Contenuto sponsorizzato

Meloni contestata a Trento, Biancofiore: “Indignata per gli insulti di quattro scappati di casa”

Dura la senatrice Michaela Biancofiore, presidente del gruppo parlamentare del Senato Civici d'Italia-Noi moderati-Maie, dopo le contestazioni di oggi (24 maggio) alla premier Giorgia Meloni, arrivata a Trento per il Festival dell'Economia: “Un triste ripetitivo show che descrive il livello democratico di certa gente e la povertà di idee o l'inesistenza delle stesse”

Di F.S. - 24 maggio 2024 - 17:08

TRENTO. “Mi scuso e sono indignata per l'accoglienza indegna riservata oggi al nostro presidente del Consiglio da parte di una sparuta rappresentanza di presunti progressisti trentini”. Si apre così l'intervento della senatrice Michaela Biancofiore, presidente del gruppo parlamentare del Senato Civici d'Italia-Noi moderati-Maie, dopo le contestazioni di oggi (24 maggio) alla premier Giorgia Meloni, arrivata a Trento per partecipare a un incontro all'interno del programma del Festival dell'Economia.

 

Quattro scappati di casa – dice Biancofiore – sempre i soliti noti, i quali, senza argomentazioni concrete, si caratterizzano solo per imbarazzanti, volgari e ignobili contestazioni fatte di barriti, urla e grida da avanspettacolo deteriore. Un triste ripetitivo show che descrive il livello democratico di certa gente e la povertà di idee o l'inesistenza delle stesse: mentre qualcuno fa tra mille difficoltà ereditate da lontano, qualcun altro si limita a sbraitare frasi senza senso”.

 

Come riportato, all'arrivo della presidente del Consiglio in Via Manci un tiepido applauso dei presenti è stato accompagnato da diverse urla: “Meloni torna a casa” e “Assassina”. Contemporaneamente, in via San Pietro, un gruppo di manifestanti in corteo ha fronteggiato il grosso dispiegamento di forze dell'ordine allestito all'ingresso di Piazza Italia. Anche in questo caso sono stati diversi gli slogan contro il governo e di sostegno alla Palestina (Qui Articolo).

 

“Il premier – aggiunge Biancofiore – ha l'appoggio della maggioranza degli italiani ed è proprio questo che dà fastidio a certa gente, ovvero che il popolo decida liberamente da chi farsi governare ed è osannato se sceglie le sinistre, mentre stupido e incapace se vira a destra. Sono molto dispiaciuta che questo accada anche nel mio Trentino. Al presidente Meloni giunga la mia totale vicinanza e faccia suo il celebre motto attribuito a Churchill: 'I fascisti del futuro chiameranno se stessi antifascisti'” (anche se, va sottolineato, non c'è nessuna evidenza che Churchill abbia effettivamente detto quanto riportato e, anzi, diverse fonti, tra le quali Butac, parlano senza mezzi termini di bufala in riferimento alla presunta citazione ndr).

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
24 giugno - 13:21
Enzo Di Gregorio (Edg Spettacoli): "La formula del festival ha funzionato. Ma se vogliamo destagionalizzare il turismo, creare proposte diffuse e [...]
Montagna
24 giugno - 12:03
La via era stata ripulita soltanto un paio di giorni prima, ma è stato necessario intervenire nuovamente: così il sentiero è stato ripulito e [...]
Ambiente
24 giugno - 11:23
Wwf Trentino Odv e Io non ho paura del lupo Aps gli autori della campagna virale dedicata ai grandi carnivori che da qualche giorno è affissa [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato