Contenuto sponsorizzato

In Trentino Alto Adige il crollo dei consumi peggiore d'Italia. Piffer (Confcommercio): ''Per Bolzano dovuto anche all'enorme calo di stranieri''

Se a livello nazionale la previsione è di un calo del 10,9% (pari a una perdita di 116 miliardi, 1.900 euro pro capite), il Nord risulta l’area più penalizzata (-11,7%), con quasi il 60% del calo complessivo concentrato nelle sue 8 regioni e con la Lombardia che registra la maggiore perdita in valore assoluto mentre le province di Trento e Bolzano quella in termini percentuali

Di L. P. - 31 agosto 2020 - 19:11

TRENTO. E' il Trentino Alto Adige il territorio italiano dove sono calati di più i consumi rispetto all'anno precedente. Lo certifica l'analisi sui dati regionali nel 2020 dell’Ufficio Studi di Confcommercio che spiega come sia un effetto-Covid a diverse velocità quello che sta travolgendo il sistema economico italiano: se a livello nazionale la previsione è di un calo del 10,9% (pari a una perdita di 116 miliardi, 1.900 euro pro capite), il Nord risulta l’area più penalizzata (-11,7%), con quasi il 60% del calo complessivo concentrato nelle sue 8 regioni e con la Lombardia che registra la maggiore perdita in valore assoluto (oltre 22,6 miliardi di consumi), mentre nel Mezzogiorno la riduzione della spesa sul territorio è più contenuta (-8,5%) a causa della minor presenza di turisti stranieri e di una minore caduta dei redditi.

 

In ogni caso, il quadro complessivo appare sconfortante e in tutti i territori, per differenti ragioni, dovrebbero trascorrere almeno cinque anni per tornare ai livelli di spesa pro capite del 2019. Rimangono, pertanto per Confcommercio nazionale, fondamentali le riforme strutturali, da finanziare in parte con i fondi europei, per tornare a crescere a ritmi più coerenti con le legittime aspettative di famiglie e imprese. ''L’analisi – commenta Massimo Piffer, vicepresidente vicario di Confcommercio Trentino – posiziona la nostra regione in vetta a questa classifica, per il calo percentuale. La ricerca fotografa una situazione che purtroppo stiamo vivendo e che subisce anche la quasi totale assenza dei consumi degli stranieri che, in particolare per l’Alto Adige, costituiscono una quota significativa''. E sicuramente non ha aiutato il sistema a ripartire la decisione della Giunta Fugatti di chiudere negozi e supermercati nelle principali piazze del Trentino (Trento, Rovereto, Pergine) le domeniche e i festivi (con gravi danni anche per i centri commerciali) praticamente negli ultimi sei mesi (da marzo, quando è cominciato il lockdown).

 

E se in Molise la riduzione a prezzi costanti è 7,2% (la più contenuta) in Trentino Alto Adige arriva al 16% (la caduta più profonda). In termini di perdita di valore il Nord, nel complesso, rimane l’area più penalizzata: dei 116 miliardi di consumi in meno stimati per l’anno in corso oltre 65 (quasi il 57%) derivano dalle otto regioni settentrionali (che nel 2019 pesavano per il 52% dei consumi sul territorio del totale Italia). La Lombardia sconta la riduzione più significativa, pari a oltre 22,6 miliardi di euro. Per il Trentino Alto Adige la caduta è di oltre 4 miliardi di euro. In termini di consumi per abitante, la caduta della spesa sul territorio nazionale nel 2020 ammonterebbe a 1.900 euro a testa, riportandone il livello alla metà degli anni ’90, un’evidenza che conferma l’unicità dell’anno in corso nella storia economica italiana del dopoguerra.

 

''La sfida - conclude Piffer - ora è quella di recuperare il terreno perduto, consapevoli però che il sistema economico ha bisogno di un supporto straordinario da parte dell’ente pubblico: contributi certamente, ma anche un approccio più moderno e meno asfissiante per quel che riguarda la burocrazia, come ha giustamente sottolineato il presidente Sangalli. Siamo d’accordo con il presidente nazionale anche per ciò che riguarda il fisco: è ora di lavorare a riforme serie e concrete per ridurre la pressione fiscale a carico delle imprese e dei lavoratori''.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 13:55

Il vicepresidente della provincia di Bolzano ha fatto l'annuncio sui social. E pensare che in Trentino il primo cittadino del capoluogo è stato attaccato proprio dalla Giunta provinciale per la scelta presa ieri. Per Failoni ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''

19 ottobre - 21:19

C'è tempo fino a domenica 15 novembre per inviare le proprie fotografie. I punti forti nella selezione degli scatti sono creatività, originalità, qualità della fotografia e aderenza al tema. Mediocredito: "E' sufficiente munirsi di smartphone e tablet. Le immagini poi vengono giudicate da una commissione di esperti"

20 ottobre - 09:55

Un uomo 66enne alla guida della sua Alfa Romeo si è schiantato contro un muretto a Bardolino. Perso il controllo del mezzo, ha sbandato e si è scontrato contro una recinzione, rimanendo incastrato. Sul luogo i vigili del fuoco lo hanno estratto con le pinze idrauliche, consegnandolo poi alle cure dei medici

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato