Contenuto sponsorizzato

L'Europa a Trento: "Per diventare città digitale e smart serve il coinvolgimento della comunità". Giovedì l'Eit Digital Innovation Day

Pubblicato il Blueprint for cities and regions as launch pads for digital transformation della Commissione Europea e in alcuni passaggi viene citata anche Trento. Giovedì gli attori chiave dell'ecosistema italiano dell'innovazione si incontreranno a Povo

Pubblicato il - 09 dicembre 2016 - 19:13

TRENTO. L'ostacolo principale di Trento per diventare una città digitale? "Quello di dover coinvolgere una vasta gamma di attori che devono sentirsi parte del progetto per trasformarla in una città smart e digitale". Così si legge nello studio elaborato dalla Commissione Europea "Blueprint for cities and regions as launch pads for digital transformation", che rivolge le sue raccomandazioni in materia di imprenditoria digitale per i territori europei interessati da questa "rivoluzione". E, ovviamente, anche Trento, viene citata tra le varie Bristol, Tallinn, Barcellona, Lussemburgo.  

 

Quel che si deve fare adesso in Trentino, prosegue l'analisi, non è tanto sviluppare centri d'eccellenza, che già esistono, ma creare un contesto favorevole affinché i cittadini siano consapevoli del ruolo che possono giocare in un piano di sviluppo che deve essere unitario e condiviso. Come dire: ci vuole una strategia politica che riesca a rendere partecipi tutti della digitalizzazione del sistema. Qualità ed eccellenze già esistono. Ed è sempre il "Blueprint" della Commissione Europea a specificare che i "policy makers" (le istituzioni trentine) stanno già lavorando per divulgare e utilizzare i mobility data per migliorare l'esperienza degli utenti. E una delle occasioni per coinvolgere la comunità nella sfida per la digitalizzazione di Trento ci sarà il 15 dicembre a Povo in occasione dell'evento Eit Digital Innovation Day. Più di 30 espositori presenteranno dimostrazioni di prodotti e servizi innovativi.

 

A prendervi parte un panel di alto livello, moderato dal giornalista Luca Orlando del Sole24Ore. Gli attori chiave dell'ecosistema italiano dell'innovazione interverranno per discutere dell'innovazione digitale e della corrispondente trasformazione della pubblica amministrazione, dell'industria e delle imprese. Marco Bicocchi Pichi, presidente di Italia Startup, terrà il keynote sulle opportunità di innovazione in Italia. Saranno, quindi, presentate più di 30 demo di prodotti e servizi innovativi che derivano dalle attività di innovazione di Eit Digital, così come le scaleup (è il termine con il quale si intende le startup quando possono considerarsi cresciute) dell'ecosistema dell'Eit Digital.

 

Tra queste: Fabtotum, una scaleup milanese specializzata in stampa 3D, fresatura e digitalizzazione di oggetti, che è stata recentemente acquisita da Zucchetti, la società italiana leader nel settore del software. Questa acquisizione, conseguita grazie al sostegno dell'Acceleratore dell'Eit Digital, ha consentito la crescita commerciale di FaBtotum. Trilogis, una società trentina che presenterà Mentorage, una soluzione completamente priva di dispositivo (vale a dire che l'utente non ha bisogno di indossare, non è né un braccialetto né un altro sensore) per l'identificazione automatica di eventuali situazioni di pericolo per le persone anziane.

 

Grazie al supporto dell'Acceleratore dell'Eit Digital, quest'anno è stato lanciato sul mercato francese Active (Advenced Connectivity Platform for Vertical Segments), un'attività di innovazione che quest'anno ha un prototipo per l'avionica pronto per la commercializzazione. Esso mira a ridurre il numero di cavi e spine nelle fusoliere e negli abitacoli di elicotteri e aerei e permette all'industria avionica di rendere i sistemi più efficienti e ridurre i costi.

 

Ci sarà poi Street Smart Retail, che presenterà WCard, un prodotto lanciato sul mercato all'inizio di quest'anno e che funziona come una app, monitora vendite e promozioni, analizzando il comportamento dei clienti e fornisce altri dati analitici, che possono essere utilizzati dai rivenditori per fornire soluzioni migliori.

 

"Facendo leva su oltre 70 milioni di euro di investimenti da parte di Eit Digital, più di 130 partner in tutta Europa hanno unito le forze per creare e diffondere innovazione nel 2016 - spiega Roberto Saracco, direttore del nodo di Trento dell'Eit Digital - e all'Innovation Day 2016 forniremo una panoramica dei recenti successi di Eit Digital con particolare attenzione all'Italia, nonché una rassegna delle prospettive future nel contesto della Strategic Innovation Agenda 2017-19".

 

Come "comunità della conoscenza e innovazione" (Knowledge and Innovation Community - Kic) dell'Istituto europeo di innovazione e tecnologia, Eit Digital è focalizzata sulla imprenditorialità ed è in prima linea nel processo di integrazione tra formazione, ricerca e impresa favorendo l'incontro e lo scambio tra studenti, ricercatori, ingegneri, sviluppatori di business e imprenditori tramite la propria rete europea di centri ("co-location centres") a Berlino, Eindhoven, Helsinki, Londra, Parigi, Stoccolma, Trento, Budapest e Madrid.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
10 maggio - 06:01
La campagna vaccinale sta proseguendo e oggi entrerà in funzione il nuovo centro vaccinale a Cles. La dottoressa Maria Grazia Zuccali è [...]
Cronaca
09 maggio - 20:00
Trovati 57 positivi, non sono stati comunicati decessi nelle ultime 24 ore, sesto giorno consecutivo senza vittime legate all'epidemia. Sono [...]
Cronaca
09 maggio - 16:26
L'allerta è scattata poco dopo mezzogiorno all'altezza del centro abitato di Castello sul territorio comunale di Terragnolo. In azione la macchina [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato