Contenuto sponsorizzato

Una discarica ai piedi del Bastione, le opposizioni insorgono: “Situazione di estremo degrado e pericolo”

L’allarme è stato lanciato da alcuni consiglieri di opposizione che hanno rinvenuto e documentato la presenza di una miriade di rifiuti abbandonati lungo le pendici del monte Rocchetta: “Siamo preoccupati, non conosciamo né il livello di inquinamento né l’estensione dell’area interessata dai rifiuti”

Di Tiziano Grottolo - 30 settembre 2019 - 19:24

RIVA DEL GARDA. C’è di tutto e di più ai piedi del Bastione, uno dei monumenti più caratteristici (e più fotografati) della cittadina gardesana: si va dalle più comuni bottiglie di vetro e plastica, passando per vaschette per il gelato e bombolette di panna spray fino ad arrivare ad interi sacchi ormai logori.

 

Tutti questi scarti si trovano sparpagliati lungo il pendio, al di sotto del muro di sostegno del piazzale della struttura edificata nel Cinquecento dai veneziani.

 

A lanciare l’allarme sono stati alcuni consiglieri di opposizione, fra cui: Andrea Matteotti (M5s), Stefano Santorum (Oltre), Franca Bazzanella e Flavio Prada (Altra Riva), i quattro hanno anche presentato un’interpellanza per chiedere spiegazioni all’amministrazione.

“L'area coinvolta da questa discarica incontrollata si estende a valle del muro di sostegno del piazzale del Bastione ed a nord della costruenda via di corsa dell'ascensore per il Bastione in corso di realizzazione da parte della società Lido di Riva del Garda Immobiliare Spa”, si legge nell’interrogazione.

 

Infatti nella zona si sta realizzando l’ascensore panoramico che porterà i turisti, dal centro cittadino direttamente fino al monumento storico dal quale si può apprezzare una fantastica vista panoramica della vallata.

 

“I rifiuti si trovano anche nella zona disboscata a seguito dei lavori pertanto appare molto probabile che siano venuti alla luce durante le operazioni del taglio del bosco – riprendono i consiglieri – inoltre, la tipologia di rifiuti fa ipotizzare che gli stessi possano provenire anche dalle attività ricettive svolte in passato presso l’area”.

 

Per l’appunto ai piedi del Bastione esiste una struttura che negli anni ha visto alternarsi svariate attività legate alla ristorazione.  

 

È su queste considerazioni che i quattro consiglieri interrogano l’amministrazione comunale, sottolineando la “situazione di estremo degrado e pericolo” che grava sull’area, parlando anche di “discarica abusiva a cielo aperto”.

 

Preoccupazioni che non vanno di verto sottovalutate visto e considerato che proprio quest’estate, lo scorso 20 giugno, sullo stesso versante si erano sviluppate delle fiamme molto probabilmente causate “dall’effetto lente” di alcuni cocci di vetro (QUI articolo).

 

Per questo i consiglieri chiedono di conoscere a chi appartenga l'area interessata dalla discarica e quali siano i controlli effettuati nel tempo, ma soprattutto quali saranno le azioni che il comune di Riva metterà in campo per porre rimedio a questa grave situazione.

 

Domande che al momento restano senza risposta ma che sicuramente richiederanno un approfondimento nella speranza magari di riuscir anche a individuare i responsabili.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
14 giugno - 18:53
Con l'arrivo dell'estate il misto di ghiaia, sassi e asfalto trasforma la spianata di San Vincenzo in un luogo caldissimo e afoso. Quasi [...]
Cronaca
14 giugno - 18:51
Fra poche ore apriranno le prenotazioni per la fascia d’età dai 18 ai 39 anni, fino al 10 luglio ci sono a disposizione 25mila dosi per una [...]
Società
14 giugno - 17:42
Michele sogna di diventare un ricercatore bio-informatico ma fin dalla nascita soffre di Tetra Paresi Distonica e per lavorare e avere una vita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato