Contenuto sponsorizzato

Valdastico, Fugatti ribadisce l'intenzione di farla (l'intervento economico vale circa 2 miliardi di euro). Intanto via libera all'iter per la variante al Pup

Al momento non c'è l'ipotesi progettuale nella variante al Pup, anche se è stata ribadita la volontà di arrivare alla Valdastico, ma c'è l'obiettivo di allargare l'area di collegamento fra Veneto e Trentino

Pubblicato il - 21 settembre 2021 - 11:43

TRENTO. Allargare l’area di collegamento fra Trentino e Veneto e dunque via libera all'iter che porterà, tra circa 9 mesi, alla definizione della variante al Pup che dovrà essere approvata dal Consiglio provinciale dopo un confronto con i territori e a conclusione di un approfondito percorso di analisi di carattere tecnico, ambientale, sociale ed economico. 

 

È questo l’obiettivo del documento preliminare per l’adozione della variante al piano urbanistico provinciale, relativa al corridoio di accesso ad est, presentato ieri pomeriggio a Rovereto ai sindaci della Vallagarina dal presidente della Provincia, Fugatti, accompagnato dai dirigenti Roberto Andreatta e Raffaele De Col.

 

''La variante al Pup - spiega la Pat in un comunicato ufficiale - è stato chiarito, non conterrà dunque una vera e propria ipotesi progettuale relativa alla Valdastico, anche se, è stata ribadita dal presidente la volontà della Giunta provinciale di portare avanti l’opera per la quale è previsto un intervento economico di circa 2 miliardi, non a carico della Provincia, e per la quale, già nel 2016, furono approvati accordi e documenti che andavano in quella direzione''.

 

Come noto i tracciati, però, erano diversi da quelli ipotizzati oggi e che vedrebbero la Valdastico del presidente Fugatti e della sua Giunta uscire a Rovereto Sud. In questo caso, quindi, ''avanti tutta'' nonostante la fiera opposizione di praticamente tutti i sindaci della Vallagarina e non solo quelli (anche se nelle ultime ore il candidato alla carica di primo cittadino di Terragnolo Franco Bruno ha chiarito di essere in linea con l'amministrazione provinciale leghista QUI IL VIDEO). 

 

Al momento, comunque il Pup, dovrebbe essere un ampliamento urbanistico - è stato detto nel corso dell’incontro - che non contiene ipotesi progettuali, ma che intende individuare tutta una serie di soluzioni che hanno come obiettivo quello di allargare il corridoio infrastrutturale di interscambio della mobilità fra Veneto e Trentino, estendendola da Trento sud fino a Rovereto sud.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 October - 20:21
E' la seconda tragedia di oggi sulle montagne trentine. L'incidente è avvenuto in val Daone. La 26enne stava praticando bouldering con alcuni [...]
Cronaca
24 October - 01:01
Trovati 45 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 35 guarigioni. Sono 6 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
23 October - 21:14
L'allerta è scattata a Rovereto. Nonostante la brusca frenata e le manovre per evitare la collisione, l'impatto è stato inevitabile. Una 14enne [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato