Contenuto sponsorizzato

Un segreto dell'oro olimpico Ruggero Tita? Le componenti del Centro prototipi del Trentino: ''Puntiamo su materiali poco convenzionali''. Anche le start up protagoniste al Festival dello sport

Il nesso tra sport e business è sempre più stretto per la crescente esigenza di innovazione nei materiali, nell'analisi dei dati e per il miglioramento delle performance. La vetrina dell’attività di Trentino sviluppo è nel “Distretto sport e salute” al Muse. Il direttore Paolo Gregori: "Ogni componente viene studiato nei minimi dettagli e perfezionato, a volte diventando un pezzo unico sul mercato"

Di Luca Andreazza - 02 ottobre 2021 - 20:45

TRENTO. L'imbarcazione di Ruggero Tita, medaglia d'oro alle Olimpiadi di Tokyo, il team Gresini in motoE e alcuni settori della biomeccanica hanno un tratto in comune: alcuni componenti di altissima tecnologia prodotti del centro prototipi ProM Facility (Prototipazione meccatronica) all'interno del Polo meccatronica di Trentino sviluppo. Le start-up sono protagoniste anche al Festival dello sport: l'epicentro per scoprire l'evoluzione tecnologica tra ricerca, sport e nuove tecnologie è al Muse e alle Albere (Qui info).

 

Il centro ProM, diretto da Paolo Gregori, offre alle aziende della filiera della meccatronica una piattaforma integrata per la progettazione, lo sviluppo, la realizzazione, la verifica e la validazione di sistemi e processi produttivi per la prototipazione di componenti industriali.

"Siamo in un'ulteriore fase di ampliamento tecnologico e di impianti - spiega il direttore - i nostri laboratori si basano sulla smart manufacturing, processi complessi e innovativi per l'innovazione aziendale di processi e prodotti: il nostro modus operandi permette di comprimere i tempi di sviluppo e prototipazione attraverso la stampa in 3D, l'integrazione di sistema, misurazioni accurate, qualifica e accompagnamento alla certificazione".

 

I laboratori ProM Facility sono un progetto possibile grazie alla collaborazione tra ProvinciaTrentino sviluppo, Fondazione Bruno Kessler, Università di Trento e Confindustria Trento. La rapidità e la facilità di produzione permettono, inoltre, di intervenire velocemente per variare e migliorare i prodotti. Un lavoro di altissima tecnologia che, però, diventa nei fatti 'sartoriale' sulle specifiche esigenze. Ogni componente viene studiato nei minimi dettagli e perfezionato, a volte diventando un pezzo unico sul mercato.

 

"Il vantaggio - dice Gregori - è quello che non siamo chiamati a produrre in grandi serie e quindi ci possiamo concentrare sull'evoluzione costante della tecnologia per adattare e trovare le migliori soluzioni. Non si instaura una semplice relazione tra clienti e fornitori. La nostra filosofia è quella di lavorare in team tra tecnici e partner aziendali per realizzare un risultato davvero efficace. Si incrociano esigenze e competenze, i riscontri inoltre sono praticamente in tempo reale e quindi gli interventi sono molto rapidi".

I laboratori ProM Facility sono aperti anche alla formazione specialistica di studenti delle scuole tecniche e professionali, per tesi di laurea e di dottorato e per l’aggiornamento del personale tecnico aziendale del comparto meccanico e meccatronico. Operativa dal giugno 2017, la crescita del centro prototipi è stata importante e la dotazione dei macchinari supera il valore di 6 milioni di euro, grazie al fondamentale intervento dei Fondi europei di sviluppo regionale.  

 

Tra i fiori all’occhiello di ProM Facility, una macchina utensile integrata che funziona contemporaneamente come centro di lavoro per la fresatura a controllo numerico su cinque assi e come sistema di produzione additivo (“additive manufacturing”) mediante sinterizzazione e fusione di polveri metalliche tramite fascio laser, costruita da una ditta multinazionale e consegnata in Trentino come primo esemplare venduto in Italia. Disponibili inoltre varie stampanti 3D per la realizzazione di componenti mediante sinterizzazione o fusione selettiva di polveri metalliche e polimeriche, scanner 3D, centri di lavoro Cnc (macchine utensili a controllo numerico quali torni, frese e così via) apparecchiature elettroniche e di test oltre a numerose altre attrezzature specialistiche.

 

ProM Facility sarà presente nell'ambito del Festival dello sport. Il nesso tra sport e business è ormai sempre più stretto, in particolare per la crescente esigenza di innovazione nei materiali, nell'analisi dei dati e in definitiva per il miglioramento delle performance. La vetrina dell’attività di Trentino Sviluppo con le start-up è nel “Distretto sport e salute” al Muse. E in questo contesto l'attività della start up trentina verrà presentata al pubblico giovedì 7 ottobre (Qui info).

 

A tutti i livelli nuovi materiali e i componenti innovativi rivestono un ruolo sempre più fondamentali per raggiungere record e risultati. "Abbiamo progettato e realizzato alcuni componenti dell'imbarcazione Nacra17 di Ruggero Tita per le Olimpiadi e per i prossimi mondiali prevediamo ulteriori step evolutivi per affinare ulteriormente l'aerodinamica e alleggerirne la struttura. Sfruttiamo la tecnologia - prosegue Gregori - per utilizzare materiali non convenzionali e passare dall'acciaio e dall'alluminio al titanio e al polimero stampato in 3D. Questo approccio è trasferito anche in altri settori racing: abbiamo sviluppato, per esempio, manubrio, pedaline e altre parti per la moto del team Gresini".

Un altro ramo di applicazione riguarda la biomeccanica con il progetto DeMotu, sviluppato in collaborazione con l'Università di Trento e il finanziamento della Fondazione Caritro. La grafica 3D e la prototipazione rapida permettono di replicare fedelmente il ginocchio umano. 

 

"Una ricerca all'avanguardia - condotta da Andrea Zignoli, ricercatore a guida del progetto - l'interesse è sul sistema muscoloscheletrico e, in questo caso specifico, l’articolazione del ginocchio. Il movimento è molto complesso, soprattutto per quanto riguarda la ripartizione degli sforzi all’interno delle strutture e la scarsa possibilità di ottenere misure in vivo. Questi prodotti possono essere molto utili in riabilitazione e medicina, così come per i designer di protesi, le ditte produttrici, i chirurghi ortopedici e le classi di anatomia", conclude Gregori. La tecnologia e le start up sono protagoniste al Festiva dello sport da giovedì 7 a domenica 10 ottobre sul tema “L’attimo vincente" (Qui info).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
20 ottobre - 09:31
Secondo Confesercenti gli studenti che escono dalle scuole alberghiere con un buon grado di formazione sono pochi e spesso manca la voglia di fare [...]
Cronaca
20 ottobre - 11:22
Il poliziotto penitenziario aggredito è stato accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara di Trento con diversi traumi. Il [...]
Politica
19 ottobre - 21:23
La senatrice Donatella Conzatti: "Serve indagare i profili giuridici della vicenda dopo che poco più di un anno fa il governo centrale ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato