Contenuto sponsorizzato

Predisposta l’ordinanza per la cattura dell’orso M49. La replica di Ugo Rossi: “Fugatti ammetta che sui grandi carnivori avevamo ragione noi”

Già attivata la squadra Orso del Corpo forestale per individuare il plantigrado e procedere alla sua cattura. Fugatti: “Il comportamento dell’animale è tale da creare un concreto pericolo di ordine e sicurezza pubblica”

Di Tiziano Grottolo - 28 giugno 2019 - 20:26

TRENTO. L’orso M49 sarà catturato è quanto promette il presidente della Pat Maurizio Fugatti che lo ha annunciato durante la conferenza stampa di questo pomeriggio. “Il comportamento dell’animale - ha motivato il presidente Fugatti - è tale da creare un concreto pericolo di ordine e sicurezza pubblica, la stagione degli alpeggi è appena iniziata e non possiamo permettere che M49 tenga in ostaggio pastori ed animali”.

 

L’animale ha iniziato a manifestare problematicità già a partire dallo scorso anno raggiungendo il non invidiabile primato di 30 capi abbattuti nei primi quattro mesi del 2019, che secondo i dati forniti dalla Provincia lo rendono responsabile dell’80% dei danni in Trentino.

 

Secondo quanto riportato in conferenza stampa dall’assessora all’agricoltura Giulia Zanotelli, l’ultima incursione di M49 risale al 17 giugno scorso: “Da tempo abbiamo messo in atto tutte le possibili misure di prevenzione e dissuasione – afferma Zanotelli – il plantigrado si è comunque mostrato sempre più ‘confidente’, come a malga Arnò, nel Comune di Sella Giudicarie. Quel giorno – continua l’assessora – nonostante la presenza del pastore e di altre persone all’interno dell’alpeggio, l’orso si è avvicinato pericolosamente alla stalla dove erano ricoverati animali da allevamento”. Da qui la decisione di accelerare i tempi per la cattura.

 

In ballo però resta un'altra questione quella che chiama in causa il ministro dell’ambiente Sergio Costa che in più occasioni ha stoppato Fugatti: “Abbiamo ripetutamente segnalato al ministro Costa la situazione – ha affermato il presidente della Pat – chiedendo l’autorizzazione alla cattura, anche Ispra ha espresso forte preoccupazione, ma dal ministro non abbiamo ricevuto alcuna risposta e quindi abbiamo deciso di agire, assumendoci le nostre responsabilità”.

 

A stretto giro è arrivata anche la risposta dell’ex-presidente Ugo Rossi che riferendosi a Fugatti ha detto: “Mentre lo sosteniamo in questa, pur tardiva, decisione gli diciamo anche che è ora e tempo che faccia ammenda di quanto aveva dichiarato sulla gestione de lupo e dell’orso, lo faccia per dare seria credibilità alla sua decisione che è fondata sugli stessi presupposti che lui aveva sempre denigrato.

 

“Da tempo vi erano i presupposti per questa decisione e li abbiamo sempre evidenziati stimolando il presidente con interrogazioni e prese di posizione – ha sottolineato Rossi – crediamo anche che sia giunto il tempo che Fugatti prenda atto e dichiari la  bontà dell’operato della Provincia in tema di grandi carnivori e lo faccia anche con riferimento a quanto aveva criticato con toni esagerati circa l’operato dei dirigenti che aveva ingiustamente attaccato e che sono gli stessi che oggi lo assistono nella preparazione degli atti e nelle operazioni”. Il destino di M49 sembra dunque segnato, la squadra Orso del Corpo forestale è già stata attivata per individuare le tracce del plantigrado e procedere alla sua cattura.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:32

Eletto per la prima volta nel 1995, è stato anche presidente del Consiglio comunale. Alle ultime elezioni comunali ha ricevuto 308 preferenze non sufficienti ad essere eletto. "Ora mi dedicherò alle mie passioni che vanno dalla scrittura, la poesia alla fotografia"

24 settembre - 10:43

Altre due donne sono state individuate dalle forze dell'ordine dopo aver rubato il portafoglio ad una insignante in un supermercato 

24 settembre - 05:01

La kermesse è in agenda da venerdì 9 a domenica 11 ottobre. Il titolo, svelato alla fine dell'anno scorso a preludio di quella che sarebbe dovuta essere l'estate di Olimpiadi e Europei, è "We are the champions" e (quasi) tutto è in formato Digilive. "Ci si apre a una platea sconfinata", ma gli eventi in presenza si tengono nella città meneghina

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato