Contenuto sponsorizzato

Dall'autoriparazione della propria bicicletta alla passata di pomodoro etica, a Trento c'è 'Fa' la cosa giusta'. Novità 2017: il laboratorio per insegnanti sul consumo consapevole

Da venerdì 20 a domenica 22 ottobre torna nei padiglioni di Trento Fiere 'Fa' la cosa giusta', la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Nel ricco programma di laboratori, incontri e seminari si parlerà di sostenibilità a 360 gradi, dalla teoria alla pratica.

Foto Facebook Fa' la Cosa Giusta Trento
Di Cinzia Patruno - 18 ottobre 2017 - 18:12

TRENTO. Un programma ricchissimo quello della tredicesima edizione di 'Fa' la cosa giusta', da qualche anno uno degli appuntamenti più interessanti dell'autunno trentino e secondo per numeri solo alla Fiera di San Giuseppe con 11.000 visitatori nel 2016. Oltre 5000 mq di mostra con più di 200 espositori e un ricco programma culturale ad affiancare i laboratori pratici per adulti e bambini, conferenze, seminari e una proposta culinaria a base di prodotti biologici, locali e di stagione. Sempre presente anche uno spazio dedicato ai più piccoli con attività per i bambini fino ai 12 anni, nel quale saranno organizzati vari laboratori per tutta la durata della manifestazione.

 

'Fa' la cosa giusta', sorella dell'omonima fiera nazionale di Milano, affronta la tematica della sostenibilità e del consumo consapevole in modo completo passando attraverso vari focus, cercando di dare ai visitatori una visione il più completa possibile sulle pratiche migliori per vivere 'green' . Una sorta di fonte d'ispirazione per la comunità, ormai sempre più consapevole delle conseguenze dei propri comportamenti sull'ambiente circostante. Una particolare attenzione viene data quest'anno al tema della migrazione, spesso chiamata 'emergenza', ma che l'organizzazione preferisce definire un processo sociale ed economico che ci accompagnerà per lungo tempo. Oltre ad una decina di migranti che partecipa attivamente alla manifestazione in veste di volontari, la fiera vede quest'anno la partecipazione di 'SfruttaZero', filiera etica pugliese impegnata nella produzione di passata di pomodoro, che racconterà la propria esperienza fatta di emancipazione, riscatto e rifiuto di quei meccanismi di sopraffazione e caporalato che governano questo mercato in regioni come la Puglia e la Basilicata.

 

"Quest'anno – spiega Manuela Gualdi di Trentino Arcobaleno, associazione responsabile dell'iniziativa insieme a Trento Fiere – abbiamo inserito anche la formazione per gli insegnanti. Si tratta di un laboratorio nel quale gli insegnanti sono chiamati a raccontare le attività già messe in atto nelle scuole a favore del consumo critico e dello stile di vita sostenibile oppure per riflettere insieme in un modo sistemico sulle modalità attraverso le quali gli acquisti o il prodotto vero e proprio possano influenzare l'economia locale". Il laboratorio sul tema dell'educazione al consumo consapevole si tiene sabato 21 ottobre dalle 9.30 alle 12.30 e si articola nella raccolta delle esperienze didattiche, esercizi di pensiero sistemico rispetto alla tematica del consumo consapevole e scambio di idee sui bisogni educativi nelle scuole.

 

Foto Facebook Fa' la Cosa Giusta Trento
Foto Facebook Fa' la Cosa Giusta Trento

 

Parte fondamentale di 'Fa' la cosa giusta' è, dagli esordi, quella dedicata ai laboratori pratici, alla scoperta di pratiche manuali spesso dimenticate o alla ricerca di nuove modalità per affrontare il quotidiano nel modo più sostenibile possibile. Quest'anno, il programma relativo ai laboratori è curato dall'associazione culturale 'L'Ortazzo' di Calceranica, impegnata nella sensibilizzazione alle tematiche più diverse legate al consumo critico e toccherà gli ambiti più diversi, dal tessile alla cucina, dalla cosmesi alla meditazione.

 

Immancabile il focus sulla mobilità sostenibile, un tema di grande attualità, non trascurando il buon esempio che solo la pratica può dare: molto ben accetti, infatti, i visitatori che arriveranno in bicicletta, attesi nello spazio bici a cura del progetto Giralaruota della Cooperativa Kaleidoscopio, disponibile a intervenire anche nella riparazione o manutenzione delle due ruote.

 

La piccola novità dell'edizione 2017: si parla in modo più ampio di riparazione oggetti, nell'ottica virtuosa di dare loro una seconda vita. Partecipano un calzaturificio del trevigiano esperto nell'arte della risuolatura e la storica bottega Ravelli di Gardolo che, oltre a esporre i suoi capi in lana cotta finemente lavorati, insegnerà ai visitatori a dare nuova vita ai propri zaini.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 20:30

Se le incertezze sono tante, tantissime, e il momento è delicato per l'emergenza Covid-19, le parole del presidente Maurizio Fugatti non aiutano a chiarire nulla o quasi. Non si capisce il senso di una conferenza stampa convocata in questo modo e di questo tenore per spiegare quanto succede in Trentino alla luce dell'ultimo Dpcm del premier Giuseppe Conte

25 ottobre - 20:07

Sono state poi registrate 12 positività tra bambini e ragazzi in età scolare e sono in corso le verifiche per procedere alla quarantena di altre classi, che attualmente riguarda 122 unità

25 ottobre - 19:16

La Provincia di Bolzano ha emesso una nuova ordinanza con valenza da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre: bar e ristoranti potranno continuare a lavorare con gli orari attuali ma nuove restrizioni, mentre nelle scuole la didattica a distanza sarà portata solo nelle superiori al 50%. La misura più dura riguarda però il coprifuoco dalle 23 alle 5. In questo arco di tempo non ci si potrà muovere dal proprio domicilio se non muniti di autocertificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato