Contenuto sponsorizzato

Sciolina pronta, si scia anche alle Viote, inizia la stagione del fondo

Sono numerosi i servizi a disposizione e tante le opportunità per bambini e ragazzi per scoprire il fondo, diversi i corsi rivolti agli alunni delle scuole primarie e secondarie. Nicola Fruner: "Questa è una disciplina molto sociale, economica e si può praticare a qualunque età". Fronte sci alpino: aperta la seggiovia 3-Tre

Di Luca Andreazza - 06 dicembre 2017 - 11:34

TRENTO. Si apre anche la stagione del fondo in Bondone, la data da cerchiare in rosso sul calendario per gli amanti degli sci stretti è quella di giovedì 7 dicembre. Alle Viote è, infatti, pronto l'anello di neve artificiale di un chilometro e già per venerdì è previsto il raddoppio della superficie sciabile. Nel frattempo complici anche le temperature rigide i cannoni di Asis sono in funzione per ampliare i tracciati aperti.

 

Il Centro fondo delle Viote, nella splendida e soleggiata conca ai piedi delle affascinanti Tre Cime del Bondone, che offre a regime ben 35 chilometri di piste e anelli di varia difficoltà preparati per tecnica libera e classica, attraversa la ricca vegetazione alpina che caratterizza quest’area ambientalmente pregiata e si pone in controtendenza rispetto alle altre località in Trentino ancora ferme al palo (Qui piste aperte).

Sono numerosi i servizi a disposizione, come docce e spogliatoi, parcheggio, ristorante, bar, area giochi, battitura pista quotidiana, assistenza di primo soccorso, segnaletica, servizio sciolinatura e locale deposito per zaini con armadietti.

 

"Il fondo - spiega Nicola Fruner, direttore della Scuola italiana sci fondo Viote - presenta numerosi vantaggi in quanto è una disciplina molto sociale, economica e si può praticare a qualunque età. E' un'attività particolarmente indicata per il bassissimo rischio infortuni, la varietà della tecnica e per il paesaggio totalmente naturale che circonda lo sciatore. Non mancano i tanti atleti che si preparano alla Marcialonga e alle principali competizioni qui alle Viote".

 

 

Tante le conferme come i corsi di sci di avviamento e perfezionamento della pratica dello sci (discesa e fondo) proposto agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado residenti nel Comune in collaborazione con l'amministrazione comunale in sinergia con le scuole di sci, i maestri di sci e i noleggiatori. 

 

I corsi di sci si articolano su diverse proposte e i prezzi variano tra i 90 e i 140 euro a seconda della formula e sono previste tariffe agevolate a partire dal secondo figlio. I corsi si svolgeranno in orario extrascolastico a partire dal 12 gennaio per dieci settimane nelle giornate di venerdì pomeriggio e sabato mattina. È possibile iscriversi dal 13 novembre al 29 dicembre (Qui info e iscrizioni).

 

Da Nicola Fruner a Elena Leonardelli, da Diego CozzitortoRoberto Villi, da Paolo Baroldi a Enrico Bonvecchio e Stefano Detassis, la scuola è composta da un gruppo di maestri giovani, dinamici, preparati e pronti ad accompagnare chiunque con gli sci da fondo, ma anche con le ciaspole.

 

Tra le novità invece il corso natalizio di sci di fondo per bambini e ragazzi delle scuole elementari organizzato dalla Scuola italiana e lo Sci club Marzola, dieci uscite da due ore per scoprire questa disciplina, che tante soddisfazioni ha dato al medagliere azzurro in diverse Olimpiadi.

Nel frattempo sul fronte dello sci alpino, Trento Funivie ha aperto anche la seggiovia 3-Tre. Insomma, i tasselli dello sci in Bondone si completa in vista di questo Ponte dell'Immacolata da sold out.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 05:01

Il Cibio è stato tra i primissimi centri di ricerca in Italia a ipotizzare di sviluppare un vaccino per contrastare Covid-19. I laboratori coordinati da Pizzato e Grandi erano arrivati, anche piuttosto velocemente, a chiudere la fase pre-clinica. Poi a luglio ci si è fermati per l'impossibilità di raccogliere un finanziamento di un paio di milioni: "Ci sarebbe un modo anche per comprendere nel prodotto l’efficacia contro specifiche varianti del virus"

26 febbraio - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 febbraio - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato