Contenuto sponsorizzato

Elezioni, Futura chiama gli alleati: “Basta vecchi schemi e tatticismi, serve un nuovo Centrosinistra coraggioso altrimenti la Destra dilaga”

Da Futura chiedono una proposta originale, un’alleanza ampia con obiettivi chiari come far fronte alla crisi energetica: “L’imminente scadenza elettorale non può farci perdere di vista gli obiettivi che abbiamo davanti, senza costruzione di un progetto politico serio e senza candidati credibili il Centrosinistra non potrà mai essere vincente”

Foto d'archivio
Di Tiziano Grottolo - 03 agosto 2022 - 18:39

TRENTO. Basta con i vecchi schemi e i tatticismi, servo idee e temi per costruire un nuovo Centrosinistra coraggioso con candidati credibili e un programma che non si fermi alla scadenza elettorale del 25 settembre. È questa in sintesi la proposta emersa durante l’ultima assemblea dei soci di Futura. “L’imminente scadenza elettorale – spiegano da Futura – non può farci perdere di vista gli obiettivi che abbiamo davanti, senza costruzione di un progetto politico serio, che affronti con radicalità i temi più urgenti del nostro tempo (diseguaglianza, salute, lavoro, ambiente) e quindi senza la scelta di candidati credibili che siano portatori di valori condivisi, il Centrosinistra non potrà mai essere vincente”.

 

Futura, che alle scorse elezioni Provinciali in coalizione con il Partito Democratico ha sfiorato il 7% dei consensi, rivolge anche un appello agli alleati: “Ci rivolgiamo a partiti, comunità e singole persone che si riconoscono nelle prospettive di una coalizione di Centrosinistra per un’alleanza e un progetto che vedano nell’imminente scadenza elettorale solo una parte di un percorso politico più ampio per il Trentino”.

 

L’idea è quella di gettare i semi per un progetto politico diverso durante la corsa elettorale: “La scadenza del 25 settembre, resa ancora più incombente dal rischio di una larga vittoria di una coalizione di Destra a trazione centralista e nazionalista, ha significati rilevanti per le nostre comunità e la nostra Autonomia che dobbiamo saper leggere e interpretare in stretta connessione con le elezioni provinciali dell’autunno 2023”.

 

Da Futura chiedono una proposta originale, un’alleanza ampia con obiettivi chiari come far fronte alla crisi energetica, rispondere ai problemi del lavoro, affrontare l’emergenza climatica, ripensare il governo della sanità, promuovere un welfare di nuovo accessibile, dare spazio e potere alle giovani generazioni e affrontare le sfide dell’Autonomia.

 

“A quei partiti che già condividono con noi una linea politica segnaliamo l’urgenza di rinnovare un dialogo allo stato attuale troppo frammentato e tattico”. Insomma un progetto che vada oltre la scadenza elettorale e che preveda degli interpreti (tanto nei collegi uninominali quanto nei listini proporzionali) consapevoli e pronti a intraprendere un percorso più lungo che unisce Politiche e Provinciali. “Le candidate e i candidati – che da qui a qualche giorno andranno individuati, concludono da Futura – devono essere i primi rappresentanti di un diverso e più ambizioso progetto politico”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 agosto - 08:07
Difficili operazioni di soccorso per riuscire a portare in salvo uno speleologo di 35 anni rimasto bloccato  all'interno della grotta Remeron. [...]
Cronaca
07 agosto - 20:26
L'assessore del capoluogo bolzanino Stefano Fattor spiega a il Dolomiti qual è il reale impatto, in termini di immissioni, dell'impianto sulla [...]
Cronaca
07 agosto - 20:46
La produzione tardiva delle ciliegie di montagna arrivava in un momento dell’anno in cui le altre ciliegie erano praticamente esaurite. Questo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato