Contenuto sponsorizzato

Coronavirus: ''Basta autocertificazioni all'interno delle Regioni e si possono vedere gli amici. Il 3 giugno apriamo confini regionali e frontiere Ue''

Via libera a palestre, piscine e centri sportivi dal 25 maggio, mentre dal 15 giugno aprono cinema e teatri, ma anche offerte varie ludico-ricreativo per i più piccoli. Conte: "Affrontiamo rischio calcolato, tutela salute non è negoziabile e ci potrebbero essere nuove chiusure, ma dobbiamo ripartire con fiducia e senso di responsabilità"

Di Luca Andreazza - 16 maggio 2020 - 21:16

ROMA. "Le misure della Fase 1 hanno prodotto i risultati attesi, quindi si può ripartire con fiducia e senso di responsabilità", queste le parole del premier Giuseppe Conte, che aggiunge: "Affrontiamo un rischio calcolato. La curva epidemiologica potrà tornare a salire e ci potrebbero essere nuove chiusure perché la tutela della salute è un principio non negoziabile. Ma intanto dobbiamo declinare tutto in modo diverso: altrimenti non potremo mai ripartire, non possiamo aspettare il vaccino per riavviare il Paese con gradualità e prudenza". 

 

Basta alle autocertificazioni, ci si può spostare all'interno delle Regioni senza limitazioni. "Si possono vedere gli amici - dice Conte - si può andare in negozio, in montagna, al lago e al mare. Ovviamente restano il divieto a uscire da casa per chi è in quarantena, risulta positivo oppure manifesta i sintomi riconducibili a Covid-19. Restano i divieti di creare assembramenti. Necessario rispettare la distanza di 1 metro e il ricorso mascherina". 

 

Gli spostamenti tra Regioni dovrebbero ricevere il semaforo verde dal 3 giugno. "Prima di quella data valgono le ragioni di lavoro, salute e necessità - prosegue il premier - ma valuteremo la possibilità di consentire gli spostamenti interregionali se i dati continueranno a essere incoraggianti. In quella data pensiamo anche di aprire le frontiere con l'Unione europea, senza obbligo per le persone che arrivano di osservare una quarantena obbligatoria: gettiamo le premesse per la ripresa del turismo". 

 

Da lunedì 18 maggio aprono le attività economiche, riaprono negozi di vendita al dettaglio i servizi legati alla cura della persona come barbieri, parrucchieri e centri estetici, ristoranti, bar, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, pub, riprendono le funzioni religiose ma anche gli allenamenti degli sport di squadra (Serie A inclusa), riaprono anche gli stabilimenti balnearie sociali. "Le Regioni devono assumersi le loro responsabilità e accertare che la situazione sia sotto controllo: ci sono i protocolli di sicurezza".  

 

Via libera a palestre, piscine e centri sportivi dal 25 maggio, mentre dal 15 giugno aprono cinema e teatri, ma anche offerte varie ludico-ricreativo per i più piccoli. Le regioni e i sindaci possono intervenire per modificare le norme: "Serve cautela e attenzione da parte di tutti, come la Lombardia che presenta una situazione in discesa ma difficile".

 

Nei prossimi giorni dovrebbe partire la sperimentazione dell'app Immuni, quindi un accenno alla manovra da 55 miliardi di euro nel decreto Rilancio. "Nonostante la cifra considerevole, sono consapevole che non potrà essere la soluzione di tutti i mali, economici e sociali, ma aiutiamo chi deve ripartire. Il disagio non sparirà di colpo, ma cerchiamo di contenere l'impatto della crisi. Il governo lavora a un decreto semplificazione per passaggi amministrativi più rapidi. Il passo successivo sarà il piano europeo progettando la ripresa a pieno regime del Paese", conclude Conte.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 26 settembre 2022
Telegiornale
26 set 2022 - ore 21:21
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 September - 20:37
I lavoratori autonomi prediligono Fratelli d'Italia che pesca un 17% dal Movimento 5 stelle. Il terzo polo prende voti dal centrosinistra che a sua [...]
Politica
26 September - 20:14
Con l'elezione di Alessia Ambrosi, Sara Ferrari e Dieter Steger si completano i risultati per il Trentino Alto Adige alle politiche 2022 con i 13 [...]
Cronaca
26 September - 21:06
La tragedia è avvenuta nella zona della val di Non. Il 70enne stava tagliando legna quando ha accusato un malore e si è trascinato addosso il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato