Contenuto sponsorizzato

Funivia schiantata al suolo, 13 vittime trovate tra le lamiere e nel bosco: due bambini sono gravissimi e c'è un terzo ferito

Una cabina della funivia Stresa-Mottarone è precipitata nel vuoto intorno alle 13, pare dopo la rottura di un cavo in prossimità dell'ultimo pilone prima della stazione di arrivo ma le indagini sono aperte e sarà molto importante ricostruire cause e responsabilità di un tale dramma (QUI AGGIORNAMENTI)

Pubblicato il - 23 maggio 2021 - 16:34

STRESA (Verbano-Cusio-Ossola). Sono 13 le vittime della terribile tragedia avvenuta quest'oggi a Stresa, in Piemonte. Una cabina della funivia Stresa-Mottarone è precipitata nel vuoto pare dopo la rottura di un cavo in prossimità dell'ultimo pilone prima della stazione di arrivo ma le indagini sono aperte e sarà molto importante ricostruire cause e responsabilità di un tale dramma. A bordo della funivia c'erano 16 passeggeri: 13 sono morti e il numero delle vittime potrebbe, purtroppo, essere destinato a nuovi aggiornamenti come spiega il Soccorso alpino intervenuto sul posto immediatamente. 

 

 

Al momento ci sono tre feriti, due bambini e un adulto. Nove corpi, invece, sono stati ritrovati all'interno della cabina schiantata al suolo, tra le lamiere, mentre tre vittime sono state trovate all'esterno nel bosco. I due bambini di 9 e 5 anni sono stati trasportati in codice rosso da due eliambulanze all'ospedale Regina Margherita di Torino. Il primo, quello di 5 anni, ha riportato un trauma cranico-toracico e fratture agli arti inferiori mentre il più grandicello, quello di 9, è stato rianimato e ora è sottoposto a Tac. Il terzo ferito, un adulto, è stato a sua volta ricoverato all'ospedale di Verbania.

 

 

L'impatto è avvenuto intorno alle 13 di oggi, domenica 23 maggio, in un punto tra i più alti e dove la fune è più staccata da terra per arrivare a quota 1.491 metri. Il cedimento sarebbe avvenuto a 300 metri dalla vetta dove c'è la stazione di arrivo della funivia. Sono in azione le squadre di soccorso, impegnati carabinierivigili del fuoco soccorso alpino. Sono decollati anche due elicotteri. L'area di intervento e di impatto è particolarmente impervia, la cabina è caduta in una zona boscosa. A bordo della cabina ci sarebbero stati 11 passeggeri

 

 

 

Tutte le strade che portano in vetta sono state chiuse per permettere l'intervento della macchina dei soccorsi in più sicurezza e attività più celeri. La funivia che raggiunge 1.491 metri è stata rimessa in funzione il 24 aprile dopo il lockdown. Compie un tragitto di 20 minuti di minuti dal lago al Mottarone.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 settembre - 06:01
I promotori del referendum per l'istituzione del Distretto biologico in Trentino in agenda per domenica 26 [...]
Cronaca
23 settembre - 23:11
L'uomo è stato trovato ormai senza vita dai soccorritori dopo l'allarme lanciato dai familiari per un mancato rientro a casa. L'incidente è [...]
Cronaca
23 settembre - 19:36
Trovati 36 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 18 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato