Contenuto sponsorizzato

Salvini contestato a Trento (VIDEO), al Festival dell'Economia, risponde ai fischi: ''Siete quelli delle auto elettriche prodotte in Cina, non avete capito niente dalla vita''

Salvini sul palco del Festival dell'Economia per il panel ''Come sarà l’Italia dei trasporti, obiettivo 2032'' ha dovuto cominciare rispondendo ad alcuni manifestanti. Poi il dibattito tra redditometro, condono casa, ponte sullo stretto

Di Luca Pianesi - 23 maggio 2024 - 10:55

TRENTO. Fischi e proteste per il via del ministro alle infrastrutture Matteo Salvini al Festival dell'Economia. Il leader della Lega, che poco prima di salire sul palco del Teatro Sociale per parlare di ''Come sarà l’Italia dei trasporti, obiettivo 2032'' sulla sua pagina Instagram lanciava questo post pregno di contenuti e sostanza, salvo poi chiedere di essere ascoltato e preso sul serio, non ha fatto a tempo a cominciare il suo intervento che è stato interrotto da giovani manifestanti.

 


 

 

 

Complimenti ai fischiettanti, un applauso ai creativi che accolgono a Trento...più forte l’applauso, grazie ragazzi, rendete frizzante la mattinata. Quelli che vogliono le auto elettriche prodotte in Cina dove bruciano il carbone per inquinare di meno a Trento. Non avete capito niente della vita fatemi dire molto onestamente”. ''Siccità, amico mio - ha replicato a uno dei presenti -. Hai sbagliato indirizzo vai in Veneto a parlare di siccità, fenomeno. Sta piovendo da mesi. Vai a parlare di siccità ai veronesi e inizi a correre''.

 

Salvini, quindi, ha parlato di redditometro (''Eredità del passato. La ricchezza e il benessere non sono il male. Lo stato non deve perseguire in base alle supposizioni. Bisogna incentivare. E’ un errore di percorso, ampiamente superato'') e del condono ''salva casa'' (''Non è un condono perché se uno sta impazzendo per trenta centimetri di difformità allora bisogna risolverlo''). Parlando poi del suo grande progetto, il Ponte sullo Stretto di Messina: ''Noi finanziamo opere pubbliche che servono al Paese. Solo in Italia si riesce a fare polemiche su un ponte. E’ un ponte che serve a milioni di italiani e che toglierà centomila tonnellate di Co2. Prevediamo centomila posti di lavoro. In Sicilia e Calabria c’è il record di disoccupazione e un'infrastruttura come il ponte è una anche una grande operazione antimafia. Il mio obiettivo è aprire i cantieri entro il 2024''.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
15 giugno - 20:02
Non solo neve ma anche una fitta coltre di nebbia e due escursionisti hanno ben pensato di avventurarsi a quota 2.601 in pantaloncini corti e [...]
altra montagna
15 giugno - 18:00
Piccola realtà montana situata nel cuore del Trentino, l'azienda Val di Fiemme Outdoor è stata fondata da Aldo e Federica con l'obiettivo di [...]
Politica
15 giugno - 17:36
Il partito di Carlo Calenda è reduce da un flop a livello nazionale per le europee ma in Trentino il risultato è stato migliore con il supporto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato