Contenuto sponsorizzato

Nuovo sciopero in A22 in arrivo, Cgil: ''Autobrennero nasconde dietro la sicurezza quello che non era mai avvenuto in 50 anni di storia della società"

Dopo lo sciopero tra domenica 4 e lunedì 5 agosto scorso, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl intanto rilanciano l'azione dopo la rottura delle trattative per il rinnovo del contratto di settore e proclamano un ulteriore stato di agitazione

Pubblicato il - 07 agosto 2019 - 16:49

TRENTO. "I vertici di A22 chiamano sicurezza quello che per noi è solo profitto, un atteggiamento che serve a nascondere quello che mai era successo in 50 anni di storia di Autobrennero, la sostituzione di lavoratori in sciopero con altri lavoratori con contratti a tempo determinato", così Stefano Montani, segretario della Cgil Filt risponde alla nota di Autobrennero (Qui articolo), e aggiunge: "Autobrennero dovrebbe chiedersi perché chi è assunto a tempo indeterminato ha scioperato, mentre non lo ha fatto chi ha contratti precari. Serve onestà intellettuale, la precarietà è una brutta bestia e se le conseguenza di questa tragica condizione si avverte pure in una società interamente pubblica, la cosa preoccupa ancora di più".

 

Dopo lo sciopero tra domenica 4 e lunedì 5 agosto scorso, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl intanto rilanciano l'azione dopo la rottura delle trattative per il rinnovo del contratto di settore e proclamano un ulteriore stato di agitazione. "Proclamiamo - dicono le parti sociali - il blocco delle prestazioni straordinarie e supplementari dal 17 agosto al 15 settembre su tutto il personale non sottoposto alla legge 140/90 e alla regolamentazione provvisoria di settore".

"Non è un  caso se le segreterie nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl - prosegue Montani - hanno diffidato le aziende dall'intraprendere iniziative lesive del diritto di sciopero dei lavoratoridel diritto alla mobilità degli utenti, preannunciando che eventuali violazioni saranno denunciati nelle sedi competenti".

 

Non solo, le parti sociali prevedono la proclamazione di una seconda azione di sciopero per domenica 25 e lunedì 26 agosto, sempre per il rinnovo del contratto di lavoro del personale delle autostrade e dei trafori, che in provincia di Trento riguarda circa un migliaio di addetti. Sul territorio aderiranno allo sciopero i lavoratori dell’Autostrada del Brennero.

Nel dettaglio i turni di sciopero saranno dalle 10 alle 14, dalle 18 alle 22 di domenica 25 e dalle 22 di domenica 25 alle 2 di lunedì 26. Si fermeranno gli addetti ai caselli ed i turnisti non sottoposti alla 146 cioè quelli che non sono precettabili. Le prime quattro ore della prestazione/turno di lavoro del personale tecnico e amministrativo per lunedì 26 agosto

 

Altra questione di frizione è la flessibilità: i sindacati chiedono una rimodulazione della flessibilità a cui sono sottoposte alcune categorie contrattuali che produce significative disparità tra personale che svolge la stessa mansione. Tra le divergenze anche la richiesta di parte sindacale di introdurre una normativa specifica di salvaguardia dei dipendenti rispetto all’assegnazione di nuove concessioni.

 

"Vorrebbero imporre una linea di discontinuità rispetto ai precedenti rinnovi - conclude Montani - in termini di durata del contratto nazionale, di incremento complessivo, di limitazione degli effetti di trascinamento degli istituti contrattuali e di allocazione delle risorse".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 agosto - 18:48

Un progetto nato circa un mese fa. Raffaele è partito ieri mattina da Torbole e ci metterà cinque giorni ad arrivare a Rimini facendo cinque tappe. Dove passa con la bici raccoglie la plastica abbandonata lungo la strada. "Dobbiamo far capire che il pianeta è la nostra casa"

18 agosto - 16:50

E' successo stamane verso le 5 nella stazione dei treni di Bolzano. Il macchinista, mentre stava compiendo i controlli prima della partenza, è stato attaccato senza motivo e preso a pugni. Caduto sul locomotore, ha ricevuto una prognosi di cinque giorni

18 agosto - 13:22

La deputata forzista da giorni chiede a Salvini di andare da Mattarella per farsi dare l'incarico di Premier. "Lui è il leader e con il centrodestra ha la maggioranza". Ma avverte: ''Il popolo è sconvolto da quello che sta accadendo, serve subito chiarezza"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato