Contenuto sponsorizzato

Rca auto, in Trentino 5 veicoli su 100 non sono assicurati. A Fondo l'evasione maggiore

I dati pubblicati sul Sole 24 Ore. In Italia i veicoli non assicurati sono il 12,7%. A Bolzano la quota di evasione è del 6,76%. Nella città di Trento  i veicoli non assicurati sono 5.14% mentre a Rovereto sono il 5,64%.

Pubblicato il - 10 maggio 2017 - 06:39

TRENTO. Sono quasi 25 mila i veicoli presenti in Trentino sprovvisti di assicurazione. Stiamo parlando del 5,25% del parco macchine che complessivamente è di 472.222 veicoli.

 

I dati sono stati pubblicati dal Sole 24 Ore dopo averli ricavati dagli open data della Motorizzazione aggiornati a febbraio. Sono stati considerati i soli autoveicoli (in prevalenza, autovetture, autocarri e bus): in inverno molto motoveicoli vengono lasciati in garage senza assicurazione, per cui le cifre sarebbero falsate. Analizzando la situazione che troviamo in Italia, i veicoli non assicurati si aggirato sul 12,7%. Un valore questo ben al di sopra del Trentino ma anche di Bolzano che si attesta ad una quota di evasione del 6,76%.

 

Secondo i dati forniti, l'evasione si concentra prevalentemente al Sud con alcuni comuni, specie in Campania, dove risulta scoperto anche un autoveicolo su due.

Soffermandoci al Trentino, invece, i primi tre comuni con il maggior numero di auto non coperte dell'assicurazione sono: Fondo con il 24,33% di evasione su 937 veicoli, Faedo con il 20,77% di evasione su 467 veicoli e Bresimo con il 13,75% su 160 veicoli.

 

Ad avere tutte le auto con l'assicurazione è invece il comune di Bersone dove ci sono 89 veicoli. A Praso, invece, ci sono 121 veicoli e lo 0,83 di evasione mentre a Montagne, con 101 veicoli l'evasione è di 0,99%.

Per quanto riguarda le città più grandi, a Trento i veicoli non assicurati sono 5.14% su 240.255 veicoli, a Rovereto sono il 5,64%su 20.282 veicoli, a Pergine l'evasione è del 5,46% con 11.646 veicoli mentre a Riva del Garda l'evasione sale del 6.83% su 8.881 veicoli

 


 

Ma quanto costa assicurare un veicolo? Ad affrontare la questione è stato qualche settimana fa il Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti.

 

Da qualche anno è stato abolito il tacito rinnovo delle polizze Rca e quindi ad ogni scadenza annuale il cittadino deve stipulare un nuovo contratto che può essere con la stessa compagnia oppure una nuova.

 

Le offerte sono numerose e soprattutto differenti ed è in questa 'giungla' che il Centro Consumatori ha chiesto maggiore attenzione all'utente.

 

“E' necessario che il cittadino – viene spiegato - valuti bene le offerte presenti, si deve cercare quella più conveniente e personalizzata, o cercando sui siti delle varie compagnie o rivolgendosi alle agenzie o ai broker assicurativi”.

 

Per Carlo Biasior del Centro consumatori, “è giusto che ci sia una differenza dei prezzi da una compagnia assicurativa all'altra ed è proprio questo l'incentivo al cittadino perché verifichi ogni anno le opportunità ed eventualmente cambiare assicurazione auto. Solo in questo modo si può innescare un comportamento virtuoso”.

 

Dove cercare il preventivo migliore?

Ci sono numerosi siti on-line, tra cui www.iltuopreventivatore.it (portale dell’IVASS per confrontare i preventivi RCA), che permettono di valutare i costi dei prodotti sul mercato, che variano di continuo e prevedono molteplici profili soggettivi.

 

Il consiglio, viene spiegato dal Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti, “è quello di far funzionare la concorrenza continuando a cambiare compagnia”.

 

Proprio per questo il Centro di Trento ha confrontato le offerte di alcune compagnie sia attraverso broker online e direttamente tramite i siti delle compagnie, cercando di assicurare un profilo tipo: un uomo, 46 anni, classe bonus/malus 4, autovettura 2.7, con semplice garanzia RCA può spendere dai 354,87 euro della compagnia Zurich connet, agli 809,00 € di Itas.


Sempre sul tema della tariffe, ricorda il Crcu , l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha aperto un’istruttoria (Provvedimento n. 26263, I802 - RC AUTO, in corso) per possibile intesa restrittiva della concorrenza sulle tariffe RC auto, nei confronti delle seguenti società: Unipol Gruppo Finanziario S.p.A., UnipolSai Assicurazioni S.p.A., Compagnia Assicuratrice Linear S.p.A., Allianz S.p.A., Genialloyd S.p.A., Assicurazioni Generali S.p.A., Generali Italia S.p.A., Genertel S.p.A., AXA Assicurazioni S.p.A., Società Cattolica di Assicurazione -Società Cooperativa, FATA Assicurazioni Danni S.p.A., TUA Assicurazioni S.p.A.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 August - 19:12
La Pat comunica che, in seguito al sopralluogo dei tecnici, anche gli ultimi 5 evacuati sono stati fatti rientrare a casa a Muncion (frazione di [...]
Cronaca
08 August - 19:13
Le operazioni del soccorso alpino si sono svolte in val di Fassa. Alcune parti del sentiero sono franate a causa del forte maltempo che ha [...]
Politica
08 August - 18:50
Ugo Rossi si è dimesso da Azione: “Adesso trascorreranno la campagna elettorale ad accusarsi l’un altro su chi per primo abbia violato il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato