Contenuto sponsorizzato

Biancofiore e l'endorsement per Zanetti: ''Sostenetelo, ha lasciato Forza Italia perché non era tra i leccapiedi di Leonardi''

L'ex consigliere comunale è recentemente approdato in Fratelli d'Italia e la storica esponente forzista invita a votare per lui ''un berlusconiano convinto'' e riferendosi al coordinatore regionale aggiunge ''Questo non si chiama cambiamento ma affossamento di un partito in difficoltà''

Di L.P. - 13 August 2020 - 18:38

TRENTO. ''Amici a Trento per #Merlersindaco vi chiedo di votare per Cristian Zanetti, consigliere comunale uscente, un amico, un berlusconiano convinto, costretto purtroppo ad aderire a Fratelli d’Italia perché non era tra i leccapiedi personali del coordinatore regionale di Forza Italia''. L'endorsement è di quelli pensati: Michaela Biancofiore è stata per anni, a torto o a ragione, l'anima di Forza Italia in Trentino Alto Adige. Parlamentare per quattro legislature, iscritta al partito di Berlusconi dal 1994, ha retto le sorti del partito in regione facendo il buono e (va detto, perché per molti è stata una delle ragioni dei problemi del partito tra Trento e Bolzano anche negli anni d'oro) il cattivo tempo. 

 

Ma più che la dichiarazione volta a sostenere Cristian Zanetti, come noto confluito poche settimane fa in Fratelli d'Italia dopo anni di militanza in Forza Italia, nel post di Biancofiore c'è un pesante attacco all'attuale consigliere provinciale e coordinatore regionale di Forza Italia Giorgio Leonardi. Biancofiore infatti spiega che Zanetti è stato ''costretto'' ad entrare in Fratelli d'Italia perché ''non era tra i leccapiedi personali'' di Leonardi. ''Questo non si chiama cambiamento - dichiara ancora la parlamentare forzista con un post su Facebook addirittura sponsorizzato - ma affossamento di un partito in difficoltà che avrebbe bisogno di aggiungere non di escludere volgarmente e senza motivo''.

 

E poi l'affondo, quasi a ricordare che se lui è lì lo deve anche a lei. ''Se io avessi ragionato così - conclude Biancofiore - l’attuale coordinatore non sarebbe mai dovuto essere candidato vista la sua totale assenza per anni dalla vita del partito. Ringrazio #Adolfo Urso per aver scelto e dato una chances a Cristian e tutta la mia stima per #Giorgia Meloni che merita tutto il successo che sta riscuotendo. Forza Cristian,ti starò accanto! #odioleingiustizie''. Insomma, in casa centrodestra continuano a volare gli stracci anche dopo la resa di conti avvenuta nei giorni dell'ormai mitico ''passo di lato'' dell'ex candidato sindaco Baracetti.

 

In poche ore si era tornati al toto nomi e al chi scarica chi. Oggi il candidato (che non ha unito ma diviso ulteriormente) è Andrea Merler ma, evidentemente, nella coalizione non regna proprio la pace. 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
11 aprile - 17:14
Sono stati analizzati 2.207 tamponi tra molecolari e antigenici. Oggi 31 casi tra over 60 e 11 contagi tra giovani e ragazzi in età scolare
Sport
11 aprile - 15:55
L'ex mediano del Verona scudettato nel 1985, aveva interrotto l'attività di medico dentista per la meritata pensione. E oggi, a quasi 70 [...]
Cronaca
11 aprile - 16:04
L'allerta è scattata all'altezza del centro abitato di Spiazzo. In azione la macchina dei soccorsi, diverse unità in azione tra personale [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato