – si spiega in una nota - Trentinalatte passa sotto il controllo di un operatore che è oggi tra i primi produttori di latte alimentare a livello nazionale e leader nel mercato lattiero-caseario in Sardegna. La cooperativa Latte Arborea accresce, così, le proprie quote di mercato nel segmento dello yogurt, nel quale già opera, e rafforza la propria presenza nella GDO"

 

Trentinalatte Spa è stata fondata nel 1982 ed è stata acquisita nel 2006 dalla multinazionale svizzera Emmi per poi essere rilevata nel 2014 dalla holding finanziaria tedesca Livia. Con la cessione del 100% delle quote societarie, Trentinalatte passa sotto il controllo di uno dei primi produttori di latte alimentare a livello nazionale.

 

L'obiettivo dell'operazione è anche quello di valorizzare i lavoratori presenti nell'azienda a Rovere' della Luna. Ed è proprio su questo che puntano l'attenzione i sindacalisti Maurizio Zabbeni, segretario provinciale della Flai Cgil, Franco Zancanella responsabile del settore per la Fai Cisl e Fulvio Giaimo della Uila Uil.

 

Per i sindacati la gestione della holding finanziaria Livia Group non aveva garantito né investimenti né rilancio. “I 130 lavoratori sono in contratto di solidarietà da tre anni – affermano i tre sindacalisti - e gli ammortizzatori sarebbe finiti a settembre".

 

"La precedente proprietà non garantiva nessuna prospettiva occupazionale. Ci auguriamo - proseguono - che il Gruppo Arborea, anche per quanto ha dichiarato, sia in grado di assicurare un futuro alla società”. I sindacati incontreranno domani la nuova proprietà.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 novembre - 05:01

E' un po' presto per tirare le conclusioni. Il percorso verso dicembre è lungo e ci sono audizioni, emendamenti e votazioni in mezzo. Ma la manovra sembra piccola, molto piccola, rispetto alle possibilità e alle capacità del Trentino. Tante scelte e decisioni potrebbero essere rimandate al prossimo assestamento di bilancio

20 novembre - 08:02

Aveva 105 anni e da sempre la passione per il volo. Volpi ha ricevuto il brevetto di volo nel 1935, simbolo di tenacia e spirito di servizio

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato