Contenuto sponsorizzato

Matteo Renzi a Trento: ''Paradossale che qui ci sia il sovranismo, va contro il Trentino, i suoi valori e la sua visione europeista''

Il leader di Italia Viva al Muse per presentare il suo ultimo libro ''La mossa del Cavallo'' e per lanciare la campagna elettorale in vista di settembre. E sul Trentino a guida leghista spiega: "Qui, come nel resto d'Italia, serve l'Europa non il sovranismo''

Di G.Fin - 21 luglio 2020 - 05:01

TRENTO. “Al Trentino serve l'Europa e non il sovranismo” a dirlo è stato il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che è arrivato in Trentino per la presentazione del suo libro “La mossa del cavallo” e per un primo 'passaggio' in vista dell'appuntamento elettorale che vede la forza politica che ha fondato appoggiare i candidati della coalizione del centrosinistra autonomista a partire da Trento con Franco Ianeselli a Rovereto con Francesco Valduga.

 

Ad attenderlo al Muse molte persone, politici di lungo corso come l'ex presidente della Provincia Ugo Rossi, il presidente del consiglio comunale di Trento Salvatore Panetta, consiglieri comunali e circoscrizionali arrivati da tutte le valli assieme alla senatrice Donatella Conzatti.

“Bisogna rispettare  il voto e i cittadini che si sono recati alle urne ma se c'è una terra dove essere sovranisti è assurdo è il Trentino” ha ribadito Renzi durante la presentazione del libro. “Trento è una terra che ha una storia europea, che accoglie gente da tutto il mondo non solo dal punto di vista turistico e che ha una visione globale. Il sovranismo va contro questa storia, contro gli importanti valori che l'hanno resa così importante e contro anche la storia di personaggi politici che hanno fatto l'Italia come Alcide Degasperi”.

 

Chi oggi vive di sovranismo, ha proseguito il leader di Italia Viva, “punta a chiudere rendendo tutti più poveri, più tristi e più soli”. Un pericolo, questo, che però il Trentino sa affrontare. “Io penso – ha chiarito Matteo Renzi – che le eccellenze trentine siano più forti di tutto. Rispettiamo il voto ma allo stesso tempo occorre continuare ad affermare il principio che al Trentino ed io dico anche all'Italia serve l'Europa e non il sovranismo”.

 

Tanta politica nazionale nell'intervento di Italia Viva al Muse a partire dalla necessità di aiutare il turismo. “Tra la fine di luglio e agosto ci impegneremo in parlamento perché siano approvati 1,5 miliardi al turismo. L'idea nostra è metterceli assieme anche alla cancellazione totale dell'Imu e fare decontribuzione”. Detto in parole più chiare: “Noi ti diamo i soldi perché tu riprenda a lavorare senza continuare a dare sussidi. Perché a forza di dare redditi di emergenza si droga e alla fine il Paese non riparte più”.

 

Occorre poi “tornare a credere nella politica” ha detto Renzi “ma non come qualcosa che serve per aggredire altri ma che entusiasmi, che possa dare speranza”. Questa “la mossa del cavallo che ci vorrebbe oggi” ha spiegato citando il titolo del suo ultimo libro.

 

I ricordi si sono poi spostati al referendum costituzionale e alle sue dimissioni da presidente del Consiglio, “l'errore che ho fatto è stato quello di voler alzare l'affluenza” ha spiegato Matteo Renzi lanciando poi un messaggio anche ai giovani. “Bisogna guardare al futuro – ha spiegato – ai ragazzi e dire loro di non aver paura di sbagliare ma almeno bisogna provare. Da ogni fallimento si può imparare tantissimo”.

Ha poi definito “doloroso” l'accordo fatto con il M5S per il governo del Paese. “L'accordo con il M5S fa male ma quando ho visto Salvini voler portare l'Italia fuori dall'Europa e chiedere pieni poteri ci siamo turati il naso e fatto l'accordo. Preferisco governare con i cinque stelle piuttosto che far uscire l'Italia dall'Europa”.

 

Infine il tema all'ordine del giorno, l'emergenza coronavirus durante la quale le Autonomie territoriali hanno funzionato “così e così” ha spiegato il leader di Italia Viva ribadendo però che oggi non è covid19 l'emergenza del Paese. “Dobbiamo continuare ad essere molto prudenti – ha spiegato – ma oggi l'emergenza è l'economia e la disoccupazione”.

 

Infine a margine della presentazione del libro l'incontro con i due candidati sindacato del centrosinistra Francesco Valduga per Rovereto e Franco Ianeselli per Trento: “Dobbiamo mettercela tutta” ha concluso Renzi prima delle foto di rito, dei selfie e degli autografi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 agosto 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 agosto - 12:48

Si dice che sia stata la prima a presentarsi per ritirare i materiali elettorali, Alice Barbu si candida per rappresentare la sua comunità e tutti i lavoratori stranieri che vivono a Trento: “In città ci sono ancora molti ostacoli da superare”. Di Ianeselli dice: “È uno che si dà veramente da fare”, mentre sulle chiusure domenicali: “Non mi pare una buona idea impedire a noi imprenditori di lavorare”

05 agosto - 13:05
Il conducente ha notato un po' di fumo fuoriuscire dalla parte anteriore del veicolo, quindi si è fermato nel piazzale del supermercato della Famiglia cooperativa. Tempestivo l'intervento dei vigili del fuoco di Vermiglio
05 agosto - 12:08

I lavoratori, risultati positivi al tampone, sono stati subito messi in isolamento, mentre l'azienda è stata completamente sanificata. Sono 3 le persone che presentano sintomi, seppur lievi, mentre gli altri sono asintomatici

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato