Contenuto sponsorizzato

Mercatini e fiere all'Apt, il presidente Bertagnolli: "Stanchina ha sempre cercato di ostacolarmi. Ora lavoriamo all'acquisizione"

All'indomani delle dimissioni di Facchinelli, questo pomeriggio il consiglio d'amministrazione dovrebbe prendere una decisione sull'acquisizione dei Mercatini e del ramo fieristico da Trento Fiere

Di Luca Andreazza - 19 luglio 2017 - 11:49

TRENTO. "Un colpo di mano per diventare presidente dell'Apt, questo quello che ha provato a fare l'assessore Roberto Stanchina nella primavera dell'anno scorso. Probabilmente non ha ancora superato la cosa e da allora non ha mai cercato di stabilire quel rapporto proficuo che ci dovrebbe essere tra l'assessore e il presidente dell'Azienda per il turismo", queste le parole di Franco Aldo Bertagnolli, numero uno dell'Apt del capoluogo. 

 

Alla base delle tensioni non ci sarebbe quindi solo la 'partita Trento Fiere': "L'assessore - prosegue il presidente - ha sempre cercato di darmi contro, ma a distanza di oltre un anno dalla mia rielezione spero che capisca che sia necessario ristabilire un rapporto che non dovrebbe dipendere da personalismi e manie di protagonismo".

 

Non è un mistero che quella candidatura di Stanchina non era piaciuta neppure al primo cittadino Alessandro Andreatta, che all'assemblea dei soci dell'Apt del 2016, si era manifestato pubblicamente contrario alla possibilità di una figura tuttofare in veste di assessore al turismo e presidente dell'ente, un cortocircuito. 

 

A settembre scorso Roberto Stanchina viene quindi sostituito il tavolo al consiglio d'amministrazione dell'Apt per lasciare spazio al collega di partito Dario Maestranzi in qualità di delegato al Bondone. Una mossa quella che salva da una parte la giunta e dall'altra stempera le tensioni e smorza i toni tra ente al turismo e amministrazione. A quanto pare per poco.

 

Questo pomeriggio in Consiglio d'amministrazione si discute, forse per l'ultima volta, del passaggio dei Mercatini di Natale e del ramo fieristico in capo all'Apt. E se la kermesse di Natale piace e il suo valore è riconosciuto, non altrettanto si può dire delle manifestazioni fieristiche: una perizia tecnica valuta l'acquisizione del ramo d'azienda relativo all'attività fieristica di Trento Fiere Spa pari a circa 400 euro, 378 euro per la precisione e la nuova 'casa' ancora all'orizzonte non si vede.

 

Un consiglio d'amministrazione che si annuncia potenzialmente caldo e che perde un player importante: il dimissionario Claudio Facchinelli, deus ex machina di quei Mercatini partiti dal nulla e capaci di superare le oltre 500 mila visite. "Personalmente mi dispiace - commenta Bertagnolli - è stato importante in questi anni per l’Apt e perdiamo quell’unico esperto che avrebbe potuto aiutarci proprio nell’assolvere il nuovo compito di gestione del ramo di Trento Fiere".

 

Decisione che ha scatenato la reazione di Stanchina. Presidente Bertagnolli, l’assessore ha dichiarato molte volte che lei non è favorevole al fatto che l’Apt prenda il ramo fieristico di Trento Fiere. E’ così?

Credo che questa vicenda non dovrebbe essere trattata sulla stampa, ma in altri sedi. Invece c'è chi ha parlato più volte con il giornalisti di questi aspetti che ai diretti interessati.

 

La mia ultima dichiarazione risale a mesi fa. Le mie perplessità, espresse all’unanimità dal consiglio d'amministrazione a marzo scorso, erano dovute al fatto che si chiedeva di decidere, senza però aver riecevuto una richiesta scritta e la necessaria documentazione tecnica.

 

A fine maggio ci è stato formalizzato tutto, il 14 giugno il sindaco Alessandro Andreatta e l’assessore Roberto Stanchina sono venuti in consiglio d'amministrazione a parlare di Trento Fiere, Mercatini di Natale e fiere. Successivamente ho avuto degli incontri chiarificatori con il primo cittadino, fondamentale in questo momento e che vorrei ringraziare per la correttezza.

 

Secondo indiscrezioni di stampa, ci sarebbe anche una lettera inviata al Comune, poche settimane fa nella quale lei diffida l'amministrazione di non chiedere aiuto alla direttrice dell'Apt per sistemare la 'partita Trento Fiere'.  

Questo è assolutamente falso. A marzo l’assessore ha chiesto al consiglio d'amministrazione di far lavorare la direttrice sull’ipotesi di integrazione del ramo d’azienda di Trento Fiere in Apt: in quella fase questa richiesta è stata ritenuta inopportuna e così è stato risposto al Comune.

 

In quella sede è stata chiesta la documentazione tecnica, ma soprattutto una richiesta scritta se Apt fosse interessata a prendere in gestione le attività: l’Azienda per il turismo è una società consortile e come tale tutte le decisioni vengono prese collegialmente. 

 

Tutto sarebbe cambiato solo recentemente

Dopo la presentazione da parte del Sindaco del 14 giugno, il consiglio d’amministrazione ha espressamente autorizzato la direttrice a lavorare all’ipotesi di integrazione del ramo d’azienda e così si sta procedendo.

 

Oggi prenderete una scelta sul ramo di Trento Fiere? Che posizione prenderà lei?

La scelta che il Cda di Apt è chiamato a fare è prettamente politica e non tecnica. Se eventi espositivi e Mercatini di Natale sono considerati alla stregua di 'beni pubblici', se la pubblica amministrazione ha individuato la nostra Apt come destinataria del ramo d’azienda, come presidente sento la responsabilità di fare un passo verso il bene comune. Allo stesso tempo il nostro cda deve responsabilmente tutelare tutte le attività dell'Azienda, organizzandosi a dovere per il futuro.

 

Crede che l'acquisizione del ramo fieristico creerà altre spaccature nel consiglio d’amministrazione?

Penso che qualche mese fa molti consiglieri erano contrari all’idea, in quanto l’Apt dovrebbe concentrarsi più sulla promozione del territorio che nella gestione di eventi e poli espositivi.

 

Spero che così come sento la 'responsabilizzazione pubblica' sulla vicenda, anche gli scettici si convincano dell’operazione, anche se da una parte dovremo accettarla come politica e dall’altra dovremo implementare nella nostra organizzazione con attenzione e lungimiranza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato