Contenuto sponsorizzato

A Hospitality di Fierecongressi oltre 450 espositori (anche da Malta e Uzbekistan) e più di 100 eventi. Tra gli ospiti il ministro Garavaglia e Oscar Farinetti

I focus su formazione, tendenze, esperienze per il settore dell’ospitalità. Il presidente di Riva del Garda Fierecongressi, Roberto Pellegrini: "L'edizione interamente digitale è stata importante per non interrompere il filo del network ma un evento in presenza è fondamentale: gli operatori che si vedono, si parlano e si guardano negli occhi un valore aggiunto"

Di Luca Andreazza - 17 marzo 2022 - 18:51

TRENTO. "L'edizione interamente digitale è stata importante per non interrompere il filo del network ma un evento in presenza è fondamentale". A dirlo Roberto Pellegrini, presidente di Riva del Garda Fierecongressi, nel lanciare l'edizione numero 46 di Hospitality-Il Salone dell’Accoglienza. "Un appuntamento nel quale gli operatori si vedono, si parlano e si guardano negli occhi è senza dubbio un valore aggiunto, imprescindibile per questo business".

 

La manifestazione targata Fierecongressi è in calendario da lunedì 21 a giovedì 24 marzo al quartiere fieristico di Riva del Garda con oltre 450 aziende espositrici e più di 100 eventi formativi. "A inizio gennaio - evidenzia Pellegrini - abbiamo scelto di riprogrammare la manifestazione nel mese di marzo, per poter superare il periodo di picco pandemico e per offrire la migliore data alternativa individuata dopo un confronto con le aziende e con gli operatori del settore. Una scelta difficile che ci ha però permesso di tornare in presenza con l’opportunità per i professionisti di rincontrarsi e fare business di persona".

 

Inizialmente prevista per febbraio, gli organizzatori avevano deciso di posticipare l'appuntamento di due mesi a causa della recrudescenza di Covid. L'epidemia non avrebbe, infatti, permesso di gestire in maniera adeguata le iniziative e le aree espositive di carattere esperienziale, tratto distintivo di Hospitality.

 

"Nonostante il clima di incertezza che purtroppo ci accompagnerà anche nei prossimi mesi -prosegue Pellegrini - abbiamo voluto confermare il nostro impegno verso gli operatori del settore, offrendo occasioni di confronto, strumenti e soluzioni innovativi per sostenere la ripartenza. La risposta è stata positiva e siamo pronti a inaugurare questa edizione con 450 espositori rappresentativi di tutto il comparto Horeca". 

 

A conferma dell’importanza della manifestazione, la presenza anche del ministro del turismo, Massimo Garavaglia, e del presidente di EnitGiorgio Palmucci, all’opening della kermesse nel dibattito "Il futuro dell’ospitalità: in un contesto di continuo cambiamento, quali scenari e strategie?", che offrirà l’opportunità di fare il punto sullo stato del mercato turistico e dell’ospitalità in Italia, tra sostegni, fondi europei e nuovi modi di fare accoglienza. "Questa manifestazione - spiega l'assessore Roberto Failoni - è un'opportunità per le imprese e l'adesione di così tante aziende è un segnale importante. A breve è inoltre intenzione della Provincia pubblicare nuovi bandi per incentivare gli investimenti di qualità".

 

Con i suoi 38.000 metri quadri di superficie espositiva, Hospitality-Il Salone dell’Accoglienza si conferma la manifestazione leader a livello nazionale con l’ambizione di attrarre un numero sempre maggiore di professionisti internazionali.

 

"Per questa edizione - dice Alessandra Albarelli, direttrice generale di Riva del Garda Fierecongressi - abbiamo messo in atto un progetto di incoming di buyer provenienti da diversi Paesi che prosegue il percorso di internazionalizzazione di Hospitality: una quindicina le aziende in rappresentanza di Malta, Uzbekistan, Croazia e Grecia. In più ospitiamo il Ceo di Valladolid e di Monaco di Baviera. L’obiettivo è ampliare ulteriormente la platea business per gli operatori dell’ospitalità e del turismo, incrementando la possibilità di scambi e di networking".

 

Il format della manifestazione e le novità di questa edizione. "Confermate - continua Giovanna Voltolini, exhibition manager di Fierecongressi - le quattro storiche aree tematiche: Contract & Wellness, Beverage, Food & Equipment e Renovation & Tech, così come le aree speciali Solobirra e Rpm-Riva pianeta mixology, dedicate alla birra artigianale e al bere miscelato, quest’anno si arricchiscono del nuovo spazio Winescape dedicato all’enoturismo: 500 metri quadri all’interno del padiglione B4 ospiteranno, per questo primo anno, dieci selezionate cantine, rappresentative di tutto il territorio italiano, che uniscono alla produzione vitivinicola una proposta turistica con forme di ospitalità in vigna e la valorizzazione del patrimonio culturale, paesaggistico ed economico locale".

 

Tra le novità di questa edizione anche l’Hangar del nuovo padiglione D che sarà palcoscenico di appuntamenti istituzionali, come la cerimonia di inaugurazione, e di eventi con la partecipazione di importanti opinion leader del settore enogastronomico e della filiera agroalimentare come Silvio Barbero, vice presidente di Slow Food, e Oscar Farinetti, fondatore di Eataly e Green Pea presentati da Peppone Calabrese, conduttore di Linea Verde Rai 1 e gastronomo.

 

Hospitality è un vero e proprio hub di incontro e confronto: alla proposta espositiva si aggiungono gli appuntamenti con la formazione dell’Academy, in collaborazione con Teamwork, e le numerose iniziative esperienziali, tra educational, masterclass e show-cooking realizzate insieme ad associazioni di settore, bartender, esperti mastri birrai e alcune aziende espositrici.

 

Oltre 100 eventi e 150 speaker tra testimonial, ospiti e innovatori del settore dell’accoglienza si alterneranno, nei quattro giorni di manifestazione nei diversi spazi formativi. Grazie ai loro contributi sarà possibile approfondire temi di attualità dal food al beverage, al design, alla tecnologia, oltre a consigli concreti e case history per fornire a tutti i professionisti dell’Horeca. i migliori strumenti per guidare il cambiamento.

 

Per questa edizione, si ampliano i percorsi tematici dedicati alle diverse abitudini alimentari - come Gluten e Lactose Free, Bio, Vegan, Halal e Kosher - con i business tour per intercettare le migliori aziende future oriented in 3 categorie di prodotto: Smart Solution; Prodotto sostenibile; Made in Italy.

 

Per questa edizione debutta inoltre la nuova app Hospitality Digital Space, una piattaforma virtuale per gestire gli appuntamenti, fare networking, visionare il catalogo prodotti ed espositori e consultare il palinsesto completo degli eventi in fiera, attraverso la quale i professionisti del settore possono organizzare e massimizzare il ritorno della propria partecipazione e visita in fiera.

 

"Le associazioni di categoria hanno creduto e spinto per la crescita di questa fiera, una vetrina importante per le aziende a 360 gradi. Il settore del turismo è un sistema molto ampio, un comparto che riguarda servizi e industria", commenta Enzo Bassetti, vice presidente di Unat-Unione albergatori del Trentino, mentre Alberto Bertolini, vice presidente di Asat, conclude: "La filiera del turismo trova radici importanti in Trentino, un comparto che influisce sul Pil e sull'indotto della provincia: Hospitality è una fiera chiave che permette di analizzare le tendenze e confrontarsi sulla sostenibilità e sulla digitalizzazione: un momento di crescita".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 June - 20:07
La Pat ha presentato un piano contro la diffusione del bostrico: l'individuazione precoce degli alberi infestati e il loro immediato abbattimento [...]
Cronaca
24 June - 21:27
Il fienile, dove si trovava una famiglia, è stato colpito da un fulmine. Stando alle prime informazioni una bambina di 11 anni sarebbe stata [...]
Cronaca
24 June - 17:47
L'assessore Tonina in Terza Commissione: "O si riuscirà a trovare una condivisione trasversale sulla costruzione di un impianto gassificatore, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato