Contenuto sponsorizzato

''Se bevi non guidare, non farci correre a soccorrerti'': il messaggio dei Vigili del Fuoco sulle confezioni dell'etilometro

L'idea è venuta al Distretto di Mezzolombardo dei Volontari: "Il limite è il costo, se qualche sponsor ci aiutasse...". Oppure potrebbe essere la politica a investire in prevenzione

Pubblicato il - 20 ottobre 2017 - 17:28

MEZZOLOMBARDO. Un gadget utile ma soprattutto un messaggio importante: "Se bevi non guidare, non farci correre a soccorrerti". A dirlo, e a scriverlo su centinaia di confezioni di alcoltest, sono i Vigili del Fuoco del Distretto di Mezzolombardo

 

"Un'iniziativa che è nata un paio di anni fa - afferma l'ispettore distrettuale Matteo Cattani - ma ora la ripetiamo perché in molti ce l'hanno richiesto. Ne abbiamo ordinati qualche centinaio e sulle confezioni è stato stampato il nostro messaggio, l'invito a non guidare se il risultato dell'alcoltest è positivo". 

 

Una campagna di sensibilizzazione nata spontaneamente. "In realtà ci abbiamo pensato dopo l'ennesimo incidente. Chiamano noi per estricare i feriti fuori dagli abitacoli accartocciati su se stessi, e l'alcol è una delle cause di molti incidenti".

 

Ogni locale dovrebbe avere un etilometro, soprattutto quelli che chiudono dopo la mezzanotte. "Era passata una legge che lo prevedeva, anche per quel motivo ci eravamo mossi. Certo sarebbe importante se un cliente avesse libero accesso a questi strumenti". 

 

Il limite è quello economico. "Costano, è vero, per noi e per chi li acquista in un locale. Sarebbe bello che la spesa di chi poi li acquista fosse azzerata del tutto, magari grazie a uno sponsor che potremmo aggiungere sulla confezione. Si farebbe un buon servizio, la prevenzione degli incidenti è importante".

 

L'iniziativa è meritoria, partita dal basso, lo slogan è efficace ed è bello che siano proprio i Vigili del fuoco a sensibilizzare su questo fenomeno. Forse di questo potrebbe occuparsi anche la politica: se fosse possibile comperarne tanti si abbatterebbero anche i costi. 

 

Se al banco del bar avanzano due euro uno si compera l'ultima birra, nessuno li spende per l'etilometro: "Eh sì - ammette Cattani - sarebbe bello che fossero gratuiti. La prevenzione ha un costo, è vero, ma sempre inferiore al costo anche sociale dei feriti e dei morti sulle strade". 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 marzo - 13:27

I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.010 tamponi molecolari e registrati 162 nuovi casi. Inoltre 91 test antigenici positivi. Sono 41 i cittadini che ricorrono alle cure della terapia intensiva di cui 36 classificati come Covid e 3 ricoverati all'estero

04 marzo - 11:59

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha confermato la zona “rosso scuro” per Trentino e Alto Adige ma fa il suo ingresso anche l’Emilia-Romagna. In questi territori l’incidenza, calcolata su due settimane, supera i 500 casi ogni 100.000 abitanti

04 marzo - 13:15

Dalle ore 24 di giovedì 4 marzo fino al 14 marzo, tutta la Lombardia sarà in zona "arancione rinforzato". La giunta ha infatti deciso di eliminare ogni differenza tra le aree, così da preservare quelle province meno interessate dai contagi. Il presidente Attilio Fontana: "Tutte le scuole di ogni ordine e grado, eccetto i primi servizi all'infanzia, dovranno sospendere l'attività in presenza"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato