Contenuto sponsorizzato

Betta presenta la Giunta, tanti volti nuovi ma una sola donna che entra come esterna. Zampiccoli sarà il vicesindaco

Nella nuova Giunta di Arco entrano Andreasi all’edilizia pubblica ed edilizia privata, Cattoi invece si occuperà di reti tecnologiche. Politiche giovanili, sport e turismo vanno a Ioppi mentre Trebo avrà cultura e istruzione. Modena, l’unica donna, si occuperà di finanze comunali, bilancio e tributi. Due deleghe anche ai consiglieri Ulivieri e Miori

Di Tiziano Grottolo - 17 ottobre 2020 - 10:35

ARCO. Il prossimo 19 ottobre si terrà la prima seduta del nuovo Consiglio comunale di Arco durante le quale saranno nominati il presidente e il vicepresidente dello stesso organo. Nel frattempo il sindaco rieletto Alessandro Betta ha formato la nuova Giunta dove sono presenti molti volti nuovi e l’età media si è notevolmente abbassata. “Ci tenevo particolarmente a presentare la nuova squadra – ha detto il sindaco in apertura – per lanciare un messaggio di cambiamento, anche a livello istituzionale, anche in questi tempi così delicati di emergenza sanitaria”.

 

Al governo di Arco ci sarà una sola donna, per di più, entrata come esterna: si tratta di Francesca Modena, a cui sono affidate le deleghe a finanze comunali, bilancio, tributi, tariffe e patrimonio. “Sulla rappresentanza di genere – ha sottolineato Betta – siamo purtroppo un po’ carenti, dovremo perciò lavorare per attrarre le donne nella coalizione, così da riequilibrare la situazione”. Nel ruolo di vicesindaco invece è stato nominato Roberto Zampiccoli, che avrà anche le deleghe per le opere pubbliche, foreste e agricoltura; valorizzazione del castello e della olivaia ma anche al recupero dei volumi storici e alla loro valorizzazione.

 

Dario Ioppi sarà assessore alle politiche giovanili, sport e turismo mentre a Gabriele Andreasi vanno edilizia pubblica ed edilizia privata; attività economiche, industria, artigianato, cooperazione, commercio e commercio su aree pubbliche; ambiente, sostenibilità, politica energetica, ecologia e politiche della certificazione della qualità; reti dei trasporti, pianificazione, gestione, controllo della mobilità e smart city; e rapporti con i Comitati di partecipazione e le frazioni; Completano la Giunta Nicola Cattoi, che si occuperà di reti tecnologiche, fognature, acquedotti, informatizzazione comunale e tematiche tecniche particolari; programmazione e pianificazione urbanistica del territorio; accertamento e monitoraggio dell’avanzamento delle opere pubbliche e private nel disegno urbanistico e tematiche tecniche; e Guido Trebo, a cui sono affidate le deleghe a cultura, formazione, istruzione e turismo culturale; e comunicazione.

 

Il sindaco si è riservato le competenze a protezione civile, sanità e sicurezza della comunità; politiche della socialità e lavoro; rappresentanza istituzionale, politiche della collaborazione intercomunale e commissioni; organizzazione delle risorse umane; rapporti con le società controllate e partecipate; e tutte le competenze non attribuite espressamente agli assessori. Due le deleghe consiliari: “La prima – ha spiegato il sindaco – è a Tommaso Ulivieri alla luce dei temi che ha seguito nella scorsa consiliatura e della sua sensibilità”. Al consigliere è andata la delega all’inclusione, pertanto si occuperà di beni comuni, di laicità e di pace, in stretta collaborazione con tutta la Giunta, a partire dall’assessora Francesca Modena per le questioni di parità di genere.

 

“Altra delega molto importante – ha proseguito Betta – per il consigliere Stefano Miori, assessore uscente che ha una grande conoscenza della macchina amministrativa, è quella alla concretizzazione e alla realizzazione del programma, che lo porterà a interagire sia con la Giunta, sia con il Consiglio comunale. Questa è la squadra al completo – ha concluso – il sogno è che sia come un’orchestra affiatata, in cui il contributo di ognuno si fonde in un suono unico, nell’interesse e per il bene di tutta la nostra comunità”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 19:34

Nella serata di ieri il Gattogordo di Trento è stato teatro di una discussione animata tra il proprietario Villotti e un gruppo di carabinieri, poliziotti e finanzieri. Secondo questi ultimi, dalle 20 il ristorante non può servire ai tavoli solamente bevande. L’oggetto del dibattito è la parola “attività” di ristorazione, che ha generato non poca confusione

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato