Contenuto sponsorizzato

La sindaca Santi (per ora) tiene 13 deleghe, ecco la Giunta: Betta vice, Malfer all’urbanistica, Grazioli alla sicurezza e Salizzoni allo sport

Al leghista Grazioli andrà la sicurezza, mentre l’esponente di Fratelli d’Italia Salizzoni si guadagna sport, eventi e manifestazioni. Betta soffia il ruolo di vicesindaca a Malfer che sarà l’assessore all’urbanistica. Per turismo, cultura e ambiente sarà creato un “super assessorato” da affidare a una persona che non è ancora stata individuata

Di Tiziano Grottolo - 09 ottobre 2020 - 19:44

RIVA DEL GARDA. “La mia Giunta ha tutti gli assessori che lavoreranno a tempo pieno così come la sottoscritta, e i nostri uffici saranno sempre aperti, come ho già iniziato a fare io in questi giorni. Gli assessori sono cinque, un sesto assessore si aggiungerà più avanti”. Così la sindaca Cristina Santi ha sintetizzato le trattative per dare vita al nuovo governo di Riva del Garda.

 

Per la poltrona di vicesindaca alla fine l’ha spuntata Silvia Betta del Patt che ha “soffiato” il posto al candidato sindaco Mauro Malfer che invece assumerà la funzioni di assessore all’urbanistica e all’edilizia. Betta, oltre al ruolo di vicesindaca, ricoprirà anche il ruolo di assessora competente in materia di politiche sociali e associazioni.

 

Al leghista Luca Grazioli vanno gli assessorati per la qualità urbana, viabilità e sicurezza. L’esponente di Fratelli d’Italia Silvio Salizzoni è stato nominato assessore allo sport ma sarà competente anche in materia di eventi, manifestazioni, frazioni e quartieri. Pietro Matteotti, completerà la squadra con l’assessorato ai lavori pubblici.

 

La sindaca ha trattenuto per sé 13 deleghe ma parte di queste saranno distribuite nelle prossime settimane ad alcuni consiglieri, mentre si attende di individuare un sesto assessore. Ad ogni modo, per il momento Santi ricoprirà anche le competenze in materia di “bilancio”, “personale”, “attività economiche”, “turismo”, “cultura”, “rapporti con le scuole e servizi all’infanzia”, “ambiente”, “affari generali istituzionali e comunicazione pubblica”, “forme collaborative intercomunali”, “Corpo di polizia locale intercomunale”, “società controllate e rapporti con le società partecipate”, “partecipazione, innovazione e semplificazione”, “Corpo dei vigili del fuoco volontari e Protezione civile” nonché gli affari non espressamente delegati.

 

Per quanto riguarda turismo, cultura e ambiente – ha detto Santi – prevedo più avanti di creare un super assessorato. Dobbiamo individuare una persona che assuma queste competenze in maniera adeguata, visto che il nostro obiettivo principale è aumentare la qualità del turismo, e quindi la scelta di questa persona sarà una scelta impegnativa. Per quanto riguarda le altre deleghe, vorrei che tutti i consiglieri comunali fossero coinvolti nell’attività”​. La sindaca ha inoltre anticipato di voler affidare al consigliere più giovane, Simone Fontanella, la delega alle attività giovanili, e al consigliere Franco Gatti l’agricoltura e la verifica dell’attuazione del programma.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
30 novembre - 15:07
La sanità pubblica trentina è allo stremo. A dirlo oggi, in conferenza stampa, tutte le sigle sindacali della dirigenza medica, sanitaria e [...]
Cronaca
30 novembre - 13:35
A seguito di alcune segnalazioni dei residenti, i carabinieri sono entrati in azione in alcune strutture ricettive abbandonate sul territorio di [...]
Cronaca
30 novembre - 16:27
L'ex campione di ciclismo si stava allenando quando è stato travolto e ucciso da un camion lungo la regionale 11, a Montebello Vicentino. L'esatta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato