Contenuto sponsorizzato

Mercatini e fiere all'Apt, la Uil: "Prospettiva interessante, ma l'Azienda sembra in affanno già ora per le attività in corso"

Il sindacato chiede chiarimenti sull'organizzazione dell'Azienda per il turismo del capoluogo in attesa di completare l'acquisizione dei compiti di Trento Fiere. Largher: "Tra eventi e attività istituzionali il fiato di questa realtà sembra corto"

Di Luca Andreazza - 19 settembre 2017 - 19:44

TRENTO. "E' interessante che l'Azienda per il turismo possa avere le redini degli eventi che ricadono sulla città, ma sono numerosi i punti interrogativi alla luce della decisione di acquisire i rami di Trento Fiere. Ho l'impressione che l'Apt del capoluogo sia già in affanno ora, appare in difficoltà nel gestire al meglio tutte le attività già in essere, alle quali si aggiungeranno ulteriori mansioni. Vorrei capire cosa sta succedendo", queste le parole di Walter Largher, segretario di UilTucs.

 

Dopo le dimissioni di Claudio Facchinelli dal consiglio d'amministrazione, il tira e molla per assumere le redini del ramo fieristico e dei Mercatino di Natale, così come il battibecco, poi rientrato, tra il presidente dell'Apt Franco Aldo Bertagnolli e l'assessore Roberto Stanchina (Qui articolo), filtra ancora tensione intorno all'Azienda per il turismo di Trento. 

 

Sembra che qualcosa bolla in pentola nel consiglio d'amministrazione, ma anche tra le fila dei dipendenti. "L'assemblea sindacale - aggiunge il segretario - evidenzia che i lavoratori abbiano piena consapevolezza dell'importanza del ruolo che svolgono in Apt, realtà però che non riuscirebbe a riconoscere un maggior coinvolgimento, la giusta professionalità e quell'autonomia operativa per svolgere al meglio i propri compiti. Strano inoltre che in questo contesto di crisi lavorativa, tanti dipendenti abbiano lasciato spontaneamente il posto di lavoro, rinunciando spesso al contratto a tempo indeterminato".

 

Ordine del giorno da tempo pronto e richiesta di incontro già inviata. "Vorrei affrontare in modo costruttivo queste tematiche - sottolinea Largher - ma l'email per chiedere un appuntamento dell'11 agosto scorso indirizzata a presidente e direttrice non è stata mai presa in considerazione. Poco prima dell'estate abbiamo inoltre registrato un aumento di dipendenti sindacalizzati e mi preme affrontare in maniera serena il tutto. Nonostante i solleciti, nulla però si muove. L'azienda paga gli stipendi regolarmente, ma i problemi in questo caso sono di tipo organizzativo. Evidentemente qualcosa si è inceppato e l'Apt fatica a dispiegare il proprio potenziale professionale. Ripeto, vorrei capire cosa sta succedendo".

 

Apt che può vantare una certa esperienza nell'organizzazione degli eventi di rilievo tra Trento, il Monte Bondone e la Valle dei Laghi. "L'organizzazione del Mercatino e delle fiere - aggiunge il sindacalista - è un passo importante. L'Apt sembra già col fiato corto e che non si voglia assumere nessuno. Certo, sto ancora aspettando un incontro oppure una risposta per capire le prossime mosse. Il know-how non manca, ma anche se probabilmente è tutto regolare, i rapporti tra Apt e Asd Charly Gaul Internazionale (che organizza La Leggendaria Charly Gaul, La Moserissima, Viote Monte Bondone ski marathon, DiVinNosiola trail running e skiroll), associazione sportiva che vede gli stessi dipendenti far parte di questa realtà, così come una direttrice (Apt)-presidente (Asd), può far riflettere e può sembrare un uso piuttosto distorto dei mezzi a disposizione".

 

Nel mirino anche i corsi di formazione. "Le Apt - conclude Largher - rientrano nel settore del terziario e, se non sono ancora inquadrati nel vecchio contratto provinciale, rientrano in questa tipologia contrattuale. Per questo motivo ogni anno queste aziende versano obbligatoriamente alcune risorse al fondo For.Te, un fondo per organizzare dei corsi di formazione. Gli aggiornamenti e la continua professionalizzazione sono fondamentali nel campo del turismo, ma questa possibilità non viene sfruttata e centinaia di migliaia di euro vengono così persi. E' necessario prevedere inoltre un integrativo per rilanciare il comparto e valorizzare veramente il Trentino. Le Apt dovrebbero fare rete sul territorio, ma l'impressione è che pure tra loro si parlino poco".  

 

  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

25 febbraio - 07:55

Ieri sono stati in tantissimi a ritrovarsi in piazza a Vigo Meano per ricordare l'ennesima vittima di femminicidio e dire basta alla violenza. Prosegue, intanto, la raccolta fondi per aiutare i quattro figli di Deborah Saltori 

24 febbraio - 20:09

L'attività viene portata avanti da Elisabeth, Lucia e Antonietta e si trova in Vicolo Santa Maria Maddalena. Nato nel 1997, il salone 'La Femme' si è sempre più fatto conoscere per la professionalità offerta e per l'attenzione non solo nella qualità dei prodotti ma anche nel rispetto per l'ambiente 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato