Contenuto sponsorizzato

Fausto Manzana è il nuovo presidente di Confindustria Trento: ''Gli stranieri sono un’opportunità, nel rispetto delle regole. No a barriere'' 

Durante il suo intervento il presidente di Confindustria Manzana, ha precisato che nello svolgere il suo ruolo seguirà tre direttrici: fornire gli strumenti per la crescita aziendale, favorire le condizioni di competitività delle imprese e continuare a rafforzare il ruolo di Confindustria Trento. Fugatti: "Rispetto al passato oggi meno ostilità verso l'autonomia, noi siamo un modello, e ciò ci tutela"

Pubblicato il - 12 febbraio 2019 - 18:41

TRENTO. È culminata con l’elezione, a larga maggioranza, del nuovo Presidente di Confindustria Trento, Fausto Manzana, l’Assemblea privata 2019 dell’Associazione. Marzana ha ottenuto il 97% dei voti presenti e si completa così l’iter per il rinnovo delle cariche, iniziato con la consultazione degli associati da parte del Comitato di designazione, successivamente passato attraverso il Consiglio Generale e quindi ratificato dall’odierna assemblea.

 

Accanto al presidente che si occuperà di relazioni industriali e welfare, si saranno cinque vicepresidenti: Mirco Cainelli per l'innovazione, sviluppo e impresa 4.0, Rocco Cristofolini per la semplificazione e rapporto con la Pubblica Amministrazione, Lorenzo Delladio per l'internazionalizzazione e sviluppo dei mercati esteri, Alessandro Lunelli per il credito e finanza d’impresa e Stefania Segata per il capitale umano, giovani e formazione e tra l'altro anche presidente del gruppo giovani. Al Past President Enrico Zobele le infrastrutture e la sostenibilità . Il presidente Piccola Industria, Marco Giglioli, avrà l'incarico di relazioni con gli associati e con i territori e l'energia.

 

Durante il suo intervento il presidente di Confindustria Manzana, ha precisato che nello svolgere il suo ruolo seguirà tre direttrici: fornire gli strumenti per la crescita aziendale, favorire le condizioni di competitività delle imprese e continuare a rafforzare il ruolo di Confindustria Trento.

 

Nel corso dell’Assemblea sono state premiate dal neo presidente Manzana e dal presidente uscente Zobele le aziende che si sono associate a Confindustria Trento nel corso del 2018: Audaces Europe Srl, Barozzi Dimension Srl, Benassi Srl, Brentenergy Srl, Brentonico Ski Srl, Bvs Srl, Comedical Srl, Cosman Srl Diatec Holding Spa, Film Work Srl, Gca Assicurazioni Srl, Ghiacciopuro Srl, Girardi Studio Legale E Tributario Alt, Green Energy Storage Srl, Iamec Srl, Icras Costruzioni Per Architettura Srl, Innovativa Srl Lemur Srl, Logikamente Srl, Mondove' Srl, Mpr Srl, Nerobutto Tiziano E Francesco Snc, Nplus Srl, Nuova Saimpa Srl, Ress Multiservices Srl, San Martino Rolle Spa, Sartori Legno Srl, Sea Consulenze E Servizi Srl S.U. Studio Aziendale Sas Di Alberto Chilovi & C. Stp Sas, Studio Odontoiatrico Dott. Giovanni Baiardo Ind Techoalpin Spa, Viscolor Srl e Zv Meccanica Srl

 

L’Assemblea si è chiusa con una tavola rotonda moderata dal direttore dei quotidiani Trentino e Alto Adige Alberto Faustini, alla quale hanno preso parte il presidente Manzana, il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e l’Assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento Achille Spinelli.

 

“Governare una provincia autonoma – ha detto Fugatti – è oggettivamente molto complesso sotto l’aspetto organizzativo e dei tempi. Tanto più che questo è un momento particolare: abbiamo iniziato il nostro percorso in piena ondata di maltempo, e ancora dobbiamo fronteggiarne le conseguenze. Siamo una Giunta nuova, in parte inesperta, non lo nascondiamo, ma affrontiamo giorno per giorno tutte le difficoltà”.

 

Riguardo ai rischi per l’Autonomia, Fugatti ha parlato di “minore ostilità” rispetto al passato. “Ciò anche perché – ha spiegato - altre regioni si sono avviate sulla strada dell’autogoverno. Noi siamo un modello, e ciò ci tutela. Non dobbiamo quindi guardare con preoccupazione al fatto che altre regioni aspirino ad una maggiore autonomia, anzi, questo potrà far crescere anche noi”.

 

L’assessore Spinelli ha ricordato come “la Provincia si sta muovendo per intercettare nuovi fondi europei ma anche per portare qui ricercatori, idee, opportunità. Vedremo se anche in Europa riusciremo a fare di più e a fare sentire maggiormente la nostra voce”. Nessuna intenzione per quanto riguarda Meccatronica, ha affermato ancora Spinelli, di ridurre la capacità di formare i giovani ‘contaminandoli’ con il mondo dell’impresa. “Vogliamo vedere se il progetto può essere in parte rimodulato, mettendo assieme tutti gli interessi coinvolti. Dobbiamo verificare se Meccatronica in questo momento è capace di soddisfarli tutti”.

 

Riguardo alla presenza degli stranieri, ha affermato Manzana nel corso della tavola rotonda “per noi sono un’opportunità, nel rispetto delle regole anche se il buonismo degli ultimi 15-20 ha fatto disastri. Tuttavia, non possiamo alzare barriere”.

 

In materia di infrastrutture Manzana nel proprio intervento ha ricordato anche quanto siano strategiche e vitali per il futuro del territorio e non possano essere fermate. “Questa Giunta provinciale la Valdastico la vuol fare – ha sottolineato a sua volta Fugatti - . Sul tema della sua uscita abbiamo detto che la priorità era a Rovereto Sud. Il progetto ancora non c’è, ma a nostro modo di vedere, valutando pro e contro, questa opzione è più funzionale, sia sul piano del potenziamento dei collegamenti sia per l’impulso che può dare allo sviluppo anche industriale di quella parte del Trentino”.

 

Infine il reddito di cittadinanza e i “navigator”: come impatteranno sul Trentino? Spinelli ha ricordato come il confronto con Roma sia tutt’ora in corso. “In Trentino c’è l’assegno unico, c’è un sistema che funziona, basato su Agenzia del lavoro e i centri per l’impiego, qualche aspetto andava rivisto, ad esempio la formazione e la profilazione non vanno standardizzate, ma su questo ci lavoreremo. Sui navigator, non sappiamo ancora come vengono selezionati. Cercheremo di adattarli al sistema Trentino”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

25 aprile - 16:14

Un'auto nell'affrontare una curva prima dell'abitato di Nogarè ha stretto troppo la traiettoria per uscire di strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato