Contenuto sponsorizzato

A22 ribatte alla Cgil: ''Diritti sindacali riconosciuti. Tutelata la sicurezza dei clienti e il 40% dei pedaggi va alla finanza pubblica''

La società risponde all'intervento della Cgil, che ieri aveva spiegato di riservarsi di verificare un comportamento antisindacale di Autobrennero, dopo la domenica e il lunedì di sciopero a singhiozzo degli addetti ai caselli lungo l'A22: "Autostrada del Brennero da sempre garantisce il pieno rispetto dei diritti dei propri collaboratori, a partire da quelli sindacali"

Pubblicato il - 06 agosto 2019 - 20:18

TRENTO. "Autostrada del Brennero da sempre garantisce il pieno rispetto dei diritti dei propri collaboratori, a partire da quelli sindacali", questo il commento della società in risposta all'intervento della Cgil, che ieri aveva spiegato di riservarsi di verificare un comportamento antisindacale di Autobrennero, dopo la domenica e il lunedì di sciopero a singhiozzo degli addetti ai caselli lungo l'A22 (Qui articolo).

 

Autostrada rispedisce le accuse al mittente. "Abbiamo rispettato - prosegue la società - i diritti anche in occasione del recente sciopero nazionale indetto per il rinnovo del contratto, cui hanno legittimamente deciso di aderire alcuni dipendenti di Autostrada del Brennero, in particolare del settore esazione. Non c'è stato alcun comportamento antisindacale da parte della società".

 

Sono state intraprese azioni per limitare i disagi e tutelare la sicurezza. "Quella che autostrada del Brennero ha fatto nei giorni di massimo traffico - aggiunge A22 - è stato impiegare al meglio il personale a disposizione e i moderni meccanismi di automatizzazione delle stazioni autostradali attualmente disponibili, in funzione come tutti gli altri giorni dell’anno, in modo da contenere i disagi per i clienti e tutelarne la sicurezza".

 

Scelte operative in linea a tutte le società autostradali italiane. "Il sistema di esazione automatica (Telepass, Viacard e casse automatiche) di cui sono dotate tutte le piste delle stazioni autostradali di A22 - conclude Autobrennero - ha garantito buone prestazioni in questi giorni di massimo traffico. Si ricorda che in qualità di gestore di A22, Autostrada del Brennero riscuote un pedaggio che per oltre il 40% va ad alimentare la finanza pubblica con la quale vengono sostenute, tra le altre, le spese per lo stato sociale. Le scelte operative della società durante le giornate di sciopero sono state in linea con quanto deciso da tutti gli altri concessionari autostradali italiani".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
18 maggio - 06:01
In Veneto e in Alto Adige sono già state avviate le operazioni sugli over 40, mentre in Trentino ci si concentra ancora sulla copertura degli [...]
Cronaca
17 maggio - 19:57
I territori che stanno meglio dal punto di vista del contagio e soprattutto dell'incidenza sono Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. A fare la [...]
Cronaca
17 maggio - 20:11
Trovati 15 positivi, comunicati 2 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 28 guarigioni. Sono 766 i casi attivi sul territorio [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato