Contenuto sponsorizzato

Mario Tonina lascia l'Upt e va con Progetto Trentino: ''Mi candido con il centrodestra, rappresenta i valori del mio percorso politico''

Il consigliere provinciale lascia il centrosinistra. E' arrivato l'ok di Fugatti: "Non si tratta di un ex assessore o di chi ha avuto ruoli importanti all'interno del centrosinistra nella scorsa legislatura”

Di Giuseppe Fin - 20 settembre 2018 - 19:44

TRENTO. Domenica la coalizione del centrodestra trentina aveva dato il benservito al consigliere della Civica, Claudio Civettini. Oggi, invece, apre le braccia ad un transfuga che dal centrosinistra ha deciso di passare con Progetto Trentino. Si tratta del consigliere Mario Tonina, in passato presidente dell'associazione Allevatori e poi candidato e consigliere provinciale dell'Unione per il Trentino.

 

La decisione, pur essendo nell'aria già da diversi giorni, è arrivata questa mattina con tanto di comunicato in cui il consigliere spiega che si candiderà alle prossime provinciali con Progetto Trentino che “rappresenta bene, in quanto ad idee e valori” il proprio percorso politico.

 

Il centrodestra autonomista, dal canto suo, ha deciso di accettarlo. A confermarlo è stato il candidato presidente Maurizio Fugatti. Di certo la decisione non era scontata o perlomeno le dichiarazioni nelle ultime settimane, fatte dai diversi partiti, potevano fare intendere che la linea da seguire era un'altra.

 

Basta ricordarne alcune, a partire dalle affermazioni del commissario dell'Udc Andrea Broccoli rilasciate ai giornali. “La nostra coalizione popolare ed autonomista per il cambiamento ha deciso, fin dall’inizio dei lavori che ci ha visti coinvolti ai vari tavoli delle trattative, di lavorare per un vero cambiamento. Per poter attuare tutto ciò, confermo la volontà di tutta la coalizione di non voler accogliere ed includere in tutte le nostre liste: i consiglieri della legislatura che si sta per chiudere militanti nel centrosinistra” spiegava all'inizio di settembre.

 

C'è poi anche il segretario della Lega trentina, Mirko Bisesti, che nello stesso periodo sembrava pensarla in modo uguale. Spiegava che per la Lega la coerenza è un valore fondamentale. “Da parte della Lega non vi è alcuna volontà di accettare la presenza in coalizione di candidati provenienti dal centrosinistra”.

 

Anche Claudio Cia, leader di Agire, non ha mai nascosto la propria antipatia per i “transfughi” ma c'è anche la consigliera Manuela Bottamedi, candidata ora con Forza Italia  che solo ieri dichiarava al dolomiti.it: “Non possiamo imbarcare quelli che sono cresciuti all'ombra di Dellai, alla corte del principe. Queste persone che cambiano all'ultimo momento non possono essere accettate”.

 

Ma si sa, siamo in campagna elettorale e anche le dichiarazioni lasciano il tempo che trovano.

 

Oggi il candidato presidente del centrodestra Maurizio Fugatti, a cui era stato dato il compito di decidere, ha confermato l'adesione e la candidatura nel centrodestra di Mario Tonina. “Ho dato parere positivo – ha spiegato Fugatti – e lo si sapeva da qualche giorno. Non si tratta di un ex assessore o di chi ha avuto ruoli importanti all'interno del centrosinistra nella scorsa legislatura”.

 

La decisione di Tonina, ha affermato Fugatti, “è un valore aggiunto per la nostra coalizione”. “Evidentemente – continua - ha trovato nel nostro programma una condivisione di valori e di temi che lui ritiene di portare avanti in questa campagna. La coalzione dimostra di saper aggregare e attirare”.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.18 del 22 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 12:57

Il sindaco, alle prese con il rimpasto dopo le elezioni provinciali, perde la presidente del Consiglio passata in Provincia e Andrea Robol, dimessosi e rimasto fuori dai giochi. La Lega primo partito nel Comune di Trento, Futura il terzo e il Pd dimezza il consenso

23 ottobre - 06:01

Il miglior risultato del Movimento 5 stelle in Alto Garda e Ledro. In Alta Valsugana Primon batte Autonomia Dinamica. In Valsugana e Tesino voto a senso unico. Il Moviment Ladin unico avversario del centrodestra in Val di Fassa

23 ottobre - 12:03

E' successo intorno alle 7.20 in Val Pusteria all'altezza della galleria di San Lorenzo di Sebato. Vani i soccorsi, troppo gravi le ferite riportate dall'uomo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato