Contenuto sponsorizzato

Il premier Conte al Festival dell'Economia: ''Stop a quota 100''. E sull'immigrazione: ''La proposta dell'Europa solo un punto di partenza non l'approdo''

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è stato ospite questo pomeriggio del Festival dell'economia. Intervistato dalla giornalista Tonia Mastrobuoni assieme a Tito Boeri. Sulla vicenda Tridico ha affermato: ''Ho chiesto approfondimenti"

Di gf - 26 settembre 2020 - 19:53

TRENTO. Dal recovery found alla riforma del trattato di Dublino sull'immigrazione, dal reddito di cittadinanza alla gestione dell'epidemia per cui l'Italia è stata anche lodata dal Financial Times. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a 360 gradi quest'oggi ospite al Festival dell'Economia con Tito Boeri e intervistato dalla giornalista Tonia Mastrobuoni

 

Immigrazione
Il primo tema trattato è stato quello dell'immigrazione. Proprio in questi giorni si sta discutendo del patto sull’immigrazione e l’asilo presentato il 23 settembre scorso dalla Commissione europea. Un patto con diverse criticità che l'Italia ha già sollevato.  “Nessuno può pensare – ha spiegato il premier Conte – che la gestione dei flussi migratori, argomento molto complesso e articolato, possa risolversi da un mese all'altro. Noi tutti stiamo facendo un percorso che ha segnato delle tappe a partire dal 2018 quando si è presa consapevolezza che serviva superare il trattato di Dublino. Poi la svolta con l'accordo di Malta. Sono passaggi non trascurabili e nemmeno l'ultimo piano dell'Ue che non è però l'approdo per una politica europea efficace per la gestione dei flussi migratori”.

 
Per il premier occorre prima di tutto che ogni paese faccia una propria valutazione sulle quote di migranti di cui ha bisogno. “Dobbiamo essere consapevoli che abbiamo bisogno di manodopera e dobbiamo essere anche consapevoli che una cosa è gestire a livello europeo i flussi in maniera coordinata e un'altra è lasciare i Paese di primo approdo che li subiscano”.

 
Fondamentale rimane il principio di “solidarietà” tra i Paesi europei che sta alla base stessa dell'Europa. Detto questo, però, precisa Conte, “per chi su questo fronte avrà delle inadempienze dovrà esserci un meccanismo penalizzante”.

  
Il Governo è al lavoro anche per cambiare i decreti sicurezza. “Prima dell'estate è stato già portato avanti un lavoro per venire a capo a delle modifiche necessarie.  Vogliamo allargare concetto di sicurezza che riguarda i cittadini italiani ma anche i migranti stessi. Dobbiamo offrire a tutti condizioni di sicurezza”.

 

Il presidente dell'Inps Tridico ha aumentato di 50 mila euro il proprio stipendio 
E' il tema del giorno. Il presidente Tridico, ha spiegato anche la giornalista Tonia Mastrobuoni, ha bloccato il progetto avviato negli anni scorsi delle buste arancioni per sapere quando un cittadino sarebbe andato in pensione. Con i soldi rimasti del progetto si è aumentato il suo stipendio. Da quasi tutte le forze politiche sono arrivale le richieste di dimissione. 

 

“Di questa faccenda – ha spiegato Conte – non ne ero personalmente a conoscenza. Per questo oggi quando è uscita ho immediatamente chiesto di approfondire. Vorrei comprendere bene cosa sia successo prima di intervenire”. 

 

Reddito di cittadinanza
Tra i temi trattati anche quello del reddito di cittadinanza. Che proprio in questi giorni vede in scadenza circa 740 mila assegni che hanno portato il dibattito sull'ipotesi del rinnovo automatico o meno. Per Tito Boeri ci sono alcune criticità che possono essere riassunte in alcuni punti: questo sistema non raggiunge tantissimi poveri, stiamo aiutando persone che non ne avrebbero bisogno, non ci sono abbastanza controlli ed è una misura fatta per dissuadere le persone nel cercare lavoro.

 

“Anche rispetto all'emergenza che abbiamo appena affrontato – ha spiegato il presidente Conte – meno male che avevamo una cintura di protezione sociale come il reddito di cittadinanza al quale abbiamo poi anche aggiunto un reddito di emergenza. Oggi che tutto questo può essere perfezionato. Abbiamo 2 anni di applicazione di una riforma complessa e articolata che si deve adattare ad un tessuto sociale. E' chiaro che il reddito non può essere l'unica misura ma deve essere coordinata con un progetto di sostegno  che siamo già impegnati a portare avanti.  Su un aspetto siamo in ritardo e riguarda l'inserimento nel mondo del lavoro.  Serve riorganizzare un network per offrire un processo di formazione e riqualificazione dei  lavoratori”. 

 

Pensioni

In tema di pensione, infine, il premier ha ribadito lo stop a quota 100."Quota 100 è un progetto triennale di riforma - ha spiegato - che veniva a supplire a un disagio sociale. Non è all'ordine del giorno il rinnovo" 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato