Contenuto sponsorizzato

Albero in postazione sull'Adige a San Michele: ''Tradizione salva, un simbolo per la nostra comunità''

Dopo la richiesta di aiuto del comitato sulle pagine de Il Dolomiti, gli organizzatori sono stati contattati da tantissime persone. La scelta è poi ricaduta su un albero si sarebbe comunque dovuto tagliare in un giardino di un condominio per ragioni di sicurezza

Di Luca Andreazza - 02 dicembre 2018 - 19:38

SAN MICHELE. Il tradizionale albero sull'Adige è stato posizionato. Un tour de force per il Comitato di carnevale quasi venti di volontari si sono radunati all'alba di sabato 1 dicembre per iniziare l'installazione del caratteristico abete sul fiume. Un'operazione che si è conclusa al tramonto con le verifiche di stabilità della pianta sulla zattera. 

 

Nel giro di due settimane si è "salvato" il Natale in quel di San Michele. Dopo la richiesta di aiuto del comitato sulle pagine de Il Dolomiti, gli organizzatori sono stati contattati da tantissime persone. La scelta è poi ricaduta su un albero che si sarebbe comunque dovuto tagliare all'interno del giardino di un condominio per ragioni di sicurezza (Qui articolo).

 

 

"Siamo entusiasti - spiega il Comitato - siamo riusciti a mantenere una tradizione molto sentita e importante per la nostra comunità, come hanno dimostrato i numerosissimi interessamenti di questi giorni per un'iniziativa sempre apprezzata anche da parte di escursionisti e turisti per la curiosità e lo stupore che riesce a suscitare, adulti compresi".

 

L'albero sull'Adige impreziosisce inoltre un ricco calendario di appuntamenti previsti tra San Michele e Grumo per le festività natalizie.

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

31 ottobre - 17:33

L’Azienda sanitaria ha comunque già attivato il piano di riorganizzazione degli ospedali per far fronte all’atteso aumento dei casi con sintomi e rinnova con forza la raccomandazione di rispettare la regola del distanziamento, l’igiene delle mani e l’uso della mascherina

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato