Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la crisi taglierà anche le spese per i saldi invernali. Federmoda Trentino: ''Fatturati decurtati e le forti nevicate non hanno aiutato''

Per i negozi, mai come quest'anno, i saldi servono per incassare la liquidità necessaria per pagare tasse, dipendenti, fornitori e affitti ma anche per far fronte agli investimenti necessari agli ordinativi delle nuove collezioni

Pubblicato il - 02 gennaio 2021 - 16:24

TRENTO. Saldi invernali all'insegna del Covid19 e di tutte le restrizioni che ne conseguono.

 

Secondo la stima dell’Ufficio studi di Confcommercio è di 4 miliardi di euro il valore dei saldi invernali contro i 5 dell’anno scorso; oltre 15 milioni sono le famiglie che acquistano in periodo di saldi e 111 euro è la spesa media pro capite.

 

Sono numeri al ribasso rispetto al passato a causa dei provvedimenti anti-covid adottati dal Governo che stanno mettendo a dura prova l’intera filiera della moda.

 

"L’avvio a singhiozzo delle aperture - spiega il presidente di Federmoda Trentino Giovanni Gravante - oltre alle abbondanti nevicate di questi giorni non ha aiutato i negozi che si sono visti decurtare i fatturati. Come nelle abitudini della filiera della moda, tutto è pronto per cercare di ripartire in questo nuovo anno, che si spera possa risorgere, anche con l’aiuto dei vaccini, per un ritorno alla normalità".

 

Per i negozi, mai come quest'anno, i saldi servono per incassare la liquidità necessaria per pagare tasse, dipendenti, fornitori, affitti, costi fissi e utenze, ma anche per far fronte agli investimenti necessari agli ordinativi delle nuove collezioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 11:04

L’uomo non è l’unico essere vivente a intrecciare relazioni con le altre specie, per esempio corvi e lupi possono collaborare fra loro con gli uccelli che indicano ai carnivori la presenza di prede o carcasse. Ma non solo perché alcuni corvi sono stati visti giocare con i cuccioli del branco

20 gennaio - 11:18

Nel 2020 Admo Trentino è riuscita ad avere 666 nuovi iscritti arrivando, in totale, ad averne circa 10600. Un leggerissimo calo rispetto gli anni scorsi ma ben lontano dal decremento del 40% che si è registrato a livello nazionale. Sono state finanziate diverse borse di studio e diversi progetti. La presidente: "Abbiamo avuto la fortuna di avere 12 donatori trentini"​

20 gennaio - 05:01

La vicenda legata alla chiusura del quotidiano di via Sanseverino resta molto complicata: i giornalisti non sono in cassa integrazione perché non funziona come nel 1800 che il padrone chiude e buona notte. Gli abbonamenti sono stati convertiti con quelli del giornale fino a ieri concorrente senza possibilità di rimborso e non si capisce chi sia il direttore del sito (che Ebner e la proprietà altoatesina hanno detto di voler rilanciare) visto che intanto vi lavorano persone dell'Adige, dell'Alto Adige e un fortunato ex del Trentino

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato