Contenuto sponsorizzato

Obiettivo: abbattere il rischio di contagio. Un'azienda trentina lancia la prima postazione scomponibile dotata di dispositivi per la sanificazione

L'azienda roveretana Borz, leader nella produzione di cucine industriali, lancia la nuova postazione di sanificazione concepita per garantire la massima sicurezza in diversi ambiti professionali, dalla ristorazione all'hotellerie, ma non solo

Di Laura Gaggioli - 06 November 2020 - 17:55

ROVERETO. Non una comune cucina. Al tempo del Covid ci sono nuove esigenze da intercettare e Borz, l’azienda trentina d'eccellenza nella produzione di cucine industriali, ha messo la sua esperienza a servizio dei professionisti che necessitano di una stazione dedicata alla sanificazione di utensili e dispositivi.

 

Se il 2020 ha infatti disegnato una nuova mappa delle priorità, in cui operazioni come la sanificazione o l'igienizzazione svolgono un ruolo decisivo nella quotidianità di tutti noi, è a maggior ragione negli ambienti lavorativi, specie in quelli di ristoranti o più in generale di ristorazione, che si ricercano modalità più sicure per abbattere i rischi del contagio

 

Così, a offrire una possibile soluzione ci ha pensato l'azienda roveretano Borz, che, attraverso il bando “Sostegno alle piccole e medie imprese per lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi a uso industriale e civile per la gestione delle fasi post emergenza sanitaria COVID-19” finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento e da Trentino Sviluppo, ha utilizzato le proprie competenze in materia nella lavorazione dell'acciaio Inox per costruire una postazione in grado di garantire la massima sicurezza attraverso degli strumenti per l'igienizzazione e la sanificazione. 

 

Borz, con la prima postazione di sanificazione completa e personalizzabile completamente made in Trentino, ha voluto così offrire una soluzione pratica e immediata. Il progetto è realizzato interamente in acciaio Inox, come detto, utilizzando il primo sistema a incastro brevettato dall’azienda per evitare l’accumulo di sporco e integrando tecnologie di igienizzazione all’avanguardia, prodotti di sanificazione certificati, materiali e lavorazioni che seguono gli standard HACCP.

 

Il design è piacevole, minimale ma soprattutto funzionale. Infatti la struttura componibile è costituita da uno o più moduli, in base allo spazio disponibile. Sulle piattaforme MEPA e MEPAT sono già disponibili 4 versioni, ma, come tradizione vuole, l’azienda garantisce anche la possibilità di realizzare progetti su misura. E’ possibile infatti scegliere tra lavelli, dispenser, termoscanner, lavautensili a ozono, lavaoggetti per calzature. Tutto scrupolosamente pensato per ridurre le occasioni di contatto diretto con gli utensili e procedere contemporaneamente alla sanificazione attraverso l’innovativo "ionics", uno spray che utilizza l’acqua del rubinetto senza l’uso di prodotti chimici ma che garantisce una sanificazione al 99,9 %, o un dispositivo a raggi UV.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

25 January - 10:34

"Motivi personali" all'origine della temporanea sostituzione del direttore del Muse, Michele Lanzinger: "Sarò sostituito da Massimo Eder fino al 22 febbraio". Il museo sotto la sua guida è riuscito in questi anni a macinare record su record. La sostituzione momentanea  contenuta in una delibera che vede come relatore il presidente Maurizio Fugatti 

25 January - 09:52

Il fiuto dei cani antidroga è risultato decisivo per il sequestro di diverse decine di grammi di sostanze stupefacenti. I controlli degli agenti della questura si è concentrato su alcuni locali noti per la presenza di soggetti connessi allo spaccio, che alla vista delle forze dell'ordine hanno cercato inutilmente di disfarsi delle dosi di cui erano in possesso

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato