Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ''Il Trentino pronto a ripartire in sicurezza: vengano vaccinati i lavoratori'', gli imprenditori consegnano un appello al Commissario per l'emergenza Figliuolo

Il presidente del Coordinamento provinciale imprenditori, Roberto Simoni, ha consegnato una lettera per chiedere l’avvio della campagna vaccinale nelle aziende: "Migliaia di addetti nei settori dell’ospitalità, dell’industria, dei servizi, del commercio, della cooperazione, dell’artigianato e dell’export stanno attendendo di essere vaccinati, a prescindere dall’età anagrafica"

Pubblicato il - 14 maggio 2021 - 13:14

TRENTO. "C’è un Trentino pronto a ripartire che chiede di farlo in sicurezza". Inizia così la lettera che Roberto Simoni, presidente del Coordinamento provinciale imprenditori, ha consegnato al generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l'attuazione e il coordinamento delle misure occorrenti per il contenimento e contrasto dell'emergenza epidemiologica Covid-19.

 

La lettera, firmata anche da Gianni Bort (Confcommercio), Gianni Battaiola (Associazione albergatori), Fausto Manzana (Confindustria), Marco Segatta (Associazione artigiani) e Renato Villotti (Confesercenti), contiene un appello condiviso da tutto il mondo imprenditoriale trentino alle autorità di sanità pubblica affinché consentano la vaccinazione dei lavoratori e delle lavoratrici delle aziende, senza limiti di età, per ogni tipologia contrattuale, in attuazione del protocollo Governo - Parti sociali del 6 aprile scorso.

 

"Le imprese sono disponibili a supportare l’attività dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari per accelerare la campagna vaccinale, consapevoli che la salute sia un bene prezioso che merita l’attivazione di energie straordinarie e di disponibilità eccezionali".

 

La lettera in forma integrale:

 

C’è un Trentino pronto a ripartire che chiede di farlo in sicurezza.

 

Migliaia di addetti nei settori dell’ospitalità, dell’industria, dei servizi, del commercio, della cooperazione, dell’artigianato e dell’export stanno attendendo di essere vaccinati, a prescindere dall’età anagrafica.

 

Le loro aziende sono disponibili a farlo, supportando l’attività dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari per accelerare la campagna vaccinale, consapevoli che la salute sia un bene prezioso che merita l’attivazione di energie straordinarie e di disponibilità eccezionali.

 

Alla vigilia dell’avvio di una nuova stagione turistica, è fondamentale farsi trovare preparati. Il Trentino può essere un esempio positivo per la sicurezza e serenità dei milioni di visitatori che ci sceglieranno per le vacanze.

 

Il mondo imprenditoriale fa appello alle autorità di sanità pubblica affinché consentano la vaccinazione dei lavoratori e delle lavoratrici delle aziende, senza limiti di età, per ogni tipologia contrattuale, in attuazione del protocollo Governo - Parti sociali del 6 aprile 2021.

 

Vacciniamo i dipendenti delle aziende. Un impegno concreto delle categorie economiche a fianco della Provincia autonoma di Trento per sostenere la campagna di vaccinazione.

 

Roberto Simoni, presidente Coordinamento Provinciale Imprenditori Cooperazione Trentina

Gianni Bort, Confcommercio

Gianni Battaiola, Associazione Albergatori

Fausto Manzana, Confindustria Trento

Marco Segatta, Associazione Artigiani

Renato Villotti, Confesercenti

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 agosto - 20:26
L'assessore del capoluogo bolzanino Stefano Fattor spiega a il Dolomiti qual è il reale impatto, in termini di immissioni, dell'impianto sulla [...]
Cronaca
07 agosto - 20:46
La produzione tardiva delle ciliegie di montagna arrivava in un momento dell’anno in cui le altre ciliegie erano praticamente esaurite. Questo [...]
Cronaca
07 agosto - 19:41
Si va verso la completa normalizzazione in val di Fassa a seguito del violentissimo nubifragio di venerdì. Continuano le operazioni di messa in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato