Contenuto sponsorizzato

Civica Trentina entra nel centrodestra. Borga e Civettini ''Abbiamo deciso di sostenere Maurizio Fugatti candidato presidente''

Dopo aver sperato fino all'ultimo di far convergere tutti su Geremia Gios "prendono atto della situazione e con pragmatismo" sostengono l'alleanza guidata dal deputato della Lega

Di Donatello Baldo - 21 agosto 2018 - 14:16

TRENTO. La Civica Trentina ha deciso di allearsi con il centrodestra guidato da Maurizio Fugatti. Per mesi il partito di Borga e Civettini aveva sostenuto l'ipotesi che a guidare la coalizione fosse Geremia Gios, ma l'alleanza che inizialmente lo sosteneva si è via via sfaldata.

 

Il primo ad abbandonare l'ipotesi di un polo territoriale guidato dal professore di economia è stato infatti Walter Kaswalder, che ormai da settimane si è posizionato a fianco della Lega. Rodolfo Borga aveva voluto però aspettare, cercando fino all'ultimo di far convergere tutti su Gios, senza però riuscire nell'impresa.

 

Ora la 'resa' e la decisione di allearsi con il centrodestra. "Ieri con siamo incontrati, eravamo un'ottantina - spiega il consigliere - e prima ancora che di merito si è parlato di metodo. Ci è stato chiesto di far prevalere l'unità sulla divisione, di non frantumare ulteriormente un quadro politico già di per sé frantumato, ci è stato chiesto di contribuire a un'alleanza larga per dare al centrodestra ancora più chance di vittoria. 

 

"Con quelle ottanta persone - continua Borga - hanno deciso di sostenere la candidatura di Maurizio Fugatti come candidato presidente e di entrare a far parte del centrodestra autonomista territoriale, con l'auspicio di valorizzare quest'ultimo valore".

 

Spiega che il lungo periodo di attesa non è servito per 'alzare la posta' o per un gioco di astuzie. "Volevamo fare un'operazione di ascolto". Borga ammette che il nome su cui puntava era quello di Geremia Gios: "E' un fatto notorio ma da parte nostra non c'è stato mai nessun veto e nulla di carattere personale. Si è preso atto della situazione con pragmatismo e concretezza".

 

Sembrava che Civica Trentina guardasse anche a quello che si stava muovendo attorno ai Civici di Valduga e Oss Emer. La speranza era quella di far convergere quell'area in un centro che fosse alternativo a centrodestra e centrosinistra. Ma Valduga e Oss Emer hanno scelto Carlo Daldoss come candidato presidente.

 

"Daldoss è stato il membro della giunta con più peso. Si è presentato dicendo che chiudeva il ciclo del centrosinistra, che avrebbe portato avanti una novità - ricorda Borga - ma è evidente che l'intenzione è quella di raggruppare il centrosinistra in questo indefinito civismo che apre anche alla sinistra oltre il Pd".

 

Era quindi scontata l'impossibilità di dialogo: "Nulla di personale ma per chi come noi ha fatto opposizione per cinque anni, per un cambiamento vero, sembra difficile far passare il cambiamento da chi ha amministrato questa Provincia fino ad ora". 

 

Alla conferenza stampa tanti amministratori, a riprova della volontà di caratterizzare la parte 'territoriale' della coalizione a cui oggi Civica Trentina si è aggiunta. C'erano il sindaco di Borgo Valsugana Fabio Dalledonne, l'assessore di Brentonico Ivano Tonolli e la sindaca di Rumo Michela Noletti.

 

Nel pomeriggio, dopo la conferenza stampa di Civica Trentina, è arrivato l'apprezzamento del segretario della Lega Mirko Bisesti: "Profonda soddisfazione per l'adesione di Civica Trentina di Rodolfo Borga alla coalizione del cambiamento con Fugatti Presidente. Le forze civiche autonomiste e territoriali del Trentino saranno a fianco della Lega e degli alleati per ridare speranza al Trentino". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 19:19

Nulla da fare per Roberto Valcanover che, sostenuto dal Patt, Coesione oltre l'ordinario e Fare comunità, si è fermato al 26%

22 settembre - 19:14

Parisi fuori dal ballottaggio per un soffio, dove si sfideranno il sindaco uscente Betta e Bernardi sostenuto dalla Destra. Il Pd sfiora il 18%, la Lega affonda al 10%. Sorprende la Civica Olivaia che raccoglie il oltre il 12% dei consensi

22 settembre - 18:37

Al terzo posto Marcello Carli, deludente per l'impegno profuso in campagna elettorale ma fermatosi di poco sopra il 5%. Un dato, comunque che doppia il Movimento 5 Stelle di Carmen Martini, intorno al 2,5% (cinque anni fa l'M5S aveva ottenuto l'8%) e anche Onda Civica di Filippo Degasperi che supera di poco gli ex colleghi di partito

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato