Contenuto sponsorizzato

Manuela Bottamedi, ora è (quasi) ufficiale: si candiderà di nuovo, questa volta con Forza Italia

Eletta con i 5 Stelle, dopo un breve passaggio nel Patt è andata nel gruppo misto per lavorare con l'opposizione. "Ho sempre seguito la mia formazione liberal. I 5 Stelle? Non sono più quelli con cui ho iniziato a fare politica". Convinta da Fugatti e Biancofiore, si ripresenterà per le prossime elezioni

Di db - 04 settembre 2018 - 18:01

TRENTO. Non ha ancora detto ufficialmente sì, non ha sciolto del tutto le riserve, ma il suo nome è già stato diffuso come uno di quelli che saranno inseriti nella lista di Forza Italia per le prossime elezioni provinciali. Manuela Bottamedi aveva pensato, e in parte annunciato, di concludere la sua esperienza politica con quest'ultima legislatura, ma le insistenze di Michaela Biancofiore ma anche dello stesso candidato presidente Fugatti, l'hanno fatta riflettere ulteriormente sul da farsi e sembra propendere per un nuovo giro.

 

Nei giorni scorsi ha scritto un post su Facebook, quasi per sondare gli animi dei suoi sostenitori. "Ieri sono andata a trovare Maurizio Fugatti, futuro presidente della Provincia, ex collega con cui ho condiviso tante battaglie e con cui ho lavorato benissimo negli ultimi 3 anni.  Tra le tante cose di cui abbiamo parlato - scrive la consigliera - gli ho presentato alcuni punti e alcune proposte sulla scuola, sull’economia, sulla viabilità... idee che ritengo cruciali per il futuro del Trentino e che vorrei portasse avanti nella prossima legislatura".

 

"Mi ha ascoltata attentamente, ha annuito e poi mi ha detto: “Però Manu - scrive Bottamedi riportando il discorso diretto tra lei e Fugatti - potresti portarle avanti tu queste idee! Dai che stavolta ci prendiamo il Trentino! Dai Manu.... la coalizione ha bisogno di te.”

La consigliera ammette di essere uscita dall'incontro "onorata e gratificata". E conclude: "Amo le sfide, amo lottare, amo metterci la faccia, e questa 'chiamata alle armi' non mi lascia indifferente (e casomai con Forza Italia, è chiaro). Ora sono davvero in crisi. Perché la vita non è mai una linea retta?".

 

Qualcuno tra i commenti ironizza sul suo passato nei 5 Stelle e poi nel Patt, argomentazioni di cui lei sembra farsi un baffo: "Ho già spiegato più volte che io sono di formazione liberal e credo di aver coerentemente seguito la mia strada, sono gli altri che sono cambiati: i 5 Stelle non sono quelli in cui mi ero candidata ormai 5 anni fa e nel Patt era impossibile lavorare per il clima interno".

 

Alti sono entusiasti e la sostengono: "Bene, sono molto contento che tu sia sempre con noi - scrive un utente del social - perché abbiamo bisogno della tua forza ed esperienza". Argomento, quello dell'esperienza maturata in questi 5 anni, usato per convincerla anche dalla coordinatrice regionale Biancofiore

 

Metà legislatura, dal gruppo misto, ha lavorato con l'opposizione, trovando una forte intesa con Fugatti, Bezzi e Claudio Cia. La sua collocazione in Forza Italia era scontata, visto l'adesione al gruppo degli ultimi mesi. Ora la decisione, che se non è ufficiale è solo questione di giorni, che potrebbe assicurare alla consigliera Manuela Bottamedi un altro giro in Consiglio provinciale. E se dovesse vincere il centrodestra, per lei potrebbe aprirsi la porta anche di qualche assessorato,

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 20:05

Ecco i dati per comune per il Referendum in Trentino. Alla fine in provincia ha vinto il Sì con il 63,61% (mentre in Alto Adige ha superato il 79%). Ecco il focus su tutte le amministrazioni

21 settembre - 19:24

Le persone che si trovano nella lista del governatore sono riusciti a più che triplicare i consensi che in questo momento riesce a raccogliere il Carroccio e si trova con una percentuale di poco lontana a quella del Partito Democratico

21 settembre - 17:13

Dopo i 21 sindaci eletti nelle scorse ore ancor prima della chiusura dei seggi, altri candidati al municipio sono riusciti a intercettare i voti necessari per farsi eleggere e evitare il commissariamento. Ecco l'elenco dei primi cittadini

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato