Contenuto sponsorizzato

Delega della giustizia, trattativa serrata con Arno Kompatscher, Cisl Fp: "Anche i massimi vertici della magistratura ci danno ragione"

Un doppio incontro, prima a Bolzano e poi a Trento, per iniziare l’attuazione della delega della giustizia al Trentino Alto Adige. Venerdì scorso una concertazione con Arno Kompatscher, mentre sabato, le parti datoriali hanno incontrato il personale a Trento per cercare di serrare le fila e risolvere le criticità evidenziate dalle parti sociali, invitate alla riunione, dove era presente anche il presidente altoatesino

Di Cisl Fp Trentino, spazio autogestito - 27 maggio 2017 - 15:22

TRENTO. Una trattativa serrata: un doppio incontro, prima a Bolzano e poi a Trento, per iniziare l’attuazione della delega della giustizia al Trentino Alto Adige. Venerdì scorso una concertazione con Arno Kompatscher, mentre sabato, le parti datoriali hanno incontrato il personale a Trento per cercare di serrare le fila e risolvere le criticità evidenziate dalle parti sociali, invitate alla riunione, dove era presente anche il presidente altoatesino.

 

Siamo ancora lontani da una soluzione - ammette Giuseppe Pallanch, segretario della Cisl Fp - ma arrivano la trattativa è serrata: i massimi vertici della magistratura hanno evidenziato le problematiche che da tempo abbiamo messo nero su bianco, come il rischio concreto della mortificazione dei lavoratori interessati con conseguenze inevitabili sulla qualità del servizio, oggi ai vertici delle statistiche nazionale, mentre i vertici tecnici della Regione Trentino Alto Adige stanno cercando di rendere effettive le parole del presidente Kompatscher: ormai il tempo è scaduto”.

 

La politica ha infatti fortemente voluto e salutato questa delega come un successo senza precedenti, come un rafforzamento dell'Autonomia, mentre i confederati Cisl FpFp Cgil Uil Pa non hanno mai nascosto le perplessità sul percorso attuativo della norma.

 

“E’ importante - aggiunge la Cisl Fp - affrontare quanto prima e in modo definitivo i nodi sul tavolo, dalla totale incertezza sulle risorse aggiuntive necessarie per l'adeguamento degli organici al corretto inquadramento delle professionalità. Venerdì scorso abbiamo incontrato a Bolzano il presidente Arno Kompatscher che si è mostrato molto disponibile. Ora è tempo di avviare la necessaria valorizzazione del personale della giustizia per dare un impulso positivo alla delega”.

 

Il comparto di giustizia interessa in Trentino Alto Adige oltre 400 dipendenti e Giuseppe Pallanch sottolinea come “l'unico punto fermo - dice - è la scadenza dei termini per un accordo di concertazione che consentirebbe di esercitare il diritto di opzione”.

 

I sindacati mettono in luce ancora una volta che non si conosce il progetto organizzativo, non è garantito un pieno diritto di opzione per i dipendenti che vogliono rimanere nell'amministrazione statale e la totale incertezza sulle risorse necessarie per l'adeguamento degli organici e le riqualificazioni professionali.

 

“I lavoratori - attacca la Cisl Fp - hanno il diritto di sapere il futuro del comparto. E’ necessario fare chiarezza anche sul nuovo assetto, conoscere il progetto riorganizzativo e il nuovo modello di Agenzia delle Giustizia. Purtroppo siamo ancora all’oscuro di tutto”.

 

Un ulteriore preoccupazione riguarda la forza del personale: “La macchina della giustizia - conclude Pallanch - affronterà nei prossimi mesi un’ondata di pensionamenti senza precedenti. Le incertezze relative alle nuove assunzioni e il tempo necessario per avviare una formazione completa possono colpire ulteriormente il comparto”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 ottobre - 20:01
La denuncia è arrivata dal Gruppo MeToo Rovereto e riguarderebbe un dipendente dell'Apss del reparto otorinolaringoiatra di Rovereto poi [...]
Politica
27 ottobre - 20:52
Il consigliere comunale Walter Lenzi ha presentato un'interrogazione alla Giunta Ianeselli (firmata da tutti i capogruppo di maggioranza) per [...]
Cronaca
27 ottobre - 20:46
L'incidente è avvenuto in via Fratelli Fontana. I pezzi del pullman hanno colpito uno scooter in transito. Una persona è stata trasferita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato