Contenuto sponsorizzato

Solidarietà bipartisan dopo le minacce a Urzì, de Bertoldi: “Episodio inquietante”. Chiesto l’intervento della ministra Lamorgese

Claudio Cia, Alessia Ambrosi e Katia Rossato esprimono solidarietà al consigliere Urzì che ha ricevuto una lettera minatoria: “Speriamo che le forze dell’ordine possano far luce su questa triste vicenda”. Il senatore de Bertoldi chiede l’intervento della ministra Lamorgese

Di T.G. - 22 marzo 2021 - 20:31

BOLZANO. Stamane, 22 marzo, al consigliere provinciale e regionale di Fratelli d’Italia, Alessandro Urzì, è stata recapitata una lettera di minacce. “Gli italiani devono morire? Basta attacchi agli Schützen altrimenti il sangue italiano scorrerà sulle strade dell’Alto Adige”, questo il testo riportato nel messaggio. Se in un primo momento si era pensato che la lettera arrivasse dall’Austria le indagini avviate dalle forze dell’ordine hanno consentito di individuare la Germania come luogo di origine della missiva.

 

Sulla vicenda Urzì ha incassato la solidarietà bipartisan. Ovviamente non è mancata quella dei colleghi trentini Claudio Cia, Alessia Ambrosi e Katia Rossato: “Esprimiamo solidarietà al nostro Capogruppo in Consiglio regionale. Non è la prima e non sarà nemmeno l’ultima volta che l’attività del consigliere Urzì viene bersagliata dalle provocazioni di uno sparuto manipolo di esaltati. Auspichiamo che le forze dell’ordine alle quali è stato consegnato il materiale possano far luce su questa triste vicenda”.

 

Perentorie le dichiarazioni del senatore di FdI Andrea de Bertoldi che, assieme al compagno di partito Luca De Carlo, chiede l’intervento della ministra dell’Interno Lamorgese: “Non vorrei – de Bertoldi – che le gravi minacce rivolte al consigliere Urzì e alla comunità italiana dell’Alto Adige da qualche voce esaltata ed estremista pantirolese, siano anche la conseguenza dell’uso improprio di affermazioni pesanti e discriminatorie da parte di importanti esponenti del mondo politico altoatesino di lingua tedesca”.

 

Il senatore trentino parla di “un episodio inquietante” e punta il dito contro i ripetuti attacchi al suo partito. “In politica – conclude – gli avversari vanno rispettati senza mai intaccarne l’onorabilità e la legittimità politica. Altrimenti potrebbero essere proprio questi atteggiamenti, che purtroppo hanno interessato anche la Svp, ad animare i pensieri e le azioni degli estremisti”.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
05 dicembre - 16:24
Il tema del contendere è il fatto che il Club Alpino Italiano si è schierato contro il nuovo collegamento sciistico del Vallone delle Cime [...]
Cronaca
05 dicembre - 17:14
E' successo a Sarentino nel weekend di neve che ha interessato il Trentino Alto Adige. Fortunatamente la macchina si è fermata tra i rovi e i rami [...]
Cronaca
05 dicembre - 15:57
I poliziotti appostati all’uscita dal casello autostradale di Bolzano Sud hanno fermato un veicolo con a bordo due giovani che erano in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato