Contenuto sponsorizzato

Mediocredito dà il benvenuto al nuovo responsabile della sede bolzanina David Zanolli. "Radicati da oltre 60 anni a sostegno delle imprese locali"

David Zanolli sarà il nuovo responsabile della sede bolzanina di Mediocredito. Attiva da oltre 60 sul territorio altoatesino, la banca d'investimento sostiene le piccole e medie imprese con credito a medio/lungo termine, consulenze e operazioni straordinarie. "Accompagniamo le aziende nelle fasi più importanti della loro vita"

Di Davide Leveghi - 18 gennaio 2021 - 15:31

BOLZANO. Mediocredito, banca d'investimento presente da decenni sul territorio regionale, conterà d'ora in poi con un nuovo responsabile nella sede bolzanina. Radicata da 60 anni nel capoluogo altoatesino e su tutto il territorio provinciale, la sede locale sarà ora guidata da David Zanolli. “Questa è un'informazione incidentale – esordisce con modestia – in un solco che ci vuole qui nella sede di via Alto Adige da oltre 60 anni”.

 

La presenza storica nel territorio altoatesino della banca d'investimento è dimostrata dal decennale rapporto di sostegno alle piccole e medie imprese con credito a medio lungo termine, consulenza e operazioni straordinarie pensate appositamente per accompagnare le aziende in tutti i momenti cruciali della loro vita.

 

“Il nostro radicamento è dimostrato dal supporto che abbiamo dato ad alcune importanti realtà del territorio – spiega Zanolli – dal centro commerciale Twenty di Bolzano al sostegno alle energie rinnovabili, fino al partenariato ideale offerto alle società che costruiscono o gestiscono gli impianti di risalita”.

 

Ma in cosa consiste il lavoro di Mediocredito? “La nostra è una banca d'investimento, non una banca commerciale orientata al breve termine – prosegue – questo significa che siamo focalizzati al medio/lungo periodo, con strumenti di finanza strutturata immaginati per accompagnare le imprese nelle fasi di vita più importanti, quando si devono compiere delle scelte come acquisti di concorrenti, cessioni, la costruzione di nuovi impianti, e così via. Mediocredito offre anche dei minibond, cioè delle obbligazioni, accompagnando le imprese in tutte le fasi”.

 

Diamo consulenza, ci occupiamo della strutturazione e mettiamo le risorse per sottoscrivere l'emissione. Essendo una banca d'investimento locale, siamo in grado di seguire anche piccole imprese in queste transizioni finanziarie, non necessariamente, dunque, con cifre eccessivamente alte”.

 

Nelle fasi importanti di sviluppo e crescita aziendale, nelle acquisizioni e nei passaggi generazionali, Mediocredito offre il sostegno necessario. “Non forniamo solo capitale di debito ma anche di rischio. Siamo strutturati per diventare soci di minoranza, in accordo con quelli di maggioranza, in determinati periodi delle imprese. Grazie all'expertise e al radicamento, ce lo possiamo permettere, con l'obiettivo di creare nuove realtà imprenditoriali più solide in grado di affrontare le sfide del futuro”.

 

Ma non è tutto. “Oltre a fornire gli strumenti di finanza tradizionale, Mediocredito accompagna le imprese nel percorso virtuoso di avvicinamento ai mercati di capitali, affiancandole in tutti i passi”, conclude Zanolli.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 16:45

A 12 anni ha lasciato la sua casa in Afghanistan, passando per Iran e Turchia è arrivato in Grecia dopo un viaggio durato anni, lì è rimasto coinvolto nell’incendio che lo scorso settembre ha devastato il campo profughi di Moria: ora grazie alla Comunità Papa Giovanni XXIII l'incredibile storia di N.A. (che chiameremo Nico) ha trovato a Rovereto il suo lieto fine

07 marzo - 19:24

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi 2 decessi. Sono 72 i Comuni con almeno un caso di positività

07 marzo - 18:26

L'amministrazione comunale continua a respingere la semplicissima proposta volta a sensibilizzare la comunità sul rispetto delle donne e contro la violenza. Vardon Inant: ''La Giunta provinciale in questi giorni ha deciso di aderire al progetto nazionale 'Panchina rossa' coinvolgendo anche, come parte attiva, i Comuni. Torniamo a chiederla per Mazzin e a tal proposito abbiamo deciso di interpellare direttamente la Provincia''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato