Contenuto sponsorizzato

Sait, domani sciopero dei lavoratori per l'intera giornata

La mobilitazione contro i tagli al personale. I sindacati "Non possiamo accettare che gli errori ricadano solo sui dipendenti"

Pubblicato il - 17 novembre 2016 - 17:29

Si terrà domani, a partire dalle 9.30 lo sciopero dei dipendenti della Sait. I lavoratori incroceranno le braccia per l'intera giornata contro la decisione del consorzio di tagliare 130 posti di lavoro.

 

A ribadire la contrarietà alla drastica riduzione dei lavoratori sono in maniera unitaria i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. “Tagliare 130 posti di lavoro è inaccettabile – è stato spiegato in una nota sindacale – è una cifra sproporzionata. Se i vertici Sait in questi anni non sono stati in grado di adeguarsi ai cambiamenti del mercato, non possono pensare di riorganizzarsi all'improvviso semplicemente tagliando i posti di lavoro. Non possiamo accettare che gli errori ricadano solo sui dipendenti”.

 

La protesta contro gli esuberi sarà portata anche davanti alla sede della Cooperazione Trentina, in via Segantini. Dipendenti e sindacati organizzano un presidio a partire dalle 9.30. A decidere la mobilitazione erano stati gli stessi lavoratori che qualche giorno fa si sono riuniti in assemblea nella quale, inoltre , hanno deciso di richiedere un incontro, a fine mese, con il presidente del Consiglio Provinciale, Bruno Dorigatti, il presidente Ugo Rossi, l'assessore Alessandro Olive e i capigruppo in Consiglio Provinciale. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 15:10

Dai primi fastidi alle settimane rinchiusa in casa. Ilaria, residente a Egna, racconta il suo viaggio nella lotta contro il Covid. Tra i più grandi ostacoli spiccano quelli mentali: "Mi sentivo psicologicamente demoralizzata perché credetemi, questa bestia prende tutto, pure la mente. Spero che la mia storia sia di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione"

29 novembre - 17:00

Una persona estratta dalla lamiere dell’auto con le pinze idrauliche. Il ferito trasportato in codice rosso all’ospedale. Sul posto sanitari vigili del fuoco e forze dell’ordine

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato