Contenuto sponsorizzato

Si presentano in 20, tra laureandi e neolaureati, al "colloquio" all'Università di Economia e in 8 escono con l'assunzione. Il racconto di Giorgia e Pasquale

La multinazionale di consulenza Bip (Business Integration Partners) ha portato a Trento l'Exponential Recruiting (un format innovativo di confronto di gruppo e di valutazione personale). I ragazzi adesso dovranno trasferirsi a Milano per cominciare la loro nuova attività

Di Luca Pianesi - 06 marzo 2017 - 07:23

TRENTO. Prima gli è arrivato un sms che gli chiedeva di tornare a Economia. Poi gli è stato detto "complimenti" e gli è stata messa in mano una lettera. Aperta la busta si sono accorti che era una lettera di assunzione. Non male per otto laureandi e neolaureati di Trento, in un'epoca dove trovare lavoro è a dir poco complicato. Il tutto, poi, nell'arco di poche ore di colloqui, test e discussioni. Martedì, infatti, alla facoltà di Economia di Trento la "Bip – Business Integration Partners" (la prima multinazionale di consulenza italiana) ha realizzato l'Exponential Recruiting, l'innovativo format che consente di accelerare i processi di selezione rendendoli più coinvolgenti grazie all'utilizzo del design thinking della Stanford University (è, questa, una metodologia manageriale che incrocia la creatività dei designer e l'approccio scientifico del mondo della ricerca). Un'idea di Angelo Proietti, partner di Bip e ideatore del format.

 

"È stata una giornata molto impegnativa e intensa - ci spiega Pasquale Gebbia, uno degli 8 fortunati -. Abbiamo effettuato alcuni business case, esponendo ai manager le nostre soluzioni, e poi abbiamo assistito alla presentazione di Bip. Successivamente abbiamo sostenuto dei colloqui individuali con i manager rispondendo sia in merito ai casi presentati che a domande riguardanti noi stessi e il nostro percorso universitario". "Abbiamo fatto attività di gruppo e colloqui personali - aggiunge Giorgia Zompero un'altra ragazza che ha ricevuto la lettera - che hanno tenuto tutti noi canditati impegnati per metà giornata. In particolare i ritmi di lavoro e i compiti assegnati si sono rivelati una sfida continua, soprattutto con noi stessi e con le nostre abilità".

 

Al via dell'Exponential Recruiting si sono presentati 20 studenti che hanno avuto l'opportunità di conoscere e farsi conoscere dai recruiter e dai manager di linea di Bip secondo le modalità previste. Come detto un approccio proveniente dalla Stanford University che consente di valutare nella stessa giornata tutti i candidati e consegnare, nella stessa sede di incontro, un contratto di assunzione agli allievi selezionati. Tra questi c'erano anche Pasquale e Giorgia. Il primo è palermitano, è nato nel 1991 ed è un laureando alla specialistica di Management di Economia. Diplomatosi al Liceo Scientifico Cannizzaro di Palermo, successivamente ha iniziato il percorso universitario presso l’ateneo della sua città, corso di Economia e Amministrazione Aziendale (con esperienza all'estero alla Comenius University di Bratislava, in Slovacchia). Subito dopo la laurea ha scelto Trento per la specialistica. Adesso, a un passo dal chiudere anche questa esperienza ha già trovato cosa farà 'da grande' o, almeno, è pronto a mettersi in gioco. "Ho accettato immediatamente e mi trasferirò a Milano per iniziare a lavorare il 20 marzo - ci racconta -. Avrei iniziato anche prima, ma le due settimane di tempo mi servono per organizzare il trasferimento. Ricevere una proposta di assunzione dopo 1 ora e mezza dall'incontro è stato incredibile. Un crescendo di emozioni, dal ricevere l’sms al tenere per la prima volta tra le mani una lettera di assunzione". 

 

Anche Giorgia Zompero si è detta entusiasta. "È fantastico per un neolaureato avere l’occasione di partecipare ad esperienze che già mettono a confronto con la logica e le tempistiche che ci si ritroverà ad affrontare qualora si venga assunti. Inoltre, il fatto che questo incontro sia stato organizzato presso la sede dell’ateneo e che sia stato tale da risolvere l’iter per l’ammissione al tirocinio in così breve tempo probabilmente è stato un inestimabile valore aggiunto dell’esperienza". Giorgia è vicentina (di Valdagno dove si era diplomata al liceo classico), classe '90, si è laureata ad ottobre alla magistrale in Finanza sempre all'Università di Trento (dove aveva conseguito anche la triennale in Economia e Management) e anche lei a metà marzo si trasferirà a Milano per cominciare il suo tirocinio. 

 

"Ci rende molto orgogliosi esser riusciti a portare questo innovativo format anche a Trento, per dare l'opportunità agli studenti dell'Università di Trento di farsi conoscere secondo innovative modalità di recruiting - ha commentato Carlo Capè, co-fondatore e amministratore delegato di Bip -. Per il 2017 prevediamo di assumere 350 professionisti, di cui 150 tra neo laureati e laureandi e ritengo che l'Exponential Recruiting sarà fondamentale per raggiungere i nostri obiettivi di crescita". A fine giornata oltre agli 8 studenti ai quali è stata immediatamente consegnata una lettera di assunzione, ad altri 3 è stato chiesto di presentarsi per un secondo colloquio per confermare la propria idoneità alla posizione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 agosto - 05:01

In un Paese come la Germania sono gli stessi elettori a pretendere serietà dai loro rappresentanti e così per il numero 1 della Repubblica Federale tedesca non c'è stato altro da fare (soprattutto in questo momento difficile dove il Covid sta tornando e in Spagna e Francia si parla già di seconda ondata). In Italia, le cose, vanno diversamente

08 agosto - 18:09

Uno dei due ladri ha tentato di aggredire un carabiniere con un cacciavite. Nel furgone dei malviventi recuperate tre biciclette (una completamente smontata) dal valore complessivo di 9500 euro, ma anche sofisticate apparecchiature per inibire i Gps

09 agosto - 09:27

Il fatto è avvenuto nella notte tra sabato 8 agosto e domenica 9 a Ossana, in Val di Sole. Una discussione degenerata è stata sedata da due militari presenti sul posto in abiti civili. Identificatisi ai giovani protagonisti della zuffa, uno dei due carabinieri è stato raggiunto da un pugno di uno di questi, che successivamente ha cercato la fuga. 5 le persone identificate, tra cui dei minorenni. Rischiano fino a 5 anni di reclusione per rissa aggravata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
segui, commenta e partecipa alle discussioni relative al tema.
vota le proposte di altri utenti o proponi le tue idee.
Contenuto sponsorizzato