Contenuto sponsorizzato

Elezioni, incredibile a Merano: confermato il sindaco uscente per 37 voti

Dal Medico sconfitto per lo 0,2% di votanti mentre durante tutto lo spoglio è stato avanti dando l'impressione di potercela fare

Pubblicato il - 04 ottobre 2020 - 23:08

MERANO. A Merano la situazione è apparsa sin da subito ribaltata rispetto a Bolzano ma il risultato alla fine è stato simile. Centrodestra avanti al centrosinistra (senza Pd) di 5 punti percentuali iniziali e vittoria che da subito era apparsa una concreta possibilità nonostante l'esito del primo turno. Poi, però con il passare delle sezioni scrutinate il divario si è assottigliato e il sindaco uscente l'ha spuntata per lo 0,2%.

 

L'esito del voto del 20 e 21 settembre, infatti, aveva regalato ai meranesi il seguente quadro: Paul Rösch sostenuto dal Team K, Liste Sinistra e da una sua civica aveva chiuso avanti con il 28,4% mentre al secondo posto si era posizionato Dario Dal Medico con il 22,9%.

 

Fuori dai giochi i partiti nazionali e l'Svp che era arrivata terza con Stampfl con il 21,6% (Lega ferma al 10%, Fratelli d'Italia al 5,3% e Pd al 5,2%). Poi, in vista del ballottaggio, si è delineato comunque uno spostamento del blocco e dell'elettorato sovranista sul candidato Dal Medico che, in questo modo, è riuscito a sovvertire le previsioni e a vincere sull'avversario. Il tutto con un'affluenza alle urne in calo di dieci punti percentuali rispetto al primo turno (ha votato il 46,6% contro il 57,3% del 20 e 21 settembre). 

 

Alla fine il distacco è stato minimo: di soli 37 voti. Qualcosa di incredibile su oltre 14 mila persone che sono andate a votare. Per Rösch hanno votato 7.050 persone, per Dal Medico 7.013.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 05:01

L'ex rettore ha analizzato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss e ha scoperto che nella settimana conclusa lo scorso 10 gennaio, su 1471 "nuovi" contagi segnalati in Trentino, solo 624 si riferivano alla settimana considerata e ben 847 erano casi arretrati segnalati con grande ritardo. In questo modo verificando molto tardi gli antigenici con i molecolari, se risultano negativi spariscono dalle statistiche se risultano positivi non entrano nel conteggio della settimana corrente perché classificati "arretrati"

18 gennaio - 08:06

La strada in questione è quella che da Nago porta a Doss Casina sul monte Altissimo. Questa strada, per ordinanza del sindaco, è chiusa al traffico proprio per non esporre gli automobilisti ai pericoli dati dalla neve e dal ghiaccio

17 gennaio - 20:47

E' un momento difficile per gli apicoltori in val di Sole. Un orso non è ancora andato in letargo e quindi è in costante ricerca di cibo. Nel mirino le arnie di diversi apicoltori solandri. Sergio Zanella: "Dovrebbe trattarsi dell'esemplare che è stato immortalato cibarsi dai cassonetti dell'immondizia a Bolentina. Siamo preoccupati perché riesce a introdursi negli spazi nonostante i recinti e le protezioni" 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato